Genius 32358 punti

Definizione di tribù


Il termine tribù deriva dal verbo latino tribù ere, che significava originariamente ”dividere in tre parti”, perché a sua volta questo verbo ha la radice nella parola tres [=“tre”].
Dalla parola tribù derivò anche il termine tribuno, magistrato o funzionario che originaria mente doveva tutelare gli interessi della tribù. E poiché il tribuno parlava in genere da un luogo elevato o da una piattaforma, questa prese il nome di tribuna, nome da cui è a sua volta derivato il termine tribunale, l’edificio in cui oggi si celebrano i processi.
Anche i verbi attribuire e distribuire derivano da”tribù”, come pure il sostantivo tributo.
Quest’ultimo era un pagamento obbligatorio dovuto allo Stato dai cittadini, una tassa però che non veniva riscossa individualmente ma appunto per tribù (cioè, era la tribù intera a essere ritenuta responsabile dell’intero pagamento).
Oggi si parla di tributi, in generale, per indicare le imposte e le tasse dovute allo Stato e agli altri enti pubblici (Regione, Provincia, Comune).
Da questa parola ne derivano, di conseguenza, varie altre, come l’aggettivo tributario, che significa "relativo ai tributi dal punto di vista amministrativo e giuridico” (e infatti il diritto tributario si occupa delle leggi che riguardano imposte e tasse).
I romani erano divisi in grandi tribù, a loro volta suddivise in curi. Tutte erano comandate dai tribuni.
I tribuni erano magistrati o funzionari i cui incarichi erano concepiti in funzione appunto delle loro tribù.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email