Genius 21008 punti

Le nuove provincie


Nel 146 a.C. fu costituita la provincia di Macedonia (che comprendeva anche province buona parte della Grecia); nello stesso periodo fu distrutta definitivamente Cartagine, alla conclusione della Terza Guerra Punica (149-146 a.C.), che nella sua fase finale aveva avuto fra i protagonisti Scipione “Emiliano”, Il territorio cartaginese fu organizzato in una nuova provincia di Africa e in questo modo le province divennero sei, ma non fu aumentato il numero dei pretori: consoli e pretori che avevano governato una provincia vi rimanevano spesso anche l’anno successivo, come “proconsoli” o “propretori” (cioè consoli o pretori prorogati).
Scipione Emiliano represse con successo alcuni tentativi di ribellione che si erano verificati in Spagna (e conquistò la città di Numanzia nel 133 a.C.): l’espansione nell’area costiera del L’assestamento Mediterraneo era così completata. Roma aveva assoggettato le popolazioni più importanti di dell’egemonia questo bacino adottando una politica di allargamento progressivo della propria influenza: lo sul Mediterraneo Stato romano interveniva solitamente a sostegno della richiesta di aiuto di una nazione in difficoltà contro un’altra (secondo il modello del rapporto patrono/cliente su cui si basava la società romana) e solo in sporadiche occasioni ricorreva direttamente ai conflitti armati violenti; in molti casi, comunque, questi interventi si concludevano con la creazione di province assoggettate amministrativamente a Roma.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email