Test TFA sostegno 2020, il decreto: date, posti e requisiti per accedere

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino
Docenti

Più di 20mila docenti specializzati per il sostegno. Il Miur ha pubblicato, sul proprio sito ufficiale, il decreto che autorizza l'avvio del quinto ciclo del Tfa sostegno. I posti a disposizione sono in totale 19.585 fra scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado. Numeri notevoli di posti a disposizione con oltre la metà al Sud, dove spicca il record della Sicilia: 4.6
75 posti di Tfa, di cui 2mila nella sola Messina.


Tfa sostegno, i requisiti d'accesso

Chi può partecipare? Per i docenti laureati bisogna avere laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso. Contemporaneamente bisogna avere i 24 crediti formativi universitari o accademici garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell'inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche. I diplomati Itp potranno accedere al corso specializzazione sostegno con il diploma senza l’aggiunta dei 24 cfu, così come previsto dal decreto 2020, che rimanda al decreto del 2019 in cui si prorogava fino al 2024/2025 il possesso dei nuovi requisiti.

Tfa sostegno, tutto sulla prova d'ingresso

Le prove di accesso si terranno nei giorni 2 e 3 del prossimo mese di aprile, precisamente:
  • 2 aprile 2020: al mattino prove scuola dell’ infanzia, pomeriggio prove scuola primaria;
  • 3 aprile 2020: al mattino prove scuola secondaria I grado, pomeriggio prove scuola secondaria II grado

Il test preliminare è costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne individua una soltanto. Almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale 0 (zero) punti. Il test ha la durata di due ore.

In caso di parità di punteggio prevale il candidato con maggiore anzianità di servizio di
insegnamento sul sostegno nelle scuole. In caso di ulteriore parità, ovvero nel caso di candidati che non hanno svolto il predetto servizio, prevale il candidato anagraficamente più giovane.

Accede alla prova scritta un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili in ogni singola sede più coloro che abbiano conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo degli ammessi. Sono altresì ammessi direttamente alla prova scritta i candidati con disabilità uguale o superiore all’80%.

La graduatoria degli ammessi al corso è formata, nei limiti dei posti messi a bando, dai candidati
che hanno superato la prova orale, sommando ai punteggi conseguiti nelle relative prove e i
titoli culturali e professionali (il cui punteggio ad essi attribuibile non può essere superiore a 10
punti complessivi)

Tfa sostegno, in cosa consiste il corso

Il Tfa sostegno, una volta, concluso, rilascia il diploma di specializzazione per le attività di sostegno.
Si tratta di un corso della durata minima di almeno 8 mesi che prevede l’acquisizione di 60 CFU suddivisi in:

  • 36 cfu – insegnamenti disciplinari (M-PED/03, M-PED/01, M-PSI/04, IUS/09, MED/39)
  • 9 cfu – laboratori
  • 6 cfu – tirocinio diretto
  • 3 cfu – tirocinio indiretto
  • 3 cfu – tirocinio indiretto con le TIC
  • 3 cfu – prova finale

Tutto ciò, in termini di impegno orario, equivale:

  • 288 ore di lezione degli insegnamenti disciplinari
  • 180 ore di laboratorio
  • 225 ore di tirocinio indiretto e diretto
  • 75 ore di tirocinio indiretto con le TIC

Le assenze sono accettate nella percentuale del 20 per cento di ciascun insegnamento e l’eventuale recupero potrà essere effettuato con modalità definite dai titolari degli insegnamenti.
Il corso è superato con il conseguimento di 60 crediti formativi universitari, da acquisire in non
meno di otto mesi, ed a seguito dell'esito positivo dell'esame. La valutazione complessiva finale è espressa in trentesimi ed è data dalla somma della media aritmetica dei punteggi ottenuti nelle valutazioni degli insegnamenti e delle attività laboratoriali e le attività di tirocinio diretto e indiretto, e dal punteggio ottenuto nell'esame finale.
I corsi dovranno concludersi entro il mese di maggio del 2021.
Potranno accedere e frequentare i corsi anche tutti gli idonei, i vincitori di più procedure e chi ha sospeso la frequenza di precedenti percorsi.
Skuola | TV
FARE LA SPESA IN QUARANTENA ft/ The Show #DISTANTIMAUNITI

Gli imperdibili consigli dei The Show portati su Skuola.net grazie al supporto di Google e Youtube ogni pomeriggio a partire dal...

31 marzo 2020 ore 15:00

Segui la diretta