Terremoto: cosa fare durante e dopo una scossa

manliogrossi
Di manliogrossi

foto di terremoto centro Italia: cosa fare in caso di terremoto

Il lampadario che oscilla, il letto che sussulta e le ante dell’armadio che vibrano. Dopo 7 anni da quello dell’Aquila, e a pochi mesi da quello di Amatrice, oggi si sono registrati altri terremoti, fino alle 3 forti scosse di questa mattina ancora nel centro Italia. Ma cosa bisogna fare in questi casi? Ecco alcuni consigli utili da seguire durante e dopo una scossa sismica.

Scosse di terremoto: cerca un riparo


Se ti trovi in un luogo chiuso, la cosa più intelligente è non farsi prendere dal panico e cercare un posto dove mettersi al riparo. Ad esempio è consigliabile rifugiarsi sotto un tavolo, una scrivania o nel vano di una porta di un muro portante: sarai protetto da possibili crolli. Al contrario è bene evitare di stare vicino a mensole, oggetti pesanti e vetri che potrebbero caderti addosso ferendoti.

Terremoto: evita scale e ascensore


Le scale sono l’anello debole di un’abitazione in caso di terremoto: a causa di una scossa possono infatti facilmente crollare. Stesso discorso ma per motivi diversi, vale per l’ascensore che può bloccarsi a causa di mancanza di elettricità e quindi c’è il rischio di rimanere bloccati dentro.

Allontanati dagli edifici


Se ti trovi all’aperto cerca di ripararti in un luogo, come una piazza, lontano da edifici. In caso di terremoto è sconsigliabile infatti sostare in strade e vicoli a cui lati sono presenti palazzi o monumenti: potrebbero crollare!

 Cosa fare in caso di terremoto

In auto, non avvicinarti ai ponti


Se sei in auto durante una scossa di terremoto, cerca di allontanarti il più possibile da ponti e terreni a rischio frana, così come detto in precedenza, da strade che costeggiano palazzi. Cerca di dirigerti verso uno spiazzo o in una strada di campagna.

Meglio evitare la spiaggia


Se il terremoto si verifica mentre sei rilassato a prendere la tintarella in spiaggia, è meglio abbandonare subito il telo e scappare. Il pericolo infatti, come accaduto qualche anno fa in alcune zone dell’Asia, è che si verifichino onde tsunami.

Non giocare al piccolo esploratore né improvvisarti Derek Sheperd


Terminata la scossa di terremoto, non andare a curiosare in giro perché i crolli sono ancora possibili. Cerca invece di raggiungere i punti di primo soccorso individuati dai soccorritori. Se qualcuno dei tuoi familiari è ferito, ricorda che non è servito guardare Grey’s Anatomy per capire cosa fare. Quindi anziché improvvisarti Derek Sheperd, chiama il 118.

Lascia libere le linee telefoniche


Per evitare di intasare le linee telefoniche e rallentare così il sistema dei soccorsi, è preferibile evitare di chiamare amici e conoscenti per sapere le loro condizioni ma manda loro degli sms. Lascia che ad usare il telefono siano le persone che hanno bisogno di essere soccorse, o in alternativa usa i social.

Manlio Grossi

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta