Scienze Formazione Primaria: tutto sul test d'ingresso

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

Scienze Formazione Primaria: tutto sul test d'ingresso


Lunedì 15 settembre i maestri e formatori del domani dovranno affrontare il test d'ingresso Scienze della Formazione Primaria. Alle ore 11:00 nelle sedi universitarie italiane si darà il fischio di inizio alla prova e le aspiranti matricole cercheranno di guadagnarsi un posto in graduatoria utile per entrare in facoltà. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla prova per arrivare davvero preparati.

TEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE

: ORARI DA RICORDARE - Sono le stesse università a stabilire gli orari per attuare le operazioni preparative al test di ammissione Scienze Formazione Primaria. Nella maggioranza dei casi, i candidati dovranno presentarsi esame alle ore 8.30 per il riconoscimento. La prova avrà inizio alle ore 11,00 a conclusione di tali operazioni.


TEST INGRESSO

: NON DIMENTICATE I DOCUMENTI - I candidati dovranno presentare in originale un documento d'identità. Chi non presenta il documento non sarà ammesso a sostenere la prova. Può essere poi richiesta la ricevuta di avvenuta iscrizione alla prova.


IL QUESTIONARIO DI

SCIENZE FORMAZIONE PRIMARIA

- Il questionario del test ingresso Scienze Formazione Primaria comprende 80 quesiti che prevedono 4 opzioni di risposta, tra le quali il bisogna individuare quella corretta.
I quesiti saranno così ripartiti:


- 40 di competenza linguistica e ragionamento logico;

- 20 di cultura letteraria, storico-sociale e geografica;

- 20 di cultura matematico – scientifica.

PUNTEGGIO TEST FORMAZIONE PRIMARIA

- Conclusa la prova, sarà compilata la graduatoria per l'ammissione al corso di laurea. Entra in graduatoria chi avrà ottenuto al test un punteggio non inferiore a 55/80. Ogni risposta esatta farà guadagnare 1 punto, ogni risposta errata o non data vale 0 punti.


CERTIFICAZIONI LINGUISTICHE - Le certificazione di competenza linguistica in lingua inglese di almeno Livello B1 del “Quadro comune Europeo di riferimento per le lingue”, rilasciata da Enti Certificatori riconosciuti dai Governi dei Paesi madrelingua, dà diritto ad un ulteriore punteggio da sommare a quello ottenuto alla prova. La certificazione va consegnata al momento della prova.
a. B1 punti 3

b. B2 punti 5

c. C1 punti 7

d. C2 punti 10

OBBLIGO FORMATIVO AGGIUNTIVO - Alcune università prevedono l'assegnazione di OFA, obblighi formativi aggiuntivi, a chi, pur avendo totalizzato un punteggio utile per entrare in graduatoria, non raggiunge un determinato punteggio in una delle parti del questionario. Per recuperare gli OFA, gli studenti dovranno seguire un corso e superare l' esame finale secondo quanto stabilito dall'università.

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta