Come organizzare la valigia per partire per l'Erasmus

La valigia è il (dolce) problema per ogni viaggiatore. Sia per un soggiorno di pochi giorni che per uno più lungo, in base alle proprie esigenze, non si sa mai cosa fare. Se si parte per una vacanza estiva, bastano crema solare, sandali, costume da bagno, occhiali da sole ed il gioco è fatto. Fare la valigia per quando si va a studiare all’ estero per sei mesi o magari per un anno, è più complicato.

Partire leggeri o inserire tutto l'armadio in valigia? Se state partendo per il vostro Erasmus e non sapete come fare, Skuola.net vi dà degli utili suggerimenti per non sbagliare a mettere le cose nella vostra valigia.

Valigia Erasmus, attenti al clima

La prima considerazione da fare è il clima del posto in cui andrete: partire per la Spagna non è la stessa cosa che per la Polonia. Se partite adesso, con il clima mediterraneo della penisola iberica, la valigia, soprattutto per il tema dell'abbigliamento, sarà molto semplice: niente cappotti, solo un giubbotto quando fa fresco, magliette, felpe, jeans e ovviamente la biancheria intima. Se invece andate in paesi con un clima rigido anche nelle stagioni più miti, allora dovete inserire un cappotto, qualche maglietta termica se siete dei tipi 'freddolini'. Non demoralizzatevi, però, c'è una soluzione a tutto!

Valigia Erasmus per lui e per lei

Altra grande differenza, sta nel fatto di essere uomo o donna. Beh, se si è studentesse molto attenti al look e agli abbinamenti tacchi, borsa e rossetto, dovete fare delle scelte. Ok ai trucchi preferiti, ma alcune cose possono restare a casa: i supermercati e le profumerie esistono anche nel luogo in cui andrete a studiare. Per i ragazzi è un po' più semplice, ma ricordatevi di mettere in valigia vestiti a sufficienza per non andare in confusione (non ci sarà nessuno lì che ve lo ricorderà).
Se affronterete il viaggio in treno sarete più avvantaggiati, mentre se lo affronterete con l'aereo ci saranno delle regole più stringenti da rispettare. Un consiglio è mettere ogni cosa sottovuoto: ci sono borse specifiche per questo utilizzo che si trovano tranquillamente ovunque, così riuscirete a recuperare un sacco di spazio, cosa altrimenti impossibile.

Le cose che non possono mancare nella valigia Erasmus

La valigia (che dovrà essere di ottima qualità e resistente agli urti) dovrà contenere: vestiti a volontà, ma non troppo. Ricordate, ancora una volta, che andrete in una capitale e non in un paese sperduto in cima alla montagna. Ci saranno tante occasioni per comprare lì qualcosa da mettere (senza esagerare). Inserite giacche, felpe, outfit sportivo e anche qualcosa per stare.
Le scarpe? Non più di quattro paia: sportive, per tutti i giorni, più eleganti e le ciabatte per stare comodi a casa. Per quanto concerne l'intimo, almeno 10-12 pezzi, in modo da non dover sempre stare a fare la lavatrice ogni giorno. Necessarie le lenzuola (ma potreste comprarle anche lì), oggetti per la pulizia e l'igiene personale (soprattutto quelli indispensabili).

Poi spazio ai documenti (da quelli necessari come carta d'identità o tessera sanitaria a quelli universitari), poi il computer, tablet, fotocamera (se siete degli amanti della fotografia, sennò basta anche quella di un buon telefono cellulare) con i relativi cavi per la ricarica o adattatori. Se avete bisogno di portarvi dietro materiale per studiare o per la tesi meglio se digitale con dispense scannerizzate o già digitalizzate. Spazio più in valigia per le cose necessarie.

Non disperatevi, un po' di buona volontà e qualche consiglio utile e l’incubo della valigia passerà presto e vi ritroverete a farla senza neppure pensarci. Non dimenticarti di tenere un po’ di spazio vuoto nella valigia per tutto ciò che ti porterai a casa al ritorno dalla tua esperienza Erasmus.

Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta