Che materia stai cercando?

Letteratura inglese 2 Appunti scolastici Premium

Riassunto sul 500, 600 e 700 per l'esame di Letteratura e cultura inglese 2, basato anche sulla lettura del Manuale Crisafulli e basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof. Michelucci dell’università degli Studi di Genova - Unige. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Letteratura inglese II docente Prof. S. Michelucci

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La trascrizione sulle pagine di commedie e drammi portò all’origine della grande

tradizione del romanzo inglese settecentesco.

Ambientazione contemporanea. Personaggi e situazioni realistici in cui il pubblico

poteva riconoscersi ed immedesimarsi.

Il romanzo nacque anche grazie all’anatomia delle passioni, descritte tramite gesti,

segni del corpo e toni della voce.

Teatro della Restaurazione adatto a spettacoli drammatici e musicali. Le “semi-opere”

della Restaurazione mischiano scene di musica e canzoni a quelle di dialogo

tradizionale. In Europa (soprattutto in Italia) si aveva già sperimentato l’illusione in

campo teatrale, usando la prospettiva e i macchinari teatrali sempre più complessi

(machine plays). La prosa del Seicento

James I Stuart

1603 ascesa al trono di . Egli scrisse opere. Uomo di notevole cultura,

ma legato ancora a credenziali del passato, conservatrici. =

-The True Law of Free Monarchies (anonimo nel 1598) = diritto divino del re.

-Basilikon Doron (1599) = diritto divino del re.

-Daemonology in formo f a Dialogue, Divided into Three Bookes (1597) =

trattato testimonianza delle persecuzioni contro pratiche magiche e

demoniache, attribuite perlopiù alle donne.

Nella sua Europa la stregoneria era un problema serio. Denunce, torture, processi;

nessuno difendeva che stava per essere arso vivo sul rogo.

Lo scopo del re con le sue opere è quello di convincere la gente che maghi e streghe

esistono veramente e che bisogna punirli, visto che sono strumenti di Satana.

Scritti di carattere filosofico-scientifico:

Francis Bacon (1561-1626) = nuovo metodo per analizzare una verità tramite i

dettagli e la scienza.

Messaggero dei tempi nuovi, sostiene il diritto dell’uomo a considerare la

natura come governata da leggi proprie, che l’uomo ha diritto di studiare in quanto

creatura prediletta di Dio.

-The Advancement of Learning (1605)

-The New Atlantis (Novum Organum) (pubblicato incompleto 1620) = in latino

La verità veniva vista unicamente tramite la lente della fede, per Bacon è simbolo

dell’arroganza e dell’orgoglio dell’essere umano.

Robert Burton =

-The Anatomy of Melancholy (1621) = misto tra interresse per nuove scoperte

scientifiche e ottica del passato.

Antologia ricca di aneddoti, nozioni curiose, miti e leggende desunti da

fonti antiche e moderne.

Trattato di medicina e psicologia fondato sulla teoria degli umori che

governano il carattere dell’uomo (sanguigno, collerico, flemmatico,

malinconico) strettamente legato ai 4 elementi (fuoco, aria, acqua, terra).

Thomas Hobbes ( 1588-1679) = teoria del movimento (principio fondamentale

dell’universo).

Considerato ateo e fautore dell’assolutismo.

-Leviathan (1651) = quadro spietato della società umana, dove l’uomo si deve

difendere da se stesso, dalla violenza e dalle guerre che questi scatena.

Margaret Cavendish (1623-1673) = duchessa di Newcastle.

Una delle primissime voci femminili nella cultura e letteratura inglese.

In Francia conobbe il marito e Hobbes, infatti nei suoi scritti troviamo una

sua palese influenza.

Pubblica sotto il suo nome (scandaloso) tutte le sue opere (trattati di

filosofia, scienza, lettere, racconti, poesie, orazioni, biografia del marito,

autobiografia, romance).

1° donna ad assistere ad esperimenti scientifici.

Difese il diritto alla parità culturale con l’uomo in una lettera, indirizzata a

università.

(Nel suo periodo a tutte le donne, anche aristocratiche, era vietato

frequentare università e grammar schools).

-The Blazing World = 1° utopia fantascientifica di mano femminile.

Può essere letta come racconto di viaggio o di fantascienza, fiaba o satira,

autobiografia.

