Strade, commerci e la religione di Zoroastro


Per rendere efficiente ed efficace la macchina burocratica e permettere un controllo più stretto sulle province nonché un rapido spostamento delle truppe, Dario fece ampliare l'imponente rete stradale, già voluta da Ciro il grande. Si trattava di strade lastricate che partivano dalla capitale Susa e si diramavano verso i centri amministrativi ed economici più importanti, sorvegliate giorno e notte da un nutrito corpo di guardie. Il sistema vario favorì inoltre il commercio, agevolando il viaggio delle carovane di mercanti dalle regioni dell'Asia fino alle coste del Mediterraneo e viceversa. Un complesso sistema di canali permetteva poi alle imbarcazioni di procedere agevolmente dal Mar Rosso verso il Mediterraneo. Per sviluppare e meglio regolare il commercio, Dario provvide infine all'unificazione dei sistemi di pesi e misure e alla coniazione delle prime monete: i siclo d'argento e il darico adoro.

In origine la religione persiana era segnata dalla qualità delle forze della natura e caratterizzata dall'assenza dell'antropomorfismo. I riti religiosi erano affidati a sacerdoti, i Magi, addetti soprattutto allo studio degli astri. A partire dal VII secolo a.C. il culto principale divenne quello rivolto al dio Ahura Mazda. Il Mazdeismo fu diffuso da Zarathustra, o Zoroastro, un predicatore vissuto nell'VII secolo a.C. Ahura Mazda era la divinità responsabile della creazione del mondo: egli rappresentava il bene e si contrapponeva al male, identificato con Ahriman. Secondo Zarathustra tutta la storia era dominata dalla lotta tra bene e male, ma il bene alla fine dei tempi avrebbe trionfato è il malvagi sarebbero stati puniti e i giusti destinati all'eterna felicità. Questa religione richiedeva dunque agli uomini di condurre una vita improntata alla giustizia, inoltre venivano identificati con le forze del male tutti coloro che si ribellavano all'autorità del sovrano, che rappresentava il dio in terra. Infine è una grande novità risiedeva nel rapporto diretto e intimo che il fedele instaurava con la divinità, senza la mediazione dei sacerdoti.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email