Ominide 14352 punti

Crisi del sistema feudale e riorganizzazione politica dell’europa

Gli Stati attuali derivano dal grande processo di riorganizzazione dell’Europa che seguì al disfacimento del regime feudale. Il feudalesimo aveva espresso un’organizzazione quanto mai instabile, con guerre ricorrenti al suo interno e incapace di esprimere un’autorità unica e un ordine generale. La massima autorità era rappresentata dall’imperatore. Il territorio era suddiviso in feudi, ciascuno dei quali era assegnato a un feudatario, scelto dall’imperatore. Feudatario e imperatore erano legati soltanto da un vincolo personale di fedeltà e lealtà. Un simile legame era però insufficiente a garantire l’unità di potere politico su un territorio tanto vasto. Ciò spiega le frequenti guerre dell’imperatore contro i feudatari ribelli, per sottometterli alla sua autorità; dei feudatari contro l’imperatore, per acquistare indipendenza; dei feudatari fra di loro, per sopraffarsi a vicenda. L’autorità imperiale era inoltre contestata dal papa, che pure cercava di affermare la propria supremazia in quella secolare vicenda che va sotto il nome di “lotta per le investiture”. La posta in gioco era il potere di scegliere i feudatari e quindi di determinare la loro dipendenza dall’imperatore o dal papa. È evidente che nel sistema feudale mancavano i tre caratteri propri dell’organizzazione statale (sovranità, impersonalità, giuridicità). Infatti:

-nessun potere sovrano era in grado di imporsi ai numerosi poteri particolari;
- i rapporti di potere erano di tipo personale;
- sebbene esistesse un complicatissimo sistema di regole giuridiche che determinava la posizione dei feudatari rispetto all’imperatore e agli abitanti dei feudi, contavano assai di più i puri e semplici rapporti di forza.

È, comunque, proprio da questa situazione che ha origine la storia che ha portato alla formazione dello Stato moderno. L’ordinamento feudale venne formalmente abolito solo nel 1648 (con la pace di Westfalia), quando fu sancita la fine dell’impero e del papato come autorità politiche europee, e fu riconosciuta l’autorità suprema dei diversi signori nelle loro terre. Una data che segnò sostanzialmente la presa d’atto di un processo in corso già da molto tempo.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email