Narra di una bella e ricca fanciulla che dopo varie disavventure giunge in

uno strano mondo parallelo al nostro. Le fanno da guida, in questo mondo

composto da un numero infinito di isole, i suoi straordinari abitanti, metà

uomini e metà animali, che la conducono fino alla capitale, Paradise, dove

sorge il fiabesco palazzo dell’imperatore. Questi, colpito dalla bellezza

della fanciulla, ne fa la sua sposa, concedendole il potere.

Invenzione telescopio.

L’uomo è sempre più coinvolto e curioso circa la ricerca scientifica.

Per tutto il secolo ci furono scritti a metà tra letteratura e scienza.

Frequenti accenna alla Luna e ai suoi abitanti.

1650/1700 = atteggiamento critico che dà vita ad opere antipatici delle grandi satire

settecentesche.

1650/1700:

Saggio giornalistico.

Romanzo.

Aphra Behn (1640-1689) = scrittrice di prosa e teatro, scelte considerate scandalose

per una donna a quei tempi.

1° scrittrice professionista.

1° donna che si guadagna da vivere scrivendo.

-Love Letters between a Nobleman and his Sister (1684) = 1° romanzo

epistolare moderno in inglese.

-Oroonoko, or the Royal Slave (1688) = Ambientato nel Suriman, colonia

Britannica in America, narra le disavventure e la tragica morte di un nero

dalla rara bellezza, cultura ed intelligenza, nelle cui vene scorre sangue

regale.

Per la 1° volta viene messa al centro della scena, la figura di uno schiavo

nero che inizia in Africa e finisce in Suriman , dopo avere percorso,

idealmente, le varie tappe della schiavitù e del colonialismo che

coinvolgono Europa, Africa e Caraibi.

Io narrante = autrice, testimone oculare della vicenda, stabilisce con il

lettore un patto narrativo, gli si rivolge di continuo durante il testo.

Oroonoko, il protagonista, proviene da un mondo, l’Africa, dove la

schiavitù è praticata normalmente, per cui la condanna dell’autrice è

diretta a come essa viene praticata in Occidente, dove si è trasformata in

un gratuito esercizio di crudeltà.

L’attenzione dell’autrice è su come Oroonoko sia coraggioso e sugli esiti

tragici della sua storia d’amore con Imoinda, la sposa che egli uccide con

le proprie mani, assieme al figlio che ha in grembo, per difendere il suo

onore e impedire che cadano entrambi in schiavitù.

John Bunyan (1628-1688) = predicatore appassionato, dopo la guerra civile fu

incarcerato per aver svolto questa attività senza il permesso delle autorità.

Qua scrisse opere.

-The Pilgrim’s Progress (1678) = 1° parte scritta in prigione.

Narrazione allegorica che ha per oggetto il viaggio del protagonista,

Cristiano, dalla Città delle Perdizione alla Città Celeste. Le località

attraverso il quale Cristiano deve passare rappresentano le fasi e le prove

che l’anima deve superare nel suo cammino verso la salvezza (Città della

Perdizione, Palude della Disperazione, Colle della Difficoltà, Fiera della

Vanità, Castello del Dubbio…). Ancora più allegorici i personaggi

(Ostinato, Passione, Pazienza, Prudenza, Fedele,..).

La 2° parte (1684) narra della decisione di Cristiana, moglie di Cristiano,

di fare lo stesso cammino del marito, quindi è piuttosto ripetitiva.

Interesse ancora per i libri dedicati alla religione (sermoni, trattati teologici,

devozionali, commenti a testi sacri).

Sermoni = grande popolarità.

Diari:

Samuel Pepys ( 1633-1703)=

-Diary (1666/1669)= quadro vivo e dettagliato degli avvenimenti (ritorno del re

Charles II, l’incoronazione, la peste del 1665, l’incendio di Londra del

1666, le guerre contro i Paesi Bassi).

Aneddoti divertenti e quadretti di vita coniugale (liti con la giovane moglie

e con i domestici).

Rivela la passione dell’autore per il teatro, fornendo notizie sui drammi e

sulle commedie.

Ritratto di uomo colto, amante dei piaceri della vita (cibo, musica, teatro)

e sensibile al fascino femminile, ma attento agli avvenimenti positivi e

negativi di quegli anni.

