TUTTAPPOSTO, dal cinema agli atenei: l’app del film contro i “baroni” entra nelle università

TuttAPPosto – Al Cinema
In collaborazione con TuttAPPosto – Al Cinema
tuttapposto il film

Coinvolgere studenti e docenti in una vera e propria “inversione di ruoli” grazie a una semplice app: è stato questo l’obiettivo del tour del film “TUTTAPPOSTO” che ha toccato alcuni tra i più importanti atenei italiani in questi giorni. Un divertente viaggio dal cinema alla realtà e viceversa: “TUTTAPPOSTO” è infatti sia il titolo del film che, attraverso l’ironia del comico Roberto Lipari, ci regala uno spaccato della realtà universitaria del nostro Paese, sia il nome dell’app ideata dal protagonista della pellicola, che si può scaricare anche sul proprio smartphone.



TUTTAPPOSTO: Il tour nelle università

Ed è stato proprio Roberto Lipari ad aver girato in tour per le città - con gli amici di Radio 105 e Skuola.net - con l’app che, nella finzione, viene creata per mettere a soqquadro (a fin di bene) l’ateneo, scagliandosi contro raccomandazioni, ipocrisie e “baroni”.
Dopo Milano, dove ha avuto inizio il tour lo scorso 10 settembre, è stata la volta del Politecnico di Torino l’11, poi dell’Università Sapienza di Roma il 13. Quindi, l’attore è tornato nella sua Sicilia, all’Università di Catania il 16 settembre. A grande richiesta, visto il successo del tour, è stata poi aggiunta una nuova tappa all'Università di Palermo il 17 settembre, con cui si è concluso il tour.
Durante queste date ha incontrato e intervistato gli universitari, chiedendo loro di esprimere la propria opinione sull’ateneo che frequentano ogni giorno e di denunciare ciò che vedono di sbagliato al suo interno. E hanno potuto farlo in maniera anonima, grazie a una buffa maschera che Roberto ha donato loro e che ritrae proprio il suo viso.
In questo modo, ci ha davvero “messo la faccia”!
La divertente iniziativa è stata seguita passo passo dai profili social sia di Roberto stesso, che della Medusa Film, la casa di distribuzione del film, anche con divertenti Stories su Instagram, la piattaforma più amata dagli studenti.



Università e prof da “recensire”? Si può (davvero) con TUTTAPPOSTO

Il tour si è concentrato sull’app intorno a cui ruota il film, “TUTTAPPOSTO”, dal 3 ottobre al cinema. L’applicazione, ideata proprio dal comico, è una sorta di raccoglitore di recensioni dei docenti di tutta Italia: “Esattamente come Tripadvisor ha costretto le cucine a migliorarsi...è arrivato il momento di migliorare l’istruzione italiana e sconfiggere il baronato.” ha dichiarato Lipari.
La sorpresa è che l’applicazione è realmente scaricabile da App Store e da Google Play, pronta per essere usata da matricole e laureandi degli atenei italiani per valutare l’operato dei loro professori.

TUTTAPPOSTO, il film dal 3 ottobre al cinema

Il passo dalle università alle sale è breve: mancano pochi giorni all’uscita del film “TUTTAPPOSTO” al cinema. La trama, come accennato, ruota attorno al concetto di meritocrazia all’interno delle università, che si sarebbe ormai perso. Roberto Lipari e i suoi compagni di corso decidono quindi di creare l’applicazione per poter abbattere il sistema corrotto di raccomandazioni e nepotismo.
Così, tra ironia, satira e colpi di scena, i ruoli nell’università dove si svolge la storia si invertono sotto gli occhi degli spettatori, che si troveranno davanti professori pronti a tutto, anche ad essere onesti, pur di collezionare voti alti.
Lipari è la mente dietro tutto il progetto: non è solo il protagonista, ma anche lo sceneggiatore nonché ideatore del soggetto. Al suo debutto assoluto al cinema, il comico non sarà di certo solo. Nel cast anche Monica Guerritore, Ninni Bruschetta, Sergio Friscia, Silvana Fallisi, Paolo Sassanelli, Maurizio Marchetti e Luca Zingaretti, che interpreta il magnifico rettore dell’università e padre di Roberto. Sarà proprio lui uno degli elementi decisivi per far sì che la lotta contro le scorrettezze possa compiersi all’interno dell’ateneo da lui gestito. Oltre all’app “TUTTAPPOSTO”, naturalmente.
Potrebbe Interessarti
×