Maturità 2019 Seconda prova Grafica e Comunicazioni: materie e guida

lucy.t.997
Di lucy.t.997

Nonostante l’anno scolastico abbia preso il via mesi fa, ancora non è stata fatta del tutto chiarezza per quanto riguarda la nuova Maturità 2019 in scena a partire dal 19 giugno, data della prima prova d’esame. Da ottobre il Ministero sta aggiungendo pezzi per completare il grande puzzle che formerà l’intero esame di Stato. La prima comunicazione significativa è arrivata solo il 4 ottobre, nella quale veniva annunciato lo stravolgimento della struttura della prima prova d’esame. E più di un mese dopo è arrivata finalmente la comunicazione sul futuro della seconda prova scritta, documento visibile sul sito del Miur. Prima di questa riforma la seconda prova era dedicata a testare le conoscenze specifiche sulla materia di indirizzo di ogni istituto, invece ora sembra che possa diventare una prova multidisciplinare a partire da giugno 2019.

Una notizia che cambia strutturalmente diversi aspetti della prova e che ha generato panico e confusione in molti studenti, con potenziali conseguenze catastrofiche. Andiamo quindi a vedere cosa si troveranno ad affrontare gli studenti dell’Istituto Tecnico Grafica e Comunicazioni.



Seconda prova Maturità 2019: Grafica e Comunicazioni materie caratterizzanti

Le materie che gli studenti dell’Istituto di Grafica e Comunicazioni si potrebbero trovare in seconda prova sono diverse in base all’indirizzo scelto dagli studenti. Gli indirizzi per questo Istituto Tecnico sono due:
  • Grafica e Comunicazioni,
  • Grafica e Comunicazioni opzione tecnologie cartarie.

  • Se la prova risulterà riguardare più materie, il Ministero dell’Istruzione provvederà a rendere la prova pluridisciplinare.
    Andiamo ora a vedere nel dettaglio come saranno strutturate le prove per ogni indirizzo.

    Seconda prova Maturità 2019: Grafica e Comunicazioni

    La seconda prova dell’Istituto Tecnico Grafica e Comunicazioni farà riferimento a situazioni operative di un contesto aziendale. Il candidato dovrà dar prova della sua preparazione in campo di analisi tecnologico-tecniche, decisione su processi produttivi, ideazione, progettazione e realizzazione di prodotti, individuazione di soluzioni e problematiche organizzative e gestionali tipiche di un’azienda.
    La prova sarà articolata in due parti: una prima parte che tutti i candidati sono tenuti a svolgere e una seconda parte formata da quesiti che il maturando sceglierà sulla base del numero indicato nella prova.
    La prima parte della prova si baserà su una delle seguenti tipologie di traccia:
  • Ideazione, progettazione di prodotti di comunicazione grafici e/o multimediali (anche con riferimento agli aspetti laboratoriali);
  • Individuazione e scelta dei processi tecnologici e dei materiali di produzione, per realizzare un elaborato già progettato (anche con riferimento agli aspetti laboratoriali).

  • Da sottolineare è che le due possibili tipologie sopra elencate potrebbero essere integrate fra loro.
    Per questo indirizzo le possibili materie della prova sono tre e sono:
  • Progettazione Multimediale;
  • Laboratori tecnici;
  • Tecnologie dei processi di produzione.
  • Andiamo a vedere insieme in cosa consisterà la prova nelle varie materie.

    Maturità seconda prova 2019 Grafica e Comunicazioni: i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per Progettazione Multimediale