John Evelyn ( 1620-1706) =

-Diary = + esteso di quello di Pepys.

Vera e propria cronaca.

Uomo pragmatico e con importanti cariche pubbliche (progettazione e

ricostruzione di Londra dopo l’incendio).

Descrive gli eventi drammatici di cui fu testimone.

Narrazione obiettiva e misurata, mai partecipe. + affidabile, ma senza la

vivacità di quello di Pepys.

La poesia del Seicento

John Donne ( 1572-1637) = sperimentatore, banditore e animatore della “metafisica”

(=intellettualismo, pensiero privo di logica e concretezza).

Modello nuovo di interpretazione del mondo.

Scrive esperienze di vita e sentimenti con termini astratti filosofici e

traduce concetti astratti in immagini e oggetti concreti.

Forte intensità emotiva e passionale.

Celebrazione dell’amore reciproco come stato di pienezza totale e

perfezione assoluta.

Opere destinate in forma manoscritta ad una cerchia ristretta di lettori.

-Satires (1593-1601) = 5

-Elegies (1593-1615) = 20.

Parla un io libertino e promiscuo che è alla ricerca di tutte le donne in

piena libertà d’azione.

-Songs and Sonnets (1595-1615, pubblicata 1633)= amore come valore

supremo. 54755 liriche.

Collezione di poesie scritte in forme e metri diversi.

Composizioni d’amore per più donne, perché ci sono atteggiamenti molto

contraddittori (cinico e libertino, poi fedele e appassionato).

-Anniversaries (1611 e 1612) = 1) meditazione sulla decadenza e disgregazione

dell’universo 2) destino dell’anima

Ben Jonson (1572-1637) = drammaturgo, autore di 3 raccolte poetiche + versi

miscellanei. Classicista.

Criteri di equilibrio, decoro e disciplina.

Sulla scia dei classici latini.

Cura personalmente la pubblicazione, scegliendo di stampare i suoi testi.

Cura poco il tema dell’amore, mettendo in scena le pene dell’amante,

piuttosto degli ardori.

Parodia dei vizi e malcostumi del suo tempo, ritraendo cortigiani, usurai,

mezzani, plagiari, poetastri..

Poeta prolifico e versatile.

Ampia gamma di forme metriche e tonalità espressive.

-Epigrams (1616)

-The Forest (1616)

-Underwood (1640-1641)

George Herbert (1593-1633)= Tendenza alla duplicazione del senso in suono o in

figurazione visiva (grazie alla sua competenza in campo musicale) [es. un

poema disposto in strofe a forma di ali che riproducono i temi della

caduta e della resurrezione, che spingono il lettore ad abbassare e poi

alzare la voce durante la lettura]

-The Temple (1633) = il titolo indica un edificio sacro, istituzione ecclesiastica,

come il corpo umano santificato dalla grazia.

Struttura: architettura verbale, un edificio di parole eretto in lode di Dio.

Traduce sentimenti in oggetti concreti, utilizzando le parti della struttura

del tempio (arredi, parti architettoniche).

Io inquieto, consapevole della propria indegnità, si rivolge al Signore

come quello che può essere dolce e severo, senza mai smettere di essere

amico.

Robert Herrick (1591-1674) = poesia di disinvolta eleganza, improntata ad un

tradizionalismo edonistico e paganeggiante.

Seguace di Jonson.

Privilegia la stagione primaverile, le gioie dell’amore e la letizia di svaghi

e feste campestri.

Celebra i piaceri, le feste; sanziona la politica dei re Stuart contro i

passatempi.

-Hesperides (1648)

Negli anni ’40 si passa dalla pratica della circolazione manoscritta, alla pubblicazione

dei loro versi.

Questo perché si sta perdendo una certa élite di lettori e perché si vuole influenzare il

pubblico con il sentimento monarchico e con la religione anglicana.

Cavaliers = gentiluomo di corte che difende con le armi la causa della monarchia;

applicato poi anche in ambito letterario.

Triade dei Cavalier poets :

Thomas Carew ( 1595-1640)= tema d’amore accostato con mondano disinganno,

dalla frivolezza artificiosa alla ribalderia libertina, tutto riconduce ad un

gioco e passatempo.

Scende in campo a sostegno del re.

