Maturità 2019 Costruzioni Ambiente e Territorio ITCA: seconda prova e materie

manliogrossi
Di manliogrossi

Maturità 2019 Costruzioni Ambiente e Territorio ITCA: seconda prova e materie

La scorsa settimana anche per i maturandi dell’Istituto tecnico indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio (ITCA) è arrivata la comunicazione da parte del Ministero dell’Istruzione tanto attesa: quella relativa alla Maturità 2019. I ragazzi quindi hanno davvero tutte (o meglio quasi, visto che la materia della tanto temuta seconda prova verrà comunicata come di consuetudine a gennaio) le informazioni necessarie per affrontare l’esame di Stato. Per il momento gli studenti dell’Istituto Tecnico indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio possono riflettere sugli obiettivi, le caratteristiche e la struttura delle prove che si troveranno davanti a giugno. Cosa aspetti, corri a leggere tutto quello che c’è da sapere, non vorrai mica arrivare impreparato al grande appuntamento!

Maturità seconda prova 2019 Costruzioni Ambiente e Territorio: struttura e caratteristiche della prova

Per gli studenti dell’Istituto Tecnico indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio la seconda prova della Maturità 2019 farà riferimento a situazioni operative professionali in ambito edilizio e territoriale e potrà consistere in una delle seguenti tipologie:
-Soluzione, in manufatti edilizi di modesta entità, di problematiche relative alla progettazione in riferimento a nuove costruzioni e/o al recupero del patrimonio edilizio esistente.
-Risoluzione di problemi estimativi con riferimento a casi pratici e professionali inerenti i beni immobili e i diritti che li riguardano.
-Analisi ed elaborazioni dei dati del rilievo per la risoluzione di casi professionali.
La struttura della prova prevede una prima parte che tutti i candidati sono tenuti a svolgere, seguita da una seconda parte costituita da quesiti tra i quali il candidato sceglierà sulla base di un numero prefissato. La prova avrà una durata da sei a otto ore.

Maturità seconda prova 2019 Costruzioni Ambiente e Territorio: i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per Progettazione, Costruzioni e Impianti

Così come per gli altri indirizzi anche per l’Istituto Tecnico indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio il Ministero dell’Istruzione ha fornito i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi, per ogni materia caratterizzante, che potranno rientrare nella seconda prova di Maturità 2019. Ecco quali sono i nuclei tematici per Progettazione, Costruzioni e Impianti indicati dal Miur:
-Elementi delle costruzioni
-Norme, metodi e procedimenti della progettazione di manufatti edilizi e della gestione del territorio
-Documentazioni e procedure per le pratiche edilizie
-Lineamenti di storia dell’architettura
-Criteri e tecniche di analisi nei cadi di recupero e riutilizzo di edifici preesistenti
-Principi generali dell’architettura ambientale e sostenibile
Gli obiettivi invece sono:
-Essere in grado di analizzare le problematiche tecniche, urbanistiche e amministrative in relazione a manufatti di modeste entità e formulare proposte progettuali adeguate alle diverse tipologie edilizie e che rispettino le normative, intervenendo eventualmente anche nelle problematiche connesse al risparmio energetico nell’edilizia.
-Applicare i criteri e le tecniche più idonee nei casi di recupero e riutilizzo di edifici preesistenti di modesta entità.
-Individuare le problematiche, i criteri e le soluzioni tecniche da adottare per una progettazione edilizia sostenibile.
Sono questi i nuclei tematici e gli obiettivi tra i quali il Miur sceglierà per formulare la seconda prova che il prossimo 20 giugno gli studenti dell’Istituto Tecnico indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio. Se quindi sei consapevole che alcuni di questi non ti sono molto familiari, o meglio quasi non li conosci, ti conviene correre subito ai ripari. Approfittando del fatto che mancano ancora alcuni mesi alla Maturità 2019, è bene chiedere aiuto al tuo compagno secchione oppure alla tua prof. Fallo ora perché a maggio non avrai molto tempo per farlo.

Maturità seconda prova 2019 Costruzioni Ambiente e Territorio: i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per Geopedologia, Economia ed Estimo

Anche per la materia caratterizzante Geopedologia, Economia ed Estimo il Miur ha indicato i nuclei tematici fondamentali:
-Estimo immobiliare e fondiario
-Estimo legale e territoriale
-Catasto terreni e Catasto dei fabbricati e relative pratiche di conservazione
-Gestione e amministrazione immobiliare e condominiale, processo civile e arbitrato
Per quanto riguarda gli obiettivi invece:
-Risolvere casi pratici di stima, avendo la capacità di assumere, giustificare ed elaborare i dati secondo i principi dell’Estimo, conoscendo le regole della matematica, del calcolo finanziario e delle procedure estimative, giungendo a conclusioni motivate e complete con l’uso di un linguaggio corretto.

Maturità seconda prova 2019 Costruzioni Ambiente e Territorio: i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per Topografia

Così come per le altre materie caratterizzanti, anche per Topografia il Ministero dell’Istruzione ha fornito i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi della seconda prova della Maturità 2019. Per quanto riguarda i nuclei tematici fondamentali, sono:
Destinazione dell’area di poligoni
Metodi di individuazione analitica delle dividenti per il frazionamento di un apprezzamento di terreno
Documentazione catastale e normativa di riferimento
Metodologie e procedure per lo spostamento e la rettifica di un confine
Tecniche di calcolo degli spianamenti di terreno
Normativa e impiego delle procedure che riguardano la progettazione di opere stradali e il loro picchettamento
Metodologie di rilievo, in relazione anche all’utilizzo delle principali strumentazioni topografiche.
Per quanto riguarda gli obiettivi della prova, sono:
-Risolvere casi riconducibili alla pratica professionale facendo uso di strumenti matematici appropriati, di metodologie adeguate all’elaborazione dei dati forniti e di rappresentazioni grafiche idonee.

Maturità seconda prova 2019 Costruzioni Ambiente e Territorio: la griglia di valutazione

La novità assoluta di quest’anno è legata proprio alla griglia di valutazione: mai prima d’ora il Ministero dell’Istruzione aveva comunicato nella comunicazione inerente la Maturità. Tale griglia dovrà essere usata dai commissari per correggere la seconda prova dell’esame di stato. Accanto alle varie voci il Miur ha indicato i punteggi massimi che ogni studenti può raggiungere, il totale ammonta ovviamente a 20 punti. Per quanto riguarda la griglia di valutazione della seconda prova dell’Istituto Tecnico indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio ecco com’è composta:
-Padronanza delle conoscenze relative ai nuclei fondanti della disciplina, punteggio massimo 5
-Padronanza delle competenze tecnico-professionali specifiche di indirizzo rispetto agli obiettivi della prova, con particolare riferimento all’analisi e comprensione dei casi e/o delle situazioni problematiche proposte e alle metodologie utilizzate nella loro risoluzione, massimo 8 punti
-Completezza nello svolgimento della traccia, coerenza/correttezza dei risultati e degli elaborati tecnici e/o tecnico grafici prodotti, punteggio massimo 4
-Capacità di argomentare, di collegare e di sintetizzare le informazioni in modo chiaro ed esauriente, utilizzando con pertinenza i diversi linguaggi specifici, massimo 3 punti.
Skuola | TV
Il Vicepremier Matteo Salvini risponde agli studenti - #MeetMillennials

Con il Vicepremier e Ministro dell'Interno parleremo di attualità, scuola e molto altro. Curioso di scoprire cosa dirà? Non perdere la puntata!

17 dicembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta