Le 7 cose da non fare mai con lo smartphone

Vodafone
In collaborazione con Vodafone

Le 7 cose da non fare mai con lo smartphone

Con gli smartphone possiamo fare tutto ormai, grazie anche alle milioni di app scaricabili. Ma se non prestiamo abbastanza attenzione, anche il nostro fantastico telefono cellulare può riservarci qualche sorpresa non proprio piacevole. Sai di cosa stiamo parlando? Ecco qualche suggerimento per non ritrovarti nei guai!

7. Geolocalizzazione traditrice


Le applicazioni più efficienti presenti sul nostro telefono oggi dispongono di quella tecnologia che ci fornisce informazioni su dispositivi e persone senza costringerci a chiedere aiuto all'FBI: si chiama geolocalizzazione, utile se hai perso il telefono, ma fatale in caso sia usata da altre persone per sapere la nostra posizione! Fino a qualche tempo fa Facebook Messenger forniva la localizzazione della persona con cui si parlava… come mentire? Tuttora Facebook continua a localizzare i post e le foto che vengono messi online, quindi occhio a dire bugie al/alla proprio/a ragazzo/a, perchè potreste cacciarvi in un bel guaio!

6. Quando la condivisione è troppa


Si sa, oggi siamo così abituati a condividere tutto, che neanche ci chiediamo più se esista ancora una qualche forma di privacy. A parte i Social Network che fanno sapere tutto di tutti, un problema ben più grave di quello, per esempio, di non voler vedere il/la proprio/a ex, è il fatto che molte delle app che usiamo non dispongono di sistemi di crittografia adeguati a proteggere le informazioni che noi forniamo. Questo, infatti, è pane per i denti per gli attacchi hacker di massa: il rischio è vederci rubare le nostre informazioni o qualunque altra cosa condividiamo, come le foto. Il consiglio, allora, non è quello di non scattare foto da salvare in Google Drive o nell’iCloud del vostro telefono, ma di evitare di caricare foto private o intime.

5. E tu dove tieni il telefono di solito?


Quando non usi lo smartphone, dove lo tieni? In borsa? Nella tasca della giacca oppure in quella dei pantaloni? Non importa, l’importante è che non sia la tasca posteriore dei jeans: anche se potresti sembrare attraente come gli attori di Gioventù bruciata, questa abitudine potrebbe rivelarsi fatale quando ti troverai in bagno... e pluff! Per calarti i pantaloni il telefono finisce nel water, o nel migliore dei casi cade sulle mattonelle con il rischio di rompere i cristalli liquidi dello schermo!

4. Smartphone e benzina: mai stati amici


Ti capita mai di fare benzina ad un distributore, ricevere una chiamata in quel preciso istante e magari di rispondere anche? Beh, se stai leggendo sei stato fortunato! Scherziamo... non è così tragica la situazione! Ma la chimica ci spiega cosa succede se una goccia di benzina arriva a bagnare la persona che in quel momento riceve una chiamata sul telefono: le onde elettromagnetiche emesse dal dispositivo potrebbero far nascere una scintilla in grado di causare un’esplosione di quelle che di solito vediamo nei film americani! Saputo ciò, ora non agitarti e non metterti a gridare contro chiunque intorno a te stia usando il telefono mentre mettete il carburante… quello di cui ti stiamo parlando è un caso raro! Però siamo sicuri che la persona che ti sta chiamando può aspettare qualche minuto in più, per non far diventare voi l’uno su un milione.

3. È disponibile un nuovo aggiornamento


Uno degli errori in cui sicuramente sei caduto è quello di dimenticare di scaricare gli aggiornamenti delle applicazioni e dei software: un po’ perché la memoria è piena - e gli hacker ci aspettano sulla soglia dei database online -, un po’ perché ci piace la versione che abbiamo, finiamo per essere tutti un po’ colpevoli! In realtà è necessario fare gli aggiornamenti, perchè le nuove versioni hanno funzionalità migliori e soprattutto sono molto più sicure.

2. Caricabatterie: a ciascuno il suo


A parte gli iPhone, che hanno l’attacco del caricabatterie diverso dalle altre marche, in genere i caricabatterie sono diventati universali: può capitare che quello del Samsung carichi uno Huawei.
Questa favola è in realtà l’unghia che graffia sulla lavagna per tutti gli esperti di telefoni: non solo è sbagliato, ma in alcuni casi potrebbe danneggiare il dispositivo o addirittura incendiarlo! Sì, avete letto bene: quindi state attenti all’amperaggio del caricabatterie, che deve corrispondere a quello del vostro smartphone.

1. Occhio ai Giga


Cercare informazioni su Google, condividere le foto, usare le chat per parlare con gli altri, chiedere al navigatore di trovare un buon ristorante vicino alla vostra posizione… queste semplici azioni richiedono un consumo di internet, indispensabile ormai per fare quasi ogni cosa! Quindi, tra i consigli che vi diamo, vogliamo concludere con l’errore più grande che possiate mai fare: rimanere senza Giga sul vostro smartphone! Ma non temete: per semplificarvi le cose, potete utilizzare Vodafone Shake - tramite l’App My Vodafone - che vi permetterà di non dovervi più preoccupare: infatti, in caso vi dovesse arrivare il tanto temuto SMS: “Ops! Hai terminato i tuoi Giga!”, vi basterà shakerare il vostro telefono, et voilà! Potrete scegliere di quanti Giga ricaricarvi. Semplice, no?

>> Vuoi sempre avere il massimo dal tuo smartphone? Non rimanere senza Giga, scopri Vodafone Shake!

Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità