Che materia stai cercando?

Domande aperte con risposta, biologia e genetica

Esempi di domande aperte con risposta dell'esame di biologia e genetica della professoressa Romina Combi basate su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof. dell’università degli Studi di Milano Bicocca - Unimib. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Biologia e genetica docente Prof. R. Combi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Biologia e genetica domande aperte

1. Strutture e funzioni di RER e REL

2. Trasporto cellulare

3. Differenza tra procarioti ed eucarioti

4. Respirazione cellulare

5. Virus

6. Citoscheletro

7. Lipidi

8. Mitocondri

9. Golgi

10. Acidi nucleici

11. Le proteine

12. Comunicazione cellulare

13. Trasduzione del segnale?

1. Nella cellula esistono due tipi di reticolo endoplasmatico. Il reticolo endoplasmatico rugoso

(RER) è una struttura membranosa ripiegata a formare varie invaginazioni tra loro comunicanti

tramite il lume. Esso è rugoso poiché sulla sua superficie sono presenti i ribosomi, e la sua

funzione è quella di produrre le proteine da esportazione che poi verranno etichettate secondo

le loro varie funzioni dall’apparato del golgi. Tra i due è il più vicino al nucleo. Il reticolo

endoplasmatico liscio (REL) non presenta ribosomi sulla sua superficie e ha funzione di sintesi

dei lipidi ed è il sito di processi biochimici che modificano le proteine.

2. Il trasporto cellulare è compiuto con modalità diverse a seconda dell’oggetto del trasporto; in

particolare si distingue il trasporto di piccole molecole o ioni da quello di macromolecole.

inoltre, il trasporto cellulare può essere attivo o passivo.

Trasporto di piccole molecole o ioni: il trasporto passivo avviene secondo gradiente di

concentrazione e non comporta quindi dispendio di energia. Può avvenire per diffusione

semplice (una piccola molecola si inserisce tra un fosfolipide e un altro e diffonde nella

cellula), mediante un canale o mediante un vettore. Le proteine vettrici possiedono un sito di

legame per il soluto, e il contatto con esso modifica la conformazione della proteina che

permette al soluto di entrare nella cellula. I canali sono costituiti da proteine, e possono essere

a controllo di potenziale (una variazione del potenziale della cellula determina l’apertura del

canale), a controllo di ligando (il legame con uno specifico ligando, intracellulare o

extracellulare, determina l’apertura del canale) o a controllo meccanico (il canale si apre in

seguito ad uno stimolo meccanico).

Il trasporto attivo invece avviene contro gradiente di concentrazione, e per questo richiede

dispendio di ATP. Il trasporto attivo è sempre mediato da un vettore; un esempio è la pompa

ionica, in particolare la pompa sodio-potassio che mantiene il potenziale di membrana a

-70mV e permette l’attività nervosa. Essa utilizza l’energia derivata dall’idrolisi di ATP per

pompare sodio fuori dalla cellula e potassio dentro, entrambi contro il loro gradiente di

concentrazione.

Trasporto di macromolecole: il trasporto di macromolecole avviene per esocitosi e endocitosi.

Mediante l’esocitosi le molecole vengono portate all’esterno della cellula tramite la fusione

con la membrana di vescicole in cui esse sono contenute; in particolare si parla di secrezione

di ormoni, neurotrasmettitori, muco, enzimi, anticorpi. L’endocitosi può essere mediata da un

recettore, e in questo caso il processo è altamente specifico poiché riguarda solo le sostanze

compatibili con il recettore; i ligandi sono concentrati sulle fossette rivestite che poi vengono

incorporate nella cellula. Un tipo di endocitosi è la fagocitosi, svolta solamente dai fagociti (es

i macrofagi); essa permette di incorporare grossi aggregati insolubili o cellule. Specifici ligandi

sul materiale da inglobare vengono riconosciuti da recettori della membrana plasmatica. Si ha

poi la formazione del vacuolo fagocitico o fagosoma, che si fonde con i lisosomi primari a

formare i lisosomi secondari; digestione del contenuto fagocitico. La pinocitosi è un tipo di

endocitosi non mediata, che permette l’ingresso nella cellula di sostanze liquide.

3. La principale differenza tra i procarioti e gli eucarioti è la presenza del nucleo. Le cellule

procariotiche sono generalmente batteri, sono composte unicamente dalla membrana

cellulare e dal citoplasma; non presentano il nucleo. La loro dimensione è significativamente

minore delle cellule eucariotiche, il DNA è contenuto in un unico cromosoma circolare. Non

sono presenti gli organelli, il metabolismo può essere sia aerobico che anaerobico, si


ACQUISTATO

4 volte

PAGINE

4

PESO

38.33 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher margheritammc di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Biologia e genetica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano Bicocca - Unimib o del prof Combi Romina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Biologia e genetica

Riassunto esame Biologia e Genetica, prof. Combi, libro consigliato Elementi di Biologia, Solomon, Berg, Martin
Appunto
Biologia e Genetica- Esame completo
Appunto
Appunti lezioni corso di biologia e genetica (con annesso genetica del comportamento)
Appunto
Esercizi genetica
Esercitazione