-Elogy upon the Death of Doctor Donne (1633)

-Poems (1640)

John Suckling (1608-1646) = tema d’amore accostato con mondano disinganno, dalla

frivolezza artificiosa alla ribalderia libertina, tutto riconduce ad un gioco e

passatempo.

Scende in campo a sostegno del re.

Richard Lovelace ( 1618-1658) = tema d’amore accostato con mondano disinganno,

dalla frivolezza artificiosa alla ribalderia libertina, tutto riconduce ad un

gioco e passatempo.

Assiste alla caduta della monarchia.

Scende in campo a sostegno del re.

-To Lucasta.Going to the Wars = sentimenti dell’amicizia, dell’onore e dell’amore

alleati

Henry Vaughan (1622-1695) = la sua poesia ha carattere visionario, si affida alla

contemplazione ingenua.

-Silex Scintillans (1650 e 1650 versione accresciuta)= raccolta di poesie

religiose.

-Poems (1646) = poesia di corte

Richard Crashaw (1613-1649) = abbandona l’Inghilterra e la religione anglicana di

cui sacerdote, e si convertì al cattolicesimo.

I temi tratti si ispirano ai santi.

Le sue liriche maggiori sono dedicate a “Maria Maddalena” e “S. Teresa

D’Avila”.

Poesia che riproduce e produce l’esaltazione dei sensi con l’accumulare di

immagini in un crescendo che sfuma l’identità fra gli oggetti fino a minare

la loro consistenza.

-Steps to the Temple (1646) = richiama Herbert, i modelli continentali e i poeti

gesuiti del 500 e 600 a cui si ispira.

Andrew Marvell ( 1621-1678) = puritano. Fa fatica a riconoscere le sue composizioni.

Le stampa da anonimo.

50 liriche, satire.

Conobbe e frequentò eroi della Rivoluzione (Cromwell e comandante

dell’esercito Fairfax), scrisse versi con la sua ammirazione per loro.

Fu il precettore della figlia di Fairfax.

Natura = fonte di inesauribile godimento.

Poesia essenzialmente ambigua ma distesa e armoniosa nella forma.

Affluisce la poesia metafisica e quella classicista.

-3 Odi per Cromwell (“Horatian Ode” 1650, 1655 e 1658) = celebrazione

dell’uomo.

-Upon Appleton House (1651) = dedicato a Fairfax.

Lunga country-house poem che onora l’uomo e il suo casato,

dipingendone la dimora nello Yorkshire.

-Miscellaneous Pomes (1681)

John Milton ( 1608-1674) = gran paladino della Rivoluzione, grande poeta.

-Paradise Lost (1667) = grandi temi della ribellione (di Satana) e della

disobbedienza (di Adamo ed Eva), connessi indirettamente alle vicende

storiche.

Rivolto all’Inghilterra restaurata.

Milton = poeta ispirato e illuminato, mediatore di verità, veggente

nonostante la sua cecità, l’eletto di una Musa celeste che nella notte gli

detta i versi e lo ammaestra.

Ambientazione = in un cosmo sconfinato e grazie a giochi prospettici,

colto nella sua tridimensionalità.

Narra l’intera storia biblica dalla Creazione al Giudizio Finale.

Poema narrativo ed enciclopedico, una summa delle forme letteraria

occidentali e delle implicazioni ideologiche.

All’eroismo antico incarnato da Satana e dai demoni, Milton contrappone

e antepone il vero eroismo della mitezza, obbedienza, sacrificio

impersonati da Cristo.

-Paradise Regained (1671) = epica breve che inscena il confronto dialogico fra

Cristo tentato nel deserto e l’avversario Satana.

-Samson Agonistes (1671) = sequenza di incontri e scambi dialogici fra il

protagonista cieco e prigioniero e i vari personaggi che, in successione,

gli rendono visita.

Il percorso di Sansone da un passato di orgoglio e di errori alla resa alla

volontà di Dio.

Dramma monocromatico, cupo e aspro.

John Dryden (1631-1700) = composizioni celebrative e satiriche, traduttore e critico,

drammaturgo.

Appassionato lettore degli autori antichi (latini).

Importante il refinement e il restraint.

Modelli i classici e la contemporanea letteratura francese.

Anni ’60 poesia d’occasione per la restaurazione della monarchia.

Profondamente devoto agli Stuart.

