Estate post-lockdown: ecco le 10 regole per sopravvivere alle vacanze, tra social e socialità

Telefono Azzurro 114
In collaborazione con Telefono Azzurro 114
teenager

Una nuova 'normalità', sociale e digitale, dopo lunghi mesi di chiusura delle scuole e di relazioni (a eccezione di quelle con i familiari) gestite essenzialmente 'a distanza': è quella che chiedono milioni di ragazzi. Un tema fondamentale ma, al tempo stesso, molto delicato, che bisogna affrontare con attenzione. Ora che è possibile tornare a uscire, pur sempre con le dovute cautele, come "disintossicarsi" dalla scorpacciata di tecnologia e come riabituarsi a una nuova normalità, in cui molto è cambiato? Di cosa fare tesoro dell'ultimo periodo e cosa invece è meglio evitare? Quali sono i possibili rischi a cui i più giovani sono esposti e quali sono i consigli per vivere al meglio queste vacanze e, contemporaneamente, prepararsi psicologicamente per il ritorno a scuola a settembre, con tutte le sue novità? Sono queste le domande a cui ha provato a dare risposta Francesca Scandroglio, psicologa del Centro Studi, Ricerche e Sviluppo di Telefono Azzurro nell’ambito del progetto “Digital Coach”, una iniziativa realizzata con Skuola.n
et, Sapienza Università di Roma e la collaborazione del Ministero dell’Istruzione. Ecco quindi il decalogo per adolescenti e genitori per ritrovare gli equilibri che sono venuti meno durante il lockdown.

1. Dimostra tutto il tuo affetto agli amici

Finalmente hai potuto rivedere i tuoi amici. Il periodo che abbiamo passato ci ha insegnato che le relazioni sono tra le cose più importanti che abbiamo: fai sapere ai tuoi amici che ti sono mancati!

2. Ritrova i tuoi spazi

Gli scorsi mesi ci siamo così abituati a vivere la nostra quotidianità in casa che adesso, a volte, preferiamo starcene seduti sul divano! Uscire e crearsi degli spazi di autonomia fa bene: con le dovute accortezze, organizza la tua giornata prevedendo anche dei momenti all’aria aperta.

3. Cura il tuo benessere fisico

Mens sana in corpore sano! Ascolta i segnali del tuo corpo, mangia in modo sano e equilibrato e riprendi a fare attività fisica. All’inizio può essere difficile, ma ti sentirai subito meglio e pieno di energie.

4. Fai tesoro del difficile periodo del lockdown

Cosa ti porti a casa di positivo da questa esperienza in quarantena degli scorsi mesi? Prova a stilare una lista di cose che hai imparato (dall’improvvisarsi pizzaiolo in casa, al giocare con tuo fratello o tua sorella, al regolarsi in modo autonomo tra scadenze scolastiche e compiti a distanza).

5. Rivedi il tuo rapporto con la tecnologia

Nel lockdown, molti di noi hanno vissuto incollati allo schermo di un computer, di un televisore, di un telefono. Senti ancora il bisogno di essere sempre connesso/a? Ti senti perso/a se non sei davanti al device? Rifletti sul tuo rapporto con il digitale, e chiediti se trascorri troppo tempo online

6. La vita reale è meglio dei videogiochi

Negli scorsi mesi ti sei trasformato/a un giocatore/trice professionista e il gaming è diventato il passatempo che ti accompagna fino a notte fonda? Inverti la rotta e cerca di ricordare a te e agli altri che il gioco è innanzitutto una fonte di svago. Quando diventa un pensiero fisso e una “realtà parallela”, significa che è il momento di prendere una pausa.

7. Posta e condividi con saggezza

Soprattutto in estate, la voglia di rendere gli altri partecipi della nostra quotidianità può trasformarsi in un “oversharing”, ovvero nella condivisione di troppe informazioni nell’online. Se stai postando troppo, fermati e chiediti se è una cosa che ti farebbe piacere vedere anche a distanza di anni.

8. Usa Internet soprattutto per imparare cosa nuove

A proposito di digitale, fai tesoro delle esperienze educative di questi mesi. Sbizzarrisciti sul Web nella ricerca di attività stimolanti, come per esempio la possibilità di visitare virtualmente i musei, oppure assistere a una serata di teatro online. Adesso che sei un vero e proprio esperto, potresti anche coinvolgere i tuoi nonni e trascorrere del tempo assieme.

9. Back to school: con il tempo tutto tornerà normale

Al pensiero del rientro a scuola dopo tanto tempo, alcuni non vedono l’ora, altri sentono un po’ di stress, o entrambe le cose. È vero, la situazione sarà un po’ cambiata, ci saranno nuove abitudini da imparare, ma piano piano troverai gradualmente un equilibrio, in completa sicurezza.

10. Non farti prendere dall'ansia, parlane con qualcuno!

È normale sentirsi preoccupati o un po’ agitati, soprattutto in questa fase di ripresa e dopo i mesi particolari che abbiamo vissuto. Non esitare a rivolgerti a un tuo amico o a un adulto di fiducia, come un genitore o un insegnante. Se hai bisogno di aiuto e supporto, contatta il numero gratuito 1.96.96 di Telefono Azzurro, disponibile anche via chat sul sito www.azzurro.it.