blakman di blakman
VIP 9176 punti

Da Nicolay Korsakov

La suite sinfonica Sheherazade, da "Le mille e una notte", dietro specifica indicazione dell'autore, non vuole dipingere in musica le storie cui fa riferimento, bensì intende evocare atmosfere e suggestioni d'oriente. La partitura inizia citando la storia della principessa Sheherazade: il sultano Shahriar, persuaso della falsità e dell'infedeltà delle donne, aveva giurato di far uccidere tutte le sue mogli, dopo la prima notte di nozze. Ma la sultana Sheherazade riuscì a salvarsi grazie alle storie che gli raccontò nel corso di 1001 notti.
Spinto dalla curiosità, il sultano rimandava di giorno in giorno l'esecuzione della donna, giungendo alla decisione di rinunciare alla sua idea sangiunaria. Sheherazade raccontò al sultano storie meravigliose. Per i suoi racconti ella si servì di versi di poeti e di parole di canzoni popolari, combinando tra loro fiabe e avventure.

La suite è in quattro parti e c'è il violino che fa da filo conduttore con una melodia ricorrente che rappresenta Sheherazade nell'atto di raccontare le sue ammalianti e belle storie. La terza parte ha come titolo "Il giovane principe e la giovane principessa" e, nei suoi due temi teneri e giocosi, evoca con delicatezza questi due personaggi da fiaba.

Il pezzo è cosi strutturato:

- il primo tema viene introdotto dal violino;
- Il secondo tema viene introdotto dai corni,clarinetto e dal flauto.

Dopo un crescendo orchestrale, che preannuncia la sezione finale, vengono riprodotti i due temi.

Hai bisogno di aiuto in Musica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017