1668 nominato “Poeta Laureato”.

Si occupa di teatro.

-Absalom and Achitophel (1681) = Achitophel è il Satana miltoniano e la rivolta

degli angeli ribelli è equiparata all’opposizione per l’erede al trono James

II.

-MacFlecknoe (1682)

Samuel Butler ( 1612-1680) =

-Hudibras (1663, 1664, 1678) = stravolge i codici del romanzo cavalleresco per

attaccare l’etica puritana incarnata dal pedante e ipocrita cavaliere

presbiteriano Hudibras e dal suo scudiero, l’entusiasta Indipendente

Ralpho.

Le prime 2 parti riscossero successo, la 3° è uscita troppo distante per

avere il successo immediato delle altre 2.

La poesia femminile in Inghilterra tra 500 e 600

Classi dell’alta borghesia, dell’aristocrazia, medio-basse.

Anche la regina Elizabeth I aveva ereditato il talento per la versificazione dal padre, ed

era molto intelligente. Compose molte poesie in inglese, francese e latino.

Poesia early modern: prima alla corte della regina Elisabeth, poi nelle corti minori di

campagna dove i mariti erano spesso assenti e le padrone di casa (duchesse,

contesse) incoraggiavano la formazione delle coteries intellettuali, dove la poesia e

altre attività letterarie fiorivano e trovavano lettori e critici competenti.

Lady Mary Sidney Herbert (1561-1621) = sorella di Sir Philip Sidney. Contessa di

Pembroke. Negli anni 80/90 promosse un salon intellettuale. Qui venivano ospitati e

incoraggiati scrittori.

Lei traduttrice e poetessa.

Il fratello morì prematuramente in guerra. Lei si occupò di curare e

completare le sue opere: iniziò dalla traduzione dei

-Salmi di Davide =capolavoro

-Trionfo della Morte (di Petrarca) = il 3° di 6 poemi (dell’Amore, della Pudicizia,

della Morte, della Fama, del Tempo e dell’Eternità), per l’affetto profondo

e il lutto per il fratello.

Isabella Whitney (ca 1550-1580) = nata nella contea di Cheshire. Si sa poco delle sue

origini, ancora meno della sua vita. Forse proviene da una famiglia piccolo

borghese; finì al servizio di nobili.

1° donna che scrive per guadagnare.

-The Copy of a Letter, lately written in metre by a young gentlewoman to her

inconstant lover (1567)

-A Sweet Nosegay or a Pleasant Posy (1573) = conosciuta la poesia The Manner

of her Will” di 340 versi prende a pretesto la partenza da Londra

dell’autrice allo scopo di sottoscrivere un testamento.

Rielabora 2 generi: il blasone (elenco particolareggiato del corpo

femminile) e il testamento ( sottogenere problematico essendo donna ed

avendo pochi diritti).

Usa il blasone per descrivere, similmente al corpo femminile, la mappa

urbana della Londra del 500 e il testamento per denunciare il fatto che la

sua povertà la costringe a lasciare la città.

Lady Mary Wroth (1587-) = figlia di Sir Robert Sidney, conte di Leicester, e nipote di

Sir Philip Sidney e Mary Sidney Herbert: connessa all’ambiente letterario

aristocratico.

1604 sposò Sir Robert Wroth e divenne importante alla corte di James I .

Partecipa a numerosi pasque.

1614 muore il marito e lei si trovò in gravi condizioni economiche, visto

che lui le lasciò ingenti debiti. Si innamorò di suo cugino William Herbert e

da lui ebbe 2 figli illegittimi.

Autrice del 1° romanzo in prosa a sfondo pastorale pubblicato da una

donna in Inghilterra:

-The Countess of Montgomerie’s Urania (1621) =dedicato alla contessa di

Montgomerie, Susa, cognata del cugino e amante di Mary (William

Herbert).

Il romanzo si conclude con un canzoniere di stampo petrarchesco:

-Pamphilia to Amphilanthus = riprende la storia d’amore tra i due personaggi

principali di Urania.

1° sequenza di sonetti e canzoni d’amore scritta da una donna.

La fedele Pamphilia (=amante di tutto) si rivolge all’incostante e infedele

Amphilanthus (=amante di due), cantando il proprio amore, la tristezza e

il dolore causati dall’amato spergiuro. L’amante qui è la donna e l’oggetto

del suo desiderio, la musa, è di sesso maschile.

