Maturità 2019 seconda prova Turismo: guida, tracce, materie

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi


I giovani maturandi iniziano a sentire l'ansia che avanza per gli esami imminenti. Infatti anche se l’anno scolastico ha preso il via mesi fa, molti sono ancora i dubbi, le incertezze e le speculazioni sulla nuova Maturità 2019 che partirà dal prossimo giugno 2019. Solo ora il Ministero dell’Istruzione sta piano piano iniziando a rilasciare le comunicazioni ufficiali per definire e delineare l’esame di Stato così che esso possa prendere definitivamente forma. Per ora è stata fatta luce sulle prime due prove scritte; il 4 ottobre è uscita una circolare del Miur in cui venivano anticipati i cambiamenti alla prima prova scritta. Mentre da lunedì 26 novembre 2018, sempre sul sito del Miur, è visibile la circolare che annuncia i molti cambiamenti alla seconda prova, e rende ufficiali quelli già comunicati sulla prima. Una volta assimilati i cambiamenti che rinnovano la prima prova d’esame, ora è tempo invece di far luce sulla nuova seconda prova che prenderà il via dal 20 giugno 2019.
Originariamente questa seconda prova era dedicata a testare le conoscenze specifiche sulla materia di indirizzo di ogni istituto, invece ora sembra che possa diventare una prova multidisciplinare a partire da giugno 2019.
Una notizia che cambia strutturalmente diversi aspetti della prova e che ha generato panico e confusione in molti studenti, con potenziali conseguenze catastrofiche. Andiamo quindi a vedere cosa si troveranno ad affrontare gli studenti dell’Istituto Tecnico Turismo.




Seconda prova Maturità 2019: Turismo materie caratterizzanti


Le materie che gli studenti dell’Istituto Turismo si potrebbero trovare in seconda prova sono:
  • Discipline Turistiche e aziendali;

  • Lingua inglese;

  • Seconda lingua comunitaria.


  • Se la prova risulterà riguardare più materie, il Ministero dell’Istruzione provvederà a rendere tutta la prova pluridisciplinare.
    Andiamo ora a vedere nel dettaglio come saranno strutturate le prove per ogni materia caratterizzante.

    Seconda prova Maturità 2019: Turismo Discipline Turistiche e Aziendali


    La seconda prova dell’Istituto Tecnico Turismo con materia Discipline Turistiche e Aziendali farà riferimento alla gestione aziendale e al complesso fenomeno del turismo. Il maturando dovrà dare prova della sua preparazione su argomenti che vanno dalla promozione del Made in Italy alla globalizzazione dei flussi, alla costruzione di nuovi modelli di fruizione del turismo. La prova sarà articolata in due parti: una prima parte che tutti i candidati sono tenuti a svolgere e una seconda parte formata da quesiti che il maturando sceglierà sulla base del numero indicato nella prova.
    La prima parte della prova si baserà su una delle seguenti tipologie di traccia:
  • Analisi delle tendenze di sviluppo del turismo e proposta di soluzioni coerenti con le mutate dinamiche e le nuove figure professionali del settore turistico-aziendale, anche sulla base di documenti, tabelle e dati.

  • Esame di situazioni problematiche in contesti operativi del settore turistico-aziendale e formulazione di soluzioni tecnico-gestionali (caso aziendale).

  • Costruzione di proposte turistiche: i soggetti organizzatori, l’analisi della domanda, la tipologia dei prodotti, le relazioni con i fornitori dei servizi, le figure professionali coinvolte, le forme di coordinamento con i soggetti del territorio, le fasi della progettazione, esecuzione e gestione economico-finanziaria.

  • Elaborazione di un progetto finalizzato all’innovazione nella creazione di prodotti turistici e/o nella gestione dell’impresa turistica. Al candidato sarà chiesto di esplicitare gli obiettivi, le motivazioni, le ricadute innovative, la gestione economico-finanziaria.


  • Valutazione Seconda Prova 2018: Discipline Turistiche e Aziendali valutazione


    La seconda prova avrà come durata di svolgimento dalle sei alle otto ore di tempo. La prova sarà inoltre da quest’anno valutata dalla Commissione d’esame tramite una griglia ufficiale rilasciata dal Ministero dell’Istruzione per assicurare a tutti i candidati che i loro elaborati possano ricevere valutazioni più oggettive possibile. Ogni criterio ha un numero massimo di punti assegnabili, la somma totale di ogni punto darà il voto dell’esame di seconda prova. Ricordiamo inoltre che il punteggio massimo raggiungibile nella seconda prova scritta dell’esame è di 20 punti. Vediamo ora i criteri di valutazione, con relativo punteggio massimo accanto:
  • Padronanza delle conoscenze disciplinari relative ai nuclei fondanti della disciplina: 5 punti.

