Cultura Ellenica - Dal III al I secolo

Il periodo che va dal III al I secolo è il periodo dell’ellenismo e il maggior centro culturale dell’epoca fu la città di Alessandria in Egitto.
I poeti ellenistici scrissero in una forma elegantissima; fra essi rammentiamo Callimaco di Cirene, Teocrito di Siracusa, Eronda di Coo.
Tra i filosofi di quest’epoca spicca Aristotele, il quale cercò di sistemare tutte le cognizioni del suo tempo in vaste opere riguardanti la filosofia, la fisica, la politica, le scienze naturali, la storia dell’arte. Altro importante filosofo fu Epicùro, il quale negò che l’anima dell’uomo sopravvivesse dopo la morte e sostenne che la felicità consiste nel tener lontani gli affanni. Fra gli scienziati ricorderemo Euclide, autore dell’opera «Elementi di geometria», che è un po’ la base di tutta la geometria ancora studiata nelle nostre scuole, ed Archimede di Siracusa, il quale inventò la vite idraulica, il paranco, il differenziale, enunciò i temi fondamentali della meccanica e dell’idrostatica, studiando fra l’altro la leva e i galleggianti. Calcolò il volume e la superficie della sfera e gettò le basi del calcolo con gli integrali.

Altro scienziato importante fu Ctesibio di Alessandria, il quale studiò la fisica del sifone ed inventò vari tipi di pompe; grande matematico e geografo fu Eratostene, il quale fu il primo a disegnare una carta geografica con meridiani e paralleli ed a calcolare la lunghezza del meridiano terrestre. Ipparco introdusse in geografia i concetti di latitudine e longitudine, Erofilo studiò il cervello umano, la circolazione del sangue, Erone inventò la prima macchina a vapore costruita dall’uomo.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email