blakman di blakman
VIP 9176 punti

Edgar Degas, La famiglia Bellelli

A partire dal XIX secolo si affermò il ritratto d’ambiente: l’artista effigiava l’individuo all’interno della propria casa, in compagnia di amici o familiari, circondato dagli oggetti della sua quotidianità. Nella tela La famiglia Bellelli il pittore ha rappresentato il barone e la baronessa Bellelli insieme alle figlie nel salotto della loro abitazione. Con un taglio originale, da immagine fotografica, l’artista ha sciolto la rigidità tradizionale del ritratto: l’uomo, seduto in poltrona, ci da le spalle, la donna appoggia con grande naturalezza la mano sinistra sullo scrittoio. Con il colletto e il grembiule bianco inamidato, le due fanciulle spiccano all’interno della composizione: l’una rivolge lo sguardo verso lo spettatore, l’altra occupa il centro del quadro. Sebbene non siano più bambine in senso stretto, Degas ne ha mantenuto il legame con il mondo dell’infanzia: della ragazzina seduta si vede solo una gamba, poiché, come spesso fanno i bambini, tiene l’altra ripiegata sotto di sé. Dall’atmosfera calda e accogliente della stanza e dal gesto della madre che circonda con il braccio le spalle della figlia emerge il quadro d’insieme di un’infanzia serena e soprattutto protetta, al riparo dalle tempeste della vita.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email