Gli occhi della donna diventano occhi attivi, innalzati a guardare, a

giudicare, mai passivi o abbassati (come dovevano essere in teoria a quei

tempi). IL SETTECENTO

Il romanzo del Settecento

Periodici, lettere, diari, notizie, relazioni di viaggi, omelie e sermoni puritani,

confessioni criminali e autobiografie spirituali.

Quotidiano di gente qualsiasi, in situazioni riconoscibili come ‘realistiche’.

Novel = storia riconosciuta credibile e plausibile, a tal fine c’è un’avvertenza nella

quale l’autore spiega come è venuto in possesso di un manoscritto e garantisce la

veridicità degli eventi. Con questo metodo previene censure di stampo etico e invita il

lettore a riconoscersi nelle situazioni e nei personaggi. Tema fondante: ricerca, da

parte dell’eroe/eroina, della sopravvivenza e di un ruolo nella società:.

1° fase di sviluppo del romanzo -> narrazione in 1° persona (confessioni, diari,

lettere): Daniel Defoe (1660-1761).

Narrazione in 3° persona: Henry Fielding (1707-1754).

Realismo = novità che emerge nella scrittura in prosa del 700, ha il difetto

dell’imprecisione. Illusione/effetto di reale.

Samuel Johnson ( 1709-1784) =

-Rasselas (1759) = romanzo di viaggio

Pubblico vasto e diversificato, sempre più donne, lettura privata, silenziosa e

individuale.

Henry Fielding (1707-1754) =

-Tom Jones (1749) = varietà di fatti, eventi, personaggi. Il lettore è incuriosito.

1° ritratto completo di vita inglese.

Eroe non perfetto, ma accattivante.

Romance= libri di cavalleria, parla alla nobiltà.

Daniel Defoe (1 660-1761) =

-Robinson Crusoe (1719) = forma autobiografica.

Assenza totale dell’amore e della sessualità, sostituiti da problematiche di

obbedienza e controllo dell’altro e della materialità del mondo.

Un naufrago, middle-class, Robinson, armato solo di abilità, cultura, semi,

utensili recuperati dal naufragio, trasforma la propria disgrazia (il

naufragio) in occasione di un progresso. Il suo isolamento viene

considerato una punizione per la sua arroganza spirituale. Il suo successo

finale gli concede un servo/compagno cui impone nome e cultura e che lo

aiuta ad utilizzare al meglio i suoi mezzi tecnologici, nonché il ritorno alla

civiltà e alla prosperità.

Ossessiva descrizione degli oggetti.

-Moll Flanders (1722) = forma autobiografica.

Invita a collegare sessualità e indipendenza economica in un contesto

sociale che offre alle donne solo la precarietà.

Strade di Londra. Solitudine. Nella vecchiaia sicurezza economica,

riformata da una vita di furti e prostituzione. Moll confessa al lettore il suo

passato non proprio limpido con toni dall’obbrobrio alla soddisfazione.

Pentimento.

-Lady Roxana, or the fortunate mistress (1724) = forma autobiografica.

Sposa giovanissima, rimasta vedova, obbligata ad abbandonare i figli e a

scegliere la vita di cortigiana, cui non rinuncia nemmeno quando le viene

offerto un nuovo matrimonio, visto che è convinta della posizione assurda

della donna nel matrimonio inglese.

Senso di colpa. Paure; nonostante sicurezza materiale e successo sociale.

Samuel Richardson = stampatore.

Novità: scrittura delle lettere da parte dei personaggi nel momento

in cui si svolgono i fatti.

Fini didattici. Il comportamento morale da seguire e la prudenza e il

controllo delle passioni con la regione.

-Pamela = forma epistolare. Lettere di una cameriera.

Racconta la sua resistenza al corteggiamento del padrone Mr B e si

conclude con il matrimonio.

Registra tutti i movimenti della realtà e dell’intimo di Pamela.

Ritratto intimo di un soggetto femminile messo davanti a brutali attacchi

alla sua virtù.

Costituì un manuale di comportamento linguistico e di vita per una classe

minacciata dall’amoralità dell’aristocrazia.

Finale = matrimonio = frutto di una strategia sessuale accorta, che

dimostra che la virtù va venduta a caro prezzo.

