Tutor 44696 punti

Il lungo iter dell'adozione di un bambino


Arriva un momento nella vita delle persone, in cui si sente il desiderio di avere un figlio/a. Una coppia quindi arrivata in un certo momento della propria esistenza matura l’idea di avere un figlio che decidono di voler amare più della loro stessa vita. Talvolta possono capitare purtroppo delle situazioni in cui una coppia per svariati motivi non è in grado di avere dei figli, pertanto decide di ricorrere ad un’altra soluzione, ovvero quella dell’adozione di un bambino/a che ha bisogno di essere collocato/a in un ambiente familiare di sani principi e valori.

Come avviene un'adozione


L’iter per portare avanti un’adozione spesso è molto lungo e anche complicato a tal punto che le prime fasi sono quelle in cui una coppia deve trovarsi ad avere a che fare con le fasi iniziali complesse di un’adozione che sono caratterizzate da tutta una serie di passaggi e di elementi di natura burocratica che spesso si dimostrano completamente farraginosi. Questi passaggi che possono apparire come complessi e lunghissimi, in realtà sono parte integrante del percorso di un’adozione nazionale o internazionale che mira prevalentemente a tutelare il processo adottivo di un bambino.

Inizialmente, nell’ambito di un percorso di adozione, vi sono dei primi incontri tra i possibili genitori e il bambino che decidono di adottare con l’obiettivo di vedere se la coppia di potenziali genitori sia in grado di prendersi cura del fanciullo. Si deve dunque sostanzialmente valutare se una famiglia sia idonea ad educare un bambino/a. Dopo l’iter burocratico che consta anche di elementi come per esempio la domanda d’adozione, l’accertamento della capacità della coppia, si arriva finalmente all’affidamento pre-adottivo, in cui il Tribunale decide di dare il via all’affidamento pre-adottivo che dura ben un anno. Questa prassi richiede tempi molto lunghi purtroppo.

Infine - dopo l’affidamento pre-adottivo - segue la dichiarazione d’adozione consistente nell’adottare definitivamente il bambino dopo un anno. Il bambino quindi viene integrato nel nucleo familiare che l’ha scelto e assume anche il cognome dei genitori.

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email