Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

collegamento viene creato nella stessa cartella. Se dal menu di scelta rapida si sceglie Invia a e poi

Desktop(Crea collegamento), esso viene creato sul desktop.

Le finestre del desktop

• Che cosa nascondono le icone? In Windows le icone servono a rappresentare documenti e

applicazioni. Per eseguire le applicazioni o per vedere i documenti occorre quindi aprire la finestra

associata all'icona, cioè puntare l'icona con il mouse e fare doppio clic: Windows apre, cioè

attiva, la finestra corrispondente.

• Contemporaneamente all'apertura della finestra, compare un pulsante sulla barra delle applicazioni,

che riporta il nome e l'icona corrispondente alla finestra aperta: in questo modo la barra indica sempre

quante e quali sono le finestre aperte nel desktop, ovvero quante sono le applicazioni e i documenti in

esecuzione sul sistema.

• Tutte le finestre di Windows sono caratterizzate da alcuni elementi comuni, indispensabili per la loro

gestione.

• La barra del titolo riporta l'icona e il nome dell'applicazione attiva e, eventualmente, del documento

visualizzato. L'icona sulla barra del titolo rappresenta l'applicazione a cui la finestra corrisponde.

• Il bordo della finestra racchiude l'area di lavoro della finestra, cioè l'area all'interno della quale sono

visualizzati gli oggetti presenti nella finestra.

• La barra del menu, che si trova sotto la barra del titolo, contiene le voci che permettono di attivare i

menu, cioè l'elenco dei comandi disponibili nella finestra attiva.

• La barra di stato, che si trova sul bordo inferiore, riporta alcune informazioni sul contenuto della

finestra, per esempio, se si tratta della finestra di una cartella o il numero degli oggetti che si trovano

al suo interno.

• I pulsanti di chiusura, riduzione a icona e ingrandimento servono a chiudere la finestra, ridurre la

finestra a icona, visualizzarla a schermo intero.

• Quando un documento o un'applicazione non possono essere visualizzati interamente nella finestra

corrispondente, compaiono le barre di scorrimento, che permettono di far scorrere il contenuto

all'interno della finestra, in senso orizzontale e verticale.

Il multitasking

• Ogni finestra di Windows equivale all'esecuzione di un programma, all'apertura di un documento, alla

consultazione del contenuto di una cartella sul disco del PC.

• È possibile avere più risorse aperte sul desktop, cioè svolgere più attività contemporaneamente, grazie

a una funzionalità del sistema operativo che si chiama multitasking.

• A ogni finestra aperta corrisponde un pulsante sulla barra delle applicazioni che mostra il nome

della finestra, lo stesso riportato sulla barra del titolo. Per attivare una finestra è sufficiente fare clic sul

pulsante corrispondente.

• In questo modo passare da una finestra all'altra (e quindi da un programma all'altro), è facile come

cambiare canale, soprattutto se le finestre sono a tutto schermo.

• È possibile passare da un'applicazione all'altra anche con la tastiera. Bisogna premere il tasto

TAB tenendo premuto il tasto ALT: Windows visualizza una finestra con le icone delle applicazioni

attive, all'interno delle quali è evidenziata l'icona dell'applicazione in primo piano.

• Premendo più volte il tasto TAB e mantenendo premuto il tasto ALT, è possibile scegliere la finestra

da visualizzare in primo piano.

La barra delle applicazioni

•La barra delle applicazioni è una riga di icone e pulsanti che si trova di solito nella parte inferiore del

desktop. Oltre al pulsante del menu Start, contiene un pulsante per ogni finestra aperta nel desktop e

offre quindi il vantaggio di spostarsi con facilità tra i vari documenti e programmi in esecuzione.

• La barra delle applicazioni, inoltre, nasconde molte funzioni utili.

• L'area dei messaggi, dove si trova l'orologio, permette a Windows di comunicare con l'utente

attraverso diversi indicatori l'icona della stampante, per esempio, avvisa che un processo di stampa è in

corso, mentre facendo clic sull'icona del diffusore si può regolare il volume della musica suonata dal

PC.

• La barra delle applicazioni può essere posizionata su qualsiasi lato dello schermo con una semplice

operazione di trascinamento: basta fare clic su un'area libera della barra e portare il puntatore del mouse

sul lato dello schermo in cui si desidera spostarla.

• Il bordo superiore della barra può essere trascinato verso il centro dello schermo, in modo da

ingrandirla, o, viceversa, può essere spostato verso la parte esterna dello schermo, così da ridurre la

barra a una sottile linea grigia sul margine del monitor.

• Il bordo superiore della barra può essere trascinato verso il centro dello schermo, in modo da

ingrandirla, o, viceversa, può essere spostato verso la parte esterna dello schermo, così da ridurre la

barra a una sottile linea grigia sul margine del monitor.

• Se si fa clic con il pulsante destro del mouse su una zona libera della barra e si seleziona la voce

Proprietà nel menu di scelta rapida, si accede alla finestra di dialogo che permette di personalizzare le

impostazioni della barra.

Cartelle/Directory e Documenti

• Tutte le operazioni che si eseguono con il computer comportano l'utilizzo di cartelle e documenti, gli

"oggetti" di cui si serve il sistema operativo per organizzare le informazioni.

• Con il termine cartelle si indicano le directory, cioè i raccoglitori in cui sono ordinati i file del

computer. È un termine diventato comune con l'avvento dei sistemi a interfaccia utente grafica, quali

Windows e Macintosh, in cui le directory (e le sottodirectory) sono raffigurate con l'icona di una

cartella o di una piccola ventiquattrore.

• Negli ambienti DOS e UNIX, invece, le cartelle si chiamano ancora directory.

• Di solito si paragona il disco rigido del computer a un grande schedario: le cartelle che si trovano sul

disco rigido rappresentano i cassetti dello schedario e contengono a loro volta altre cartelle

(sottocartelle) oppure semplici documenti. Come i cassetti di uno schedario, anche ogni cartella

è individuata da un nome preciso.

• Nella realtà una cartella è un luogo del disco del PC, o di un dischetto, in cui vengono memorizzati i

file. Le cartelle permettono di identificare delle aree di lavoro in cui archiviare i programmi da eseguire

e i documenti creati o da consultare.

• Sapere gestire le cartelle è molto importante per un uso efficiente del computer. Windows mette a

disposizione due strumenti che permettono di organizzare i propri documenti: Risorse del computer e

Esplora Risorse.

L'Applicazione “Esplora Risorse”

• Risorse del computer offre una rappresentazione grafica di ciò che si trova dentro il PC. Le cartelle

nella finestra Risorse del computer sono disposte su vari livelli, poiché ogni cartella può contenere altre

cartelle.

• Quando si fa doppio clic sull'icona Risorse del computer appare il primo livello, che comprende le

unità disco del PC (il disco rigido, l'u-nità floppy e quella CD-ROM) e altre cartelle.

• Per sapere che cosa contiene un'unità disco o una cartella bisogna fare doppio clic sulla sua icona:

apparirà un'insieme di file o di altre cartelle.

• Le icone differiscono nell'aspetto in base al tipo di file che rappre-sentano o ai programmi utilizzati

per crearle.

• Esplora Risorse è il programma che permette di gestire cartelle e documenti. Per visualizzarlo bisogna

fare clic col pulsante destro del mouse su una risorsa e selezionare esplora.

• La finestra di Esplora risorse è suddivisa in due parti.

• Nel pannello di sinistra ci sono le cartelle; se si fa clic su una cartella il suo contenuto appare nel

pannello di destra.

Creare Cartelle: Organizzare il Lavoro

• Per evitare confusione e disordine è importante cercare di organizzare il proprio materiale in modo

ordinato.

Come in uno schedario reale, è inutile creare tante cartelle dai nomi poco significativi.

• Conviene raggrupparli, metterli in una cartella con nome facilmente ricordabile, e tenere il più

sgombra possibile la scrivania.

• Il primo passo per organizzare il proprio materiale consiste nel creare nuove cartelle in cui riporre i

documenti.

• Si possono creare nuove cartelle direttamente sul desktop, dentro la finestra di Esplora risorse o, nel

caso di sottocartelle, nella finestra di una cartella qualsiasi (a eccezione di Risorse del computer) in cui

si desidera inserirle.

• Sul desktop basta fare clic con pulsante destro del mouse e selezionare l'opzione Nuovo, quindi

specificare che si desidera creare cartella.

• All'interno di Esplora risorse, o nella finestra di una cartella, si deve aprire il menu File, scegliere il

comando Nuovo e fare clic su Cartella.

• In entrambi i casi si vedrà apparire l'icona di una cartella con il nome "Nuova cartella" evidenziato.

• A questo punto bisogna digitare sopra la scritta il nome che si intende dare alla cartella e fare clic con

il mouse: la nuova cartella è pronta per essere utilizzata.

Esaminare Cartelle/Directory

• Le cartelle, come i file e gli altri oggetti di Windows, hanno le loro proprietà che possono essere

visualizzate ed esaminate.

• Per accedere alle proprietà di una cartella, fare click col destro del mouse su di essa e scegliere

Proprietà dal menu di scelta rapida.

• Nella prima scheda, "Generale", sono contenute tutte le informazioni, come nome, tipo, percorso,

dimensione e contenuto, nome DOS per cui i nomi lunghi di Windows vengono troncati e terminano

col segno di Tilde, ad indicare che il nome è stato accorciato.

• Il percorso è l'indirizzo (o path) in cui si trova la cartella. Windows ha conservato la denominazione

DOS del percorso di un file o cartella.

• Esso viene indicato separando le varie sottocartelle o sottodirectory, con uno slash inverso, partendo

dalla ramificazione più alta. Ad esempio C:\windows\desktop\File001.doc significa che il file di nome

File001.doc si trova nella cartella Desktop, che si trova nella cartella Windows, la quale si trova nel

disco C:.

Gli attributi delle cartelle

• Gli attributi delle cartelle possono essere modificati selezionando o deselezionando le tre caselle di

selezione Solo lettura, Archivio, Nascosto.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

8

PESO

35.40 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Giurisprudenza
SSD:
Università: Bari - Uniba
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Abilità informatiche per giuristi e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bari - Uniba o del prof Diana Roberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Abilità informatiche per giuristi

Abilità informatiche per giuristi - Concetti di base
Appunto
Abilità informatiche per giuristi - Software
Appunto
Abilità informatiche per giuristi - Licenza
Appunto
Abilità informatiche per giuristi - Reti
Appunto