-Clarissa = forma epistolare.

Donna assediata da un aggressore sessuale. Lei fa parte della classe alta.

Matrimonio di convenienza, ma lei, per evitarlo, cade nelle mani di un

libertino aristocratico senza scrupoli (Lovelace), che per sedurla la rapisce

e la violenta, portandola al suicidio.

Jonathan Swift (

1667-1745) =

-Gulliver’s Travels (1726) = romanzo di viaggio, ma lo parodizza allo stesso

tempo. Mima i giornali di bordo.

Gulliver, narratore inaffidabile, interpreta il mondo senza mai mettersi nei

panni del lettore. Mai mediatore degli avvenimenti, evita il commento

limitandosi a acatalogare la realtà che ognuno interpreterà a modo suo.

Alla base di vari generi: utopia satirica, distopia, fantascienza.

Tobias Smollett (1721-1771) =

-The Adventures of Roderick Random (1748) = romanzo

-The Adventures of Peregrine Pickle (1751) =romanzo

-The Expedition of Humprey Clinker (1771) = romanzo, forma epistolare.

Famiglia allargata fa un viaggio vivace da sud dell’Inghilterra alla Scozia.

Eroi scalcinati, bizzarri, vagabondi.

Henry Mackenzie (1745-1831) =

-The Man of Feeling (1771) = registra i minimi dettagli della sofferenza e della

partecipazione emotiva.

Laurence Sterne (1713-1768) =

-A Sentimental Journey (1768) =libro di viaggio.

-Life and Opinions of Tristram Shandy = 9 volumi.

Rivela una realtà interior, psicologica, aliena alla realtà sterna su cui si

concentrano altri romanzi.

I protagonisti sono imprigionati in un mondo privato di associazioni e

quando parlano tra loro le parole di scontrano, non si incontrano.

1-2-3-4 vol: eroe Tristam nel ventre materno, prima della nascita, per

dimostrare quanto sia impossibile il realismo della narrazione.

Eliza Heywood (1693-1756) =

-Love in Excess (1719) = orfana sedotta da un libertino.

Grande importanza alla vittima, alla sua vita interiore.

Eroina in formazione.

Donne scrittrice immorale. (Quelle che volevano evitare questo accostamento,

pubblicavano in anonimo)

Charlotte Lennox (1729/30-1804)=

-The Female Quixote (1752) = Arabella: ingenua che non distingue bene il reale

dal finto.

Frances Burney (1752-1840) = erede del romanzo epistolare.

Necessità di educazione alla vita e di formazione del carattere.

-Evelina (1782) = La protagonista deve imparare a muoversi in una società con

difficoltà, corruzioni. La stampa periodica e altra prosa

Pubblico di donne lettrici.

Mercato librario = nascita e successiva regolamentazione dei luoghi di produzione, del

commercio dei libri, la progressiva trasformazione della carta stampata da oggetto di

lusso a oggetto di mercato accessibile a fasce sempre più ampie della popolazione e,

soprattutto, la nascita di una “cultura di stampa” che segna la graduale scomparsa

della circolazione manoscritta delle opere e la loro riproduzione commerciale, e della

figura dello scrittore di professione, che scrive e pubblica per vivere.

Libertà di stampa.

Tassa sui giornali. Costi molto alti. Diminuì la circolazione dei periodici.

Joseph Addison (1672-1719) =

-Spectator (1711-1712 e 1714) = Mr Spectator è un mediatore culturale.

Parlava di lezioni mattutine per i lettori che volessero distinguersi dal

branco, si impegna a rendere l’apprendimento gradevole, il divertimento

utile, a togliere la filosofia dalle biblioteche e dalle aule per farla vivere

nei club, ai tavoli da tè e nelle coffee-houses.

Dice che per il lettore inglese è molto più interessante sentir parlare di

problemi che lo toccano da vicino.

Suggerisce di consumare il quotidiano con la 1° colazione con tutta la

famiglia, da iniziare la giornata con spunti di riflessione e discussione nei

campi comportamentali, morali, della letteratura e della filosofia.

Attraverso la Londra contemporanea, dallo Stock Exchange (la Borsa) alle

vie affollate di commerci, nei salotti delle classi emergenti, nelle ville di

campagna o fra le abitazioni sempre più pretenziose dei nuovi ricchi.

