Video appunto: Parigi all'inizio del XX secolo: gli Apache
Parigi all'inizio del XX secolo: gli Apache

All'inizio del XX secolo, l'intera società francese stava cambiando a un ritmo molto veloce, ma mentre da un lato c'era un enorme boom della scienza e della tecnologia, dall'altro la criminalità stava tenendo il passo con la modernità, mentre nel cuore della città sorgevano i bastioni e i sobborghi delle bande organizzate.

Sono chiamati "gli Apache" perché si comportano come gli indiani che attaccano l'uomo bianco (= attacco alla diligenza).

Gli Apache sono giovani di età compresa tra i 15 e i 20 anni, nati alla periferia di Parigi o nei quartieri periferici della capitale come Belleville, Ménilmontant, La Villette, Javel, la Glacière o Grenelle. Cresciuti in un ambiente povero, allontanati dai bei quartieri negli anni Sessanta e Settanta del XIX secolo dalle opere faraoniche del barone Haussmann, che rispondeva alla volontà di Napoleone III. L'imperatore voleva ripulire la città dalle periferie malsane che favorivano le rivolte popolari. La sera, queste bande si riversavano nei bistrot del centro, in rue Mouffetard o nelle Halles. Questi giovani erano vestiti in modo specifico e ordinato, anche se molto diverso dai borghesi facilmente ingannabili, che chiamavano "goncieri". Quello che hanno in comune è che di solito indossano stivali gialli, una camicia con il colletto sbottonato, una cintura di flanella rossa, pantaloni con zampe d'elefante (un'invenzione del sarto Bénard) e un berretto con il ponte. La nuca è rasata, la nuca è depilata, i capelli affilati all'indietro adorna la fronte con cappelli che catturano il cuore. Usano il gergo e si impegnano in ogni tipo di truffa. Praticano quello che chiamano "il trucco di Padre Francesco", cioè mettere una sciarpa di seta al collo della vittima da dietro e tenerla stretta. Quando sono in miseria e non hanno più credito, sono in miseria e non esitano a uccidere un amico per riempirsi le tasche di pi+ces da 20 o 5 franchi. Spesso gli Apache sono papponi: sono papponi mentre le loro mogli si prostituiscono ai clienti. Si sa che c'era una certa Amélie Hélie, che ha causato una vera e propria guerra tra due bande opposte... ma molto più difficile è la lotta delle forze di polizia contro i banditi.
Nel 1920, la parola "Apache" cadde in disuso quando la Grande Guerra spazzò via gran parte della gioventù del paese. Per un po' di tempo è stata eseguita la danza Apache, una sorta di java acrobatico, ma solo sul palco dei cabaret.