Dall'università alla Formula 1: Valerio va veloce

Lorena Loiacono
Di Lorena Loiacono

 Dall'università alla Formula 1: Valerio va veloce

Passione e competenza, tanta forza di volontà e determinazione. Questa la ricetta giusta che ha portato Valerio Fino, 26 anni, a raggiungere un sogno. La scuderia di Formula 1.

Valerio, laureato in economia, è entrato di diritto nei “magnifici 4” stagisti di Red Bull on stage 2014, in collaborazione con Toro Rosso. Unico esperto in economia insieme ai suoi tre colleghi, tutti ingegneri.

Valerio, come sei arrivato a raggiungere il tuo sogno?
Ho partecipato ad una selezione partita online con una app, come fosse un gioco ho poi superato vari step raggiungendo la finale nella Factory di Faenza con 12 finalisti, 3 per ogni settore: quello elettronico, quello di cambi e sistemi, la produzione e gli acquisti.

Che tipo di competizione hai trovato?
Molto forte. Erano migliaia i partecipanti: lo stage è stato presentato in molte università quindi tutti i partecipanti avevano titoli ed esperienze importanti alle spalle.

Che tipo di formazione hai?
Ho una laurea in economia, conseguita alla Cattolica di Milano e un ‘esperienza di consulenza finanziaria a Boston di due mesi. Quindi conoscenza dell’inglese, che mi ha permesso di partecipare alla selezione, e preparazione tecnica per superare tutti gli step

Quindi la laurea ti è servita?
Certo. Parte tutto da lì.

Oggi di che cosa ti occupi?
Lavoro nell’ufficio acquisti della scuderia di Toro Rosso, per tutte le componenti della macchina. Quindi parlo tutto il giorno con i fornitori esteri e la conoscenza dell’inglese è fondamentale.

Una tua giornata tipo?
Sveglia alle 7, corro in ufficio e resto lì fino alle 18. Il lavoro da fare è tanto e non manca mai. Non serve acquistare solo le componenti per la macchina ma anche tutto il necessario per i vari uffici.

E la scuderia?
E’ quella la mia passione. Appena sono entrato in Toro Rosso sono andato respirare l’aria della scuderia e non c’è giorno che non passi lì a curiosare.

Sei un appassionato di Formula 1?
Si, da sempre. Da quando seguivo la Formula 1 con mio padre e lui mi parlava di Senna. Non mi ricordo di quando correva, ero ancora troppo piccolo, ma so tutto di lui dai racconti di mio padre.

Quindi hai unito passione e lavoro?
Si, sono molto fortunato. Quando ho letto di questa opportunità non potuto resistere.

Dove ti vedi nel futuro?
Lo stage, iniziato il 16 giugno, terminerà il 30 settembre ma spero che la mia esperienza qui in Toro Rosso possa continuare. Altrimenti seguirò l’altra mia passione, la consulenza finanziaria.

Un consiglio per i ragazzi che, come te, vorrebbero tentare di realizzare un sogno?
Serve preparazione e volontà. Rendersi disponibili a viaggiare e lavorare anche all’estero. Io sono di Bari e ho studiato a Milano per poi partire per Boston. Quindi io direi: mai porsi dei limiti, bisogna cercare la migliore opportunità senza precludersi nessuna strada.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta