Ominide 165 punti

Movimenti precedenti al Romanticismo


Rococò (1730-1750):
• Origini: Frutto del desiderio di “ridecoro” dell’aristocrazia francese, dovuto al trasferimento de re a Parigi. Si tratta di uno stile profano, eccetto in Austria.
• Stile: ornamentale, leggero, luminoso, e ricco di elementi decorativi (tra cui oro e porcellane)
• Temi: legati alla vita di corte e alla scuola di Arcadia
• Pittura:
1. Tipologia: ritratto, paesaggistica, pastorali, scena galante, vedutismo e capriccio.
2. Colore: delicato e pastello
3. Linea: curvilinea, spirale e serpentina.
• Scultura:
1. Tipologia: principalmente porcellana e stucco, ma anche marmo. Decorativa.
2. Temi: amore e gioia, natura
3. Linea: curva e asimmetrica.
Architettura:
1. Tipologia: sopprime le divisioni architettoniche, e predilige materiali plastici come lo stucco e il legno scolpito. Principalmente palazzi cittadini.


Barocco (XVII secolo):
• Origini: arte sacra, in opposizione all’arte classica e rinascimentale.
• Stile: illusione in tutti gli ambiti, ricchezza apparente ma non reale.
• Temi:
• Pittura:
1. Composizione e spazio: Horror vacui
2. Tipologia: soprattutto affresco
3. Spazio: vista come dall’alto verso il basso, prospettiva utilizzata per ricreare un’illusione spaziale.
• Scultura:
1. Imitazione nel marmo di materiali più morbidi, illusione.
2. Tipologia: soprattutto monumenti urbani
• Architettura:
1. Tipologia: soprattutto chiese e palazzi
2. Stile: eccessivamente decorativa, forme plastiche, effetto scenografico
3. Linea: plastica e sinuosa, curva.
4. Luce: modella le superfici murarie con un’alternanza di peni e vuoti.

Neoclassicismo (fine 1700):
• Origini: nasce come ritorno all’arte classica, legandosi ai nuovi siti archeologici e all’Illuminismo.
• Stile: ricerca la semplicità delle forme, l’armonia e l’equilibrio.
• Temi: si ispira alla storia antica e romana, ma anche alla mitologia.
• Funzione: educativa, morale, l’artista partecipa alla vita pubblica

• Pittura:
1. Tipologia: imitazione degli antichi
2. Temi e contenuti: immagini di facile lettura, di contenuto etico e morale.
3. Spazio e forme: prospettive regolari, forme semplificate per far risaltare il personaggio
4. Colore: chiaro, veicolo dell’emozione
5. Luce: principalmente diffusa
6. Linea: viene utilizzato come strumento privilegiato, e come veicolo di razionalità
• Scultura:
1. Temi: classici e mitologici. Non viene scelto il momento culminante dell’azione, ma quello precedente.
2. Forme: solitamente idealizzate
• Architettura:
1. Decorazione: le facciate si arricchiscono di frontoni (come ad esempio la Scala, oppure Villa Reale), vengono eliminate le nicchie e le rientranze. Il piano diventa liscio e razionale. Vengono privilegiati gli ordini classici. Le decorazioni si alleggeriscono e hanno uno stile unitario.
2. Colore: chiaro
3. Organizzazione: diventa più razionale. Viene introdotto il corridoio.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email