Fissò le caratteristiche : uscita regolare e frequente, presentazione di un

punto di vista particolare, stile saggistico.

Richard Steele =

-Tatler (1709-1711) = Il mediatore è Mr Isaac Bickerstaff.

Scrive di politica nei pressi del Parlamento, di critica letteraria, di piaceri

della vita, mentre dal suo appartamento privato scriveva le riflessioni più

personali.

Stimola viaggi reali, suggerisce che la conoscenza di altri paesi sia un

arricchimento per il popolo inglese stesso, una fuga da una visione troppo

parziale del mondo.

Versioni femminili : The Female Tatler – Delarivière Manley (1663-1724)

Female Spectator – Eliza Heywood (1685-1756)

Samuel Johnson (1709-1784) =

-Rambler (1750-1752) = 2 volte/settimana.

Affronta gli stessi temi dei predecessori, offrendo numerosi esempi di

scrittura allegorica, critica letteraria e racconti orientali, e creando una

figura fittizia che somiglia molto alla persona che Johnson stesso diventò

negli anni successivi.

Non lettura pubblica nei club e nei caffè.

Circolazione limitata.

La lettura si spostò dallo spazio pubblico a quello privato.

Club e Coffee Houses = la vita sociale rispondeva all’appartenenza ai clubs. I loro

incontri avvenivano in ambienti privati, ma anche in locali pubblici (le coffee houses).

Ciò ha portato a leggere tali spazi come luoghi in cui società aristocratica e nuova

classe intellettuale si incontravano, fuori dal controllo dello stato e al di là delle

diversità sociali. All’inizio del 700 si trattavano di luoghi esclusivi (no donne, no classi

sociali basse).

Scrittura polemica, o più genericamente politica:

Jonathan Swift (1667-1745) = usa la satira nei pamphlet di argomento irlandese,

intesi a mettere a nudo il carattere coloniale del rapporto tra GB e Irlanda.

-A Modest Proposal (1729) = Uso di iperboli e litoti.

Interscambio fra letterale e figurato.

Sfrutta pregiudizi, stereotipi e l’esasperato entusiasmo per la

progettualità e il progresso dei contemporanei.

Giornali saggistici, regolamentazione pubblica dell’autobiografisco:

James Boswell (1740-1795) = frequentatore di teatri e amico di attori e playwrights

famosi.

Consapevole di recitare ruoli diversi a seconda delle occasione

della sua vita, si mise costantemente sul palcoscenico in prima

persona.

-Life of Samuel Johnson (1791) = oscillazione tra biografia e

autobiografismo è continua.

Autobiografie/biografie fittizie furono anche i primi esempi di romanzi, una filiazione

ovvia in una cultura in cui l’autoanalisi sfociava nella stesura di diari, o dove i casi di

famosi criminali venivano fatti oggetto di biografie estemporanee e popolarissime.

Storia e critica letteraria:

Samuel Johnson =

-Lives of the English Poets (1779-1781) = rivendica al proprio secolo 700 il

merito di aver stabilito principi di critica letteraria universalmente validi.

-Dictionary of the English Language (1755) = ambito filologico.

Chiosa molti termini sia shakespeariani sia di altri autori, nell’impegno di

conservare un patrimonio di vocaboli usati dalle migliori penne, lasciando

da parte jargon e il fugitive cant di commercianti e mercanti come pure i

neologismi modaioli.

Nasce l’estetica.

Edmund Burke =

-A Philosophical Enquiry into the Origin of Our Ideas of the Sublime and Beautiful

(1757) = ricerca allo studio delle cause fisiche e fisiologiche degli effetti

artistici.

Con un apporto alla teoria critica che si avvalse della mediazione

francese.


PAGINE

29

PESO

65.84 KB

AUTORE

Lau_94

PUBBLICATO

5 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e culture moderne
SSD:
Università: Genova - Unige
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Lau_94 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura inglese II e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Genova - Unige o del prof Michelucci Stefania.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura inglese ii

Riassunto Moll Flanders - Defoe
Appunto
Riassunto dettagliato in italiano King Lear - Shakespeare
Appunto
Riassunto Frankenstein
Appunto
Appunti completi di Letteratura inglese II con la professoressa Villa Unige, LCM
Appunto