  • Padronanza delle competenze tecnico-professionali specifiche di indirizzo rispetto agli obiettivi della prova, con particolare riferimento all’analisi e comprensione dei casi e/o delle situazioni problematiche proposte e alle metodologie utilizzate nella loro risoluzione: 8 punti,

  • Completezza nello svolgimento della traccia, coerenza/correttezza dei risultati e degli elaborati tecnici e/o tecnico-grafici prodotti: 4 punti,

  • Capacità di argomentare, di collegare e di sintetizzare le informazioni in modo chiaro ed esauriente, utilizzando con pertinenza i diversi linguaggi specifici: 3 punti.


  • Seconda prova Maturità 2019: Turismo Lingua Inglese


    La seconda prova dell’Istituto Tecnico Turismo con materia Lingua Inglese sarà riconducibile a un livello di padronanza della lingua equivalente al B2. La prova si articola in due parti:

    1. Comprensione di due testi scritti, uno di argomento tecnico-professionale (continuo o non continuo) e uno di attualità, complessivamente di 1000 parole (10% in più o in meno), con risposte a 15 domande aperte e/o chiuse.

    2. Produzione di due testi scritti, uno di tipologia e genere afferente al settore di indirizzo, l’altro di tipo narrativo o descrittivo o argomentativo (ad esempio: articolo, recensione, relazione, saggio, ecc.) inerente al dominio pubblico, ciascuno della lunghezza di circa 300 parole.



    Valutazione Seconda Prova 2018: Lingua Inglese


    La durata di svolgimento della seconda prova, anche in caso di scelta da parte del Miur della materia Lingua Inglese, sarà dalle sei alle otto ore di tempo. E anche qui la prova sarà da quest’anno valutata tramite una griglia ufficiale rilasciata dal Ministero dell’Istruzione per aiutare la Commissione d’esame ad assegnare punteggi più oggettivi possibili. Ogni criterio ha un numero massimo di punti assegnabili, la somma totale di ogni punto darà il voto dell’esame di seconda prova. Ricordiamo inoltre che il punteggio massimo raggiungibile nella seconda prova scritta dell’esame è di 20 punti. Vediamo ora i criteri di valutazione, con relativo punteggio massimo accanto:
  • Comprensione del testo: 5 punti,

  • Interpretazione del testo: 5 punti,

  • Produzione scritta: aderenza alla traccia: 5 punti,

  • Produzione scritta: organizzazione del testo e correttezza linguistica: 5 punti.


  • Seconda prova Maturità 2019: Seconda Lingua Comunitaria


    Nella seconda prova dell’Istituto Tecnico Turismo con materia Seconda Lingua Comunitaria il maturando dovrà dare prova della sua preparazione su un livello linguistico pari al B2 del Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue.
    Anche questa materia avrà una prova divisa in due parti, che saranno:

    1. Comprensione di due testi scritti, uno di argomento tecnico-professionale (continuo o non continuo) e uno di attualità, complessivamente di 1000 parole (10% in più o in meno), con risposte a 15 domande aperte e/o chiuse,

    2. Produzione di due testi scritti, uno di tipologia e genere afferente al settore di indirizzo, l’altro di tipo narrativo o descrittivo o argomentativo (ad esempio: articolo, recensione, relazione, saggio, ecc.) inerente al dominio pubblico, ciascuno della lunghezza di circa 300 parole.



    Valutazione Seconda Prova 2018: Seconda Lingua Comunitaria valutazione


    Il tempo della prova sarà anche in questo caso dalle sei alle otto ore. La prova sarà inoltre da quest’anno valutata dalla Commissione d’esame tramite una griglia ufficiale rilasciata dal Ministero dell’Istruzione per assicurare a tutti i candidati che i loro elaborati possano ricevere valutazioni più oggettive possibile.
    Ogni criterio ha un numero massimo di punti assegnabili, la somma totale di ogni punto darà il voto dell’esame di seconda prova. Ricordiamo inoltre che il punteggio massimo raggiungibile nella seconda prova scritta dell’esame è di 20 punti. Vediamo ora i criteri di valutazione, con relativo punteggio massimo accanto:
  • Comprensione del testo: 5 punti,

  • Interpretazione del testo: 5 punti,

  • Produzione scritta: aderenza alla traccia: 5 punti,

  • Produzione scritta: organizzazione del testo e correttezza linguistica: 5 punti.


  • Nel caso in cui come discipline della seconda prova venissero scelte le due lingue, i testi di comprensione scritta saranno proposti uno in lingua inglese e uno nella seconda lingua comunitaria, così come le tracce per la produzione scritta saranno proposte per lo svolgimento una in lingua inglese e una nella seconda lingua comunitaria.
    Skuola | TV
    Buone vacanze ragazzi!

    La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

    1 ottobre 2019 ore 16:00

    Segui la diretta