Video appunto: Principali Caratteristiche dell'Acqua

Principali Caratteristiche dell'Acqua



Con il termine idrosfera si intende l’insieme delle acque presenti sulla Terra.
L’acqua sulla Terra si trova in tutti i suoi stati di aggregazione: liquido, come mari, fiumi o laghi; solido, come i ghiacciai; e gassoso, come il vapore acqueo.
Le acque dolci occupano solo il 3% del totale di acqua presente sulla terra, e si suddividono in:
Sotterranee, tra cui troviamo: falde, che sono delle riserve di acqua sotterranee; e sorgenti, che sono dei punti del terreno da cui spontaneamente sgorga acqua;
Superficiali, tra cui distinguiamo: fiumi, che sono dei corsi d’acqua alimentati da sorgenti o precipitazioni o dai ghiacciai; e laghi, che sono delle masse d’acqua che non scorrono mai, e sono spesso alimentati da un immissario e presentano un emissario con sbocco sul mare.


Le principali caratteristiche dell’acqua sono: punto di ebollizione a 100°, punto di fusione a 0°.
Nell'acqua, la penetranza della luce diminuisce all'aumentare della profondità. In base a ciò, in un ecosistema acquatico, distinguiamo:
Zona Fotica: cioè la zona in cui si ha un livello ottimale di luce tale da permettere l’attività fotosintetica degli organismi (piante e batteri) che occupano questa zona;
Zona Afotica: è la porzione dell’ecosistema dove non è presente (o è totalmente assente) la luce solare.
Meno luce penetra, meno l’acqua si riscalda, e ciò influenza la distribuzione della fauna marina.

Al di sotto della media di salinità, che è stata fissata intorno al 30%, troviamo le acque salmastre, esse si classificano in: Polialine, con una salinità compresa tra il 20 e il 30%; Mesoaline, con una salinità compresa tra il 20 e il 5%; e Oligoaline, con una salinità compresa tra il 5 e lo 0.5%.


Nell'ecosistema marino sono presenti vari tipi di organismi:
Plancton: costituito da organismi, piante (fitoplancton) e animali (zooplancton) che galleggiano negli strati superficiali;
Necton: costituito dagli organismi che sono sospesi negli starti intermedi, come squali, tartarughe marine, delfini, pesci;
Benthos: costituito da organismi che occupano gli strati più profondi, ad esempio le ostriche o le spugne.