mirym di mirym
Ominide 36 punti

Caratteristiche generali del Neoclassicismo-Architettura neoclassica

Il Neoclassicismo in storia dell’arte comprende il periodo che va dalla metà del 700 fino al Congresso di Vienna, nel 1814, che segna la fine dell’epoca napoleonica. Il termine Neoclassicismo fa comprendere che la prima finalità degli artisti di questo periodo era quello di ritornare alla grandezza universalmente riconosciuta dalle opere dell’antichità classica (comprendendo l’età greca, romana e ravennate). Il Neoclassicismo è la prima corrente storica -artistica che non nasce dagli artisti bensì dalle teorizzazioni di alcuni letterati e storici dell’arte tra i quali il più importante fu Winckelmann. Questi, facendo riferimento all'aneddoto del pittore di età classica, Zeusi, che per raffigurare Venere si era ispirato alle parti anatomiche di sette diverse modelle, ne aveva desunto che la bellezza ideale non si trovava in natura bensì solo nella mente degli artisti. Per Winckelmann la capacità di selezionare il bello in natura si era già persa con la fine della classicità e l’unica maniera per raggiungere il bello ideale era imitare le opere antiche. Per tale ragione sorsero in tutta l’Europa le accademie neoclassiche nelle quali vi era una sala, la Gipsoteca, era destinata a contenere le copie in gesso delle principali statue antiche allora conosciute. I giovani apprendisti artisti si esercitavano a riprodurre tali statue. Il Neoclassicismo si diffuse rapidamente in tutta Europa e in seguito anche al di fuori.

Il periodo neoclassico si può dividere suddividere in due sottoperiodi facendo riferimento alla storia della Francia: il periodo pre- rivoluzionario e rivoluzionario, comprendente anche l’epoca del terrore e il periodo napoleonico. Durante il primo si faceva riferimento all’epoca monarchica e repubblicana romana e all’arte greca, mentre durante il secondo si faceva riferimento al periodo imperiale romano e per tale ragione questo periodo prende il nome stile impero.

Architettura neoclassica

L’architettura muta notevolmente a seconda della nazione. In Francia, a esempio, viene costruita la chiesa della Madeleine, edificio dedicato alla grande armèe. Esso riprende le forme di un tempio periptero (circondato da una fila di colonne) di enormi dimensioni poiché al suo interno non si trovava la cella riservata al sacerdote nei templi dell’antichità bensì un grande ambiente in cui raccogliere tutta la comunità dei fedeli. La stessa concezione della grandeur, tipicamente francese, si ritrova nell’Arco di Trionfo ispirato agli archi di trionfo romani, ma con dimensioni maggiori. In Germania il riferimento neoclassico era invece prevalentemente rivolto verso l’arte greca come si può cogliere nel grande Walhalla oppure nella Porta di Brandeburgo di Berlino che riprende la forma delle porte monumentali (propilei) micenee e greche. Invece in Italia fu costruito il Teatro della Scala a Milano da Giuseppe Piermarini.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email