Donato Bramante nacque in provincia di Urbino nel 1444 e fa parte del rinascimento medio la cui caratteristica è quella dell'ammirazione delle opere classiche greche e romane.

Opere

Chiesa di Santa Maria presso San Satiro: é presente una volte a botte e dei lacunari (cassettoni medievali) sulla parete dietro laltare maggiore: c'è illusione ottica.

Tribuna della Chiesa di Santa Maria delle Grazie (interno ed esterno): fu costruita a 3 navate gotiche ma Bramante-incaricato dal duca Ludovico il Moro presso cui soggiornò dal 1477-abbattè la tribuna più antica. Vi è un grande vano cubico sormontato da 1 cupola con 2 absidi (strutture architettoniche a forma di nicchia semicircolare o poligonale sormontate da volte a quarto di sfera) laterali. All'esterno vi sono blocchi quadrangolari (le tribune), semicircolari (le absidi) e poligonali (la cupola).

Tempietto di San Pietro in Montorio: è a pianta circolare sormontato da cupola e circondato da una peristasi di colonne tuscaniche e sopra vi è una terrazza con balaustra. Oggi l'edificio è racchiuso in un cortile quadrangolare mentre prima era circolare per passare dal chiuso all'aperto. I 4 angoli del cortile sono traforati da nicchie (cavità ricavate nello spessore del muro e spesso hanno forme di semicilindro sormontate da un quarto di sfera) a trifoglio.

Pianta del Tempietto di San Pietro in Montorio: è a croce greca con 4 absidi semicircolari e sporgenti da 1 pianta quadrata. Inoltre ci sono 4 campanili angolari, 4 cupolette e 1 grande cupola centrale.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email