Ominide 442 punti

Gli umanisti si resero conto di essere in una nuova epoca: il Rinascimento.

Rinascimento significava la consapevolezza di essere entrati in un'epoca culturale nuova. Nuova soprattutto rispetto al Medioevo, che gli umanisti giudicavano come un'età barbara e dominata dall'ignoranza. E' opportuno sottolineare che oggi questo giudizio negativo sul Medioevo è stato abbandonato.
Inizialmente il centro più importante dell'Umanesimo fu Firenze. Dopo il 1492, cioè dopo la morte di Lorenzo il Magnifico, fu Roma a diventare la capitale del Rinascimento.
Alla fine del Quattrocento la nuova cultura conquistò l'Europa. Molti artisti italiani diffusero il gusto rinascimentale andando a lavorare presso le corti straniere: come il grande Leonardo da Vinci, che dal 1517 fu ospitato dal sovrano francese Francesco I.

Il Rinascimento durò all'incirca fino alla metà del Cinquecento e fu una stagione ricchissima di conquiste culturali.Gli studi si svilupparono in tutti i settori del pensiero umano: l'arte,la letteratura,la scienza,l'urbanistica,la tecnica,la politica.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email