pattu88 di pattu88
Ominide 50 punti

Confronto tra la Rivoluzione Americana e la Rivoluzione Francese
Le idee Illuministiche diventano cavallo di battaglia di queste 2 rivoluzioni (francese ed americana) con gli stessi ideali e gli stessi propositi ma che avvengono in 2 momenti diversi.
Una distanza di pochi anni ed un oceano che le divide, eppure c’è chi considera questi movimenti diversi e paralleli definendo queste 2 ribellioni parte della così detta Rivoluzione atlantica.
Questo opinione può essere confermata dagli obbiettivi comuni perseguiti dalle 2 insurrezioni e sottolineati dallo storico Palmer.
Quest’ultimo afferma che dal punto di vista politico i movimenti che hanno caratterizzato il XVIII erano contrari all’esercizio del potere da parte di determinati gruppi privilegiati chiusi. La Rivoluzione francese e quella americana, nonostante le profonde differenze ebbero molti elementi in comune tra i quali, oltre al desiderio d’indipendenza, rispettivamente dal Re e dalla madre patria; la voglia di libertà e di conseguenza l’affermazione dei diritti dell’uomo già promulgati dal giusnaturalismo.
Questi propositi favoriscono la situazione rivoluzionaria che come sottolinea il critico-storico Tilly, insieme all’esito rivoluzionario, compongono la vera e propria rivoluzione.
Tilly definisce una rivoluzione come un trasferimento forzoso del potere statale, nel corso del quale almeno 2 blocchi distinti di contendenti avanzano pretese incompatibili al controllo dello stato.
Quindi ciò che permette questo trasferimento forzoso sono:l’esistenza di coalizioni (“giacobini”, “cordeliers”, ovvero i club politici francesi e i “sons of the liberty” americani);un adesione pubblica ( 3° stato francese e i coloni americani) e naturalmente un regime con cui scontrarsi.
Stessi obbiettivi, come abbiamo già visto, e stessi esiti: neutralizzazione del vecchio regime attraverso un esercito rivoluzionario e per finire la creazione di un nuovo governo.
Esiti raggiunti da entrambe le nazioni anche se in modalità diverse, infatti è possibile affermare che la rivoluzione americana è avvenuta in minor tempo e con meno sofferenze, questo perché c’erano situazioni base differenti.
Il popolo americano era di fatto più unito rispetto a quello francese (basti pensare alle 3 costituzioni emanate), in Francia sembrava vigilare l’idea che la storia dia il diritto di governare ad una ristretta élite.
Sta di fatto che queste 2 rivoluzioni, soprattutto quella francese sono state un evento straordinario.
La Francia infatti, madre patria della cultura illuminista e rivoluzionaria, fa eco a queste idee innovative che vengono colte dai grandi stati europei.
Infatti come afferma Remond la rivoluzione francese non si è ripiegata su se stessa; fin dall’inizio intendeva e sperava di agire per tutto il mondo e di conseguenza si rivolgeva la mondo.

Registrati via email