    E’ compito del Ministero dell’Istruzione fornire all'interno delle indicazioni riguardanti la seconda prova i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per ogni materia caratterizzante. Andiamo quindi a vedere quelli di Progettazione Multimediale:
  • Progettazione del prodotto di comunicazione grafica e multimediale: dalla mappa concettuale alla costruzione dello storytelling in funzione del target e dei canali della comunicazione utilizzati.
  • Metodi e criteri di composizione: la psicologia e la grammatica della percezione in relazione alle teorie gestaltiche e alla teoria del campo.
  • Il corretto uso del colore: armonie e contrasti, psicologia e sinestesia del colore.
  • Conoscenze degli elementi di tipometria, storia ed evoluzione del carattere.
  • Criteri di leggibilità, visibilità e ritmo della composizione.
  • Elaborazione e costruzione dell’immagine ai fini comunicativi.
  • Software di grafica e animazione computerizzata: uso dei software come strumento di sviluppo della creatività.
  • Tecniche di progettazione per prodotti dell’industria grafica e multimediale: specificità progettuali legate al prodotto editoriale, cartaceo o multimediale.
  • Il coefficiente visivo di un’impresa; campagne integrate pubblicitarie.
  • Costruzione dell’immagine di un packaging; criteri di progettazione per prodotti interattivi veicolati attraverso strumenti digitali.

  • Mentre gli obiettivi della prova sono i seguenti:
  • Analizzare ed interpretare gli elementi evidenziati dal Brief e scegliere strumenti e materiali coerenti.
  • Progettare e gestire gli elementi della comunicazione in relazione ai diversi canali utilizzati.
  • Realizzare un prodotto grafico che risponda ai criteri della composizione.
  • Utilizzare in modo opportuno gli strumenti ed i software di settore.
  • Presentare il prodotto motivando le scelte progettuali e comunicative.
  • Maturità seconda prova 2019 Grafica e Comunicazioni: i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per Laboratori Tecnici

    Mentre invece di seguito potrete trovare riportati i nuclei tematici fondamentali per quanto riguarda la materia Laboratori Tecnici:
  • Strumenti, software e tecniche per l’acquisizione ed elaborazione di immagini e video.
  • Strumenti e software per la generazione di testi ed elementi vettoriali.
  • Formati di registrazione e loro uso corretto.
  • Unità di misura e corretto dimensionamento degli elementi grafici.
  • Gestione cromatica degli elementi coerentemente alle esigenze dei sistemi di output.
  • Strumenti e software per la gestione di prodotti mono o multi pagina.
  • Tecniche per la composizione di prodotti grafici complessi; impostazione del prodotto sul foglio di stampa (imposition).
  • Strumenti software per la produzione di edizioni digitali (e-book).
  • Il montaggio audio e video (dalla progettazione alla realizzazione); creazione di elementi animati per video e web.
  • Realizzazione dell’interfaccia grafica per un sito internet con software dedicati o con software di Content Management System.
  • Valutazione del prodotto: qualità del prodotto finito.
  • Definizione delle specifiche tecniche che il semilavorato deve possedere in funzione dell’utilizzo finale.

  • E di seguito invece potrete consultare gli obiettivi validi per questa materia:
  • Utilizzare gli strumenti e i software per la realizzazione e gestione degli elementi immagine/video, correttamente preparati per l’utilizzo all’interno di prodotti grafici e/o multimediali.
  • Utilizzare gli strumenti e i software per la realizzazione e gestione degli elementi vettoriali e di testo, correttamente preparati per l’utilizzo all’interno di prodotti grafici e/o multimediali.
  • Realizzare prodotti grafici e/o multimediali rispondenti alle specifiche di un progetto.
  • Fare le corrette scelte tecniche considerando le criticità della fase di realizzazione/produzione del prodotto richiesto.
  • Presentare il prodotto motivando le scelte effettuate in funzione dell’output e dell’utilizzo al quale sarà destinato.


  • Maturità seconda prova 2019 Grafica e Comunicazioni: i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per Tecnologie dei processi di produzione

    Anche per quest’ultima materia il Miur ha fornito alle scuole sia i nuclei tematici fondamentali che gli obiettivi da raggiungere. Andiamo quindi a vedere quelli di Tecnologie dei processi di produzione:
  • Tipologie dei prodotti della grafica e comunicazione: classificazione dei prodotti della comunicazione; caratteristiche funzionali, tecniche e comunicative.
  • Principali supporti e materiali utilizzati per la produzione: classificazione dei supporti cartacei per finitura superficiale; caratteristiche fondamentali e terminologia specifica.
  • Supporti non cartacei; accoppiati; scelta dei materiali in funzione delle esigenze del prodotto.
  • Impianti, attrezzature e flussi di lavoro dei processi produttivi dell’industria grafica e audiovisiva: classificazione dei processi produttivi.
  • Scelta del processo in funzione delle esigenze del prodotto; processi tradizionali e digitali; fasi operative, attrezzature e software specifici; figure professionali coinvolte.
  • Attività di controllo sul processo produttivo.
  • Valutazione della qualità del prodotto/servizio, del processo produttivo; criteri, metodologie e strumenti di valutazione.
  • Normative e certificazioni in merito alla qualità.

