Video appunto: Ghiberti, Lorenzo - Vita

Lorenzo Ghiberti



Lorenzo Ghiberti nacque e morì a Firenze rispettivamente nel 1378 e nel 1455.
Egli fu un uomo dell'Umanesimo poiché non si limitò ad un mestiere, ma si incuriosì e praticò più lavori; fu un orafo, uno scultore, un pittore, un architetto, un letterato ed un collezionista di antichità.

La sua fama, però, è data soprattutto dalle sue sculture in bronzo.

Ghiberti fu un artista che non si è limitato neanche in una determinata corrente artistica: infatti, le sue opere si muovono tra il Gotico ed il primo Rinascimento di Firenze e ne fu uno dei padri fondatori insieme a Filippo Brunelleschi.
Egli ebbe una bottega che più egli divenne famoso, e più quest'ultima venne frequentata da artisti come Masolino, Donatello e Paolo Uccello.
Nel corso della sua carriera artistica lavorerà quasi esclusivamente per l'associazione che riuniva i più ricchi membri della borghesia, denominata "Arti Maggiori".
Ghiberti svolse il suo apprendistato di artista a Firenze, nella bottega del padre, l’orafo Bartolo, dove apprese le tecniche e lo stile dell’oreficeria toscana tardogotica.
Le sue opere più famose sono: La Porta Nord, le tre Statue per Orsanmichele,ed infine, la Porta del Paradiso.
Molto popolare fu la sua nemesi con l'artista, sempre fiorentino, Filippo Brunelleschi.