L'Erasmus è rosa, le ragazze partono di più. Il paese più amato? La Spagna

Boom di partecipazione all'Erasmus. In base ai dati forniti dell'Indire, nel 2017, in Italia si sono registrati 60.000 scambi Erasmus tra arrivi e partenze: 36.000 gli studenti partiti dalle nostre università e oltre 25.000 (+10%) i giovani europei che hanno scelto il nostro Paese per un’esperienza Erasmus, motivati dall’aspetto linguistico, culturale e soprattutto dall’offerta formativa dei nostri atenei. Per il prossimo anno accademico, 2018/2019, ci sarà una crescita del 10% delle borse di studio sia nell’ambito dello studio sia nel traineeship, con un budget a disposizione per l’Italia pari a più di 76 milioni di euro. Ci sarà l’introduzione del tirocinio e l’incremento del contributo che sale a 700 euro mensili per gli studenti in partenza e 850 euro mensili per gli stranieri in entrata.


Erasmus in rosa

Dal 1987 ad oggi, quasi 500mila studenti italiani hanno viaggiato in Europa con il Programma Erasmus. Di solito il ragazzo che sceglie di partire ha un'età media di 23 anni, che diventa 25 per un tirocinante. Nel 59% dei casi è una studentessa, valore che sale al 63% quando si tratta di uno stage in azienda. Spagna, Francia, Germania, Regno Unito e Portogallo sono i Paesi con i quali si effettuano più scambi per studio, con una permanenza media di 6 mesi; gli studenti che svolgono tirocini in media restano 3 mesi e mezzo. Per quanto riguarda gli studenti in arrivo, i principali paesi di provenienza sono Spagna, Francia, Germania, Polonia e Turchia.

L'Erasmus permette di effettuare un periodo di studi che varia da 3 a 12 mesi presso una università europea, nell'area disciplinare che più interessa. Le attività consentite sono frequenza di corsi, sostenimento di esami e la preparazione della tesi. Da quest'anno è possibile effettuare più volte la mobilità Erasmus+, fino ad arrivare ad una somma massima di 12 mensilità per ciascun ciclo di studio (laurea triennale, laurea magistrale e dottorato) e 24 mensilità per le lauree a ciclo unico. Nel calcolo delle mensilità complessive effettuate o da effettuare vanno inserite anche le eventuali mobilità Erasmus for traineeship.

Aperta anche ai docenti

L'esperienza Erasmus, da tre anni, inoltre, è aperta anche ai docenti, educatori e responsabili di laboratorio. Sempre più insegnanti, infatti, vogliono fare un'esperienza di insegnamento o corsi di formazione all'estero. Le regioni più attive per gli "Erasmus docenti" sono Emilia Romagna, Sicilia e Puglia. Le mete preferite? Regno Unito, Irlanda, Spagna e Francia.
Skuola | TV
Il tradimento? Ecco come scoprirlo!

Assieme ai nostri psicosessuologi cercheremo di esplorare questo fenomeno così complesso e capire cosa spinge alcune persona a tradire. Non perdere la puntata!

14 novembre 2018 ore 16:30

Segui la diretta