  • Mentre gli obiettivi della prova sono i seguenti:
  • Definire le caratteristiche/specifiche tecniche di un prodotto richiesto dalla prova d’esame in riferimento alle esigenze funzionali e qualitative indicate.
  • Scegliere i materiali più idonei alla produzione.
  • Stabilire il corretto flusso produttivo, indicando nella successione delle fasi operative, le attrezzature e i software necessari.
  • Ipotizzare rispetto al lavoro/progetto impostato, i costi da sostenere per la sua produzione.
  • Definire i criteri e i metodi di valutazione qualitativi del prodotto e del processo.

  • Valutazione Seconda Prova 2018: Grafica e Comunicazione

    Lo svolgimento di questa seconda prova avrà come durata dalle sei alle otto ore di tempo. La prova sarà inoltre da quest’anno valutata dalla Commissione d’esame tramite una griglia ufficiale rilasciata dal Ministero dell’Istruzione per assicurare a tutti i candidati che i loro elaborati possano ricevere valutazioni più oggettive possibile. Ogni criterio ha un numero massimo di punti assegnabili, la somma totale di ogni punto darà il voto dell’esame di seconda prova. Ricordiamo inoltre che il punteggio massimo raggiungibile nella seconda prova scritta dell’esame è di 20 punti.
    Vediamo ora i criteri di valutazione, con relativo punteggio massimo accanto:
  • Padronanza delle conoscenze disciplinari relative ai nuclei fondanti della disciplina: 5 punti.
  • Padronanza delle competenze tecnico-professionali specifiche di indirizzo rispetto agli obiettivi della prova, con particolare riferimento all’analisi e comprensione dei casi e/o delle situazioni problematiche proposte e alle metodologie utilizzate nella loro risoluzione: 8 punti.
  • Completezza nello svolgimento della traccia, coerenza/correttezza dei risultati e degli elaborati tecnici e/o tecnico grafici prodotti: 4 punti.
  • Capacità di argomentare, di collegare e di sintetizzare le informazioni in modo chiaro ed esauriente, utilizzando con pertinenza i diversi linguaggi specifici: 3 punti.

  • Seconda prova Maturità 2019: Grafica e Comunicazioni opzione tecnologie cartarie

    La seconda prova dell’Istituto Tecnico Grafica e Comunicazioni farà riferimento a situazioni operative in ambito tecnologico-aziendale. Il candidato dovrà dar prova della sua preparazione in campo di analisi tecnologico-tecniche, di scelta, di decisione su processi produttivi, di ideazione, progettazione e dimensionamento di prodotti, di individuazione di soluzioni a problematiche organizzative e gestionali tipiche di un’azienda.
    La prova sarà articolata in due parti: una prima parte che tutti i candidati sono tenuti a svolgere e una seconda parte formata da quesiti che il maturando sceglierà sulla base del numero indicato nella prova.
    La prima parte della prova si baserà su una delle seguenti tipologie di traccia:
  • analisi di problemi tecnico-tecnologici con riferimento anche a prove di verifica e collaudo;
  • ideazione, progettazione e sviluppo di soluzioni tecniche per l'implementazione di soluzioni a problemi tecnologici dei processi produttivi nel rispetto della normativa di settore;
  • sviluppo di strumenti per l’implementazione di soluzioni a problemi organizzativi e gestionali di attività produttive anche in sistemi complessi, nel rispetto della normativa e della tutela dell’ambiente.

  • Per questo indirizzo le possibