Dreke90 di Dreke90
Genius 6795 punti

Tema lo stress

Secondo molti viviamo in un periodo della storia dove domina l'ansia, la frenesia e la tensione,tutto questo si chiama stress. Però non abbiamo prove che questo periodo sia in aumento lo stress e il nervosismo,secondo me sottovalutiamo la storia passata e quindi sottovalutiamo le paure e le angosce precedenti.
Ora mai l'uomo moderno e ancor più quello contemporaneo si sente frenare da sotto i piedi la terra e si vede in un mondo dove la crisi e lo sconforto ne fanno da padroni. Mentre l'uomo l'uomo del medio evo viveva solo per dio,l'uomo moderno,al contrario vuole ragionare per la propria testa è stato quasi tolto il contatto con la natura per mezzo soprattutto del lavoro industriale che lo porta a vivere per se stesso. Le macchine, l'orologio, l'illuminazione elettrica, l'organizzazione sempre più metodica e parcellare del lavoro, lo hanno consegnato a un mondo artificiale che ha avuto e continua ad avere ripercussioni negative sul suo corpo e sulla sua mente.L'efficientismo, il produttivismo, la smania di competere e di consumare, la ricerca ossessiva del successo individuale, virtù e vizi cui pochi di noi riescono a sfuggire, compromettono spesso irrimediabilmente la gioia di vivere, di amare, di coltivare fantasia e amicizie. I ritmi scanditi da orologi e computer ci rendono schiavi del mondo della tecnica, ci alienano dai nostri ritmi interni fisiologici.

Personalmente non rinuncerei volentieri agli agi della vita contemporanea, a quella seconda natura cui, come mostri mitologici, la tecnica ci ha piegato. Tuttavia penso che ognuno di noi debba sapersi ricavare nel quotidiano quegli spazi e quei tempi che gli permettano di rifiatare, di dedicarsi a se stessi, di ammirare le bellezze naturali, di coltivare le amicizie, di ascoltare gli altri e le proprie esigenze interiori più autentiche, di giocare con i bambini, di tornare ad assaporare e ad apprezzare quelle piccole gioie che rendono l'esistenza umana degna di essere vissuta.
Spesso delle pause, anche brevi, fanno miracoli nell'eliminare malumori e prostrazioni. Così come appartarsi, almeno per un po', dalla folle corsa al successo la società deve cambiare il modo di sviluppo,non deve pensare sempre solo a crescere ma dovrebbe pensare di piu alla natura e a tutti gli esseri viventi.Secondo me siamo ancora in tempo per salvare la terra facciamo qualcosa ora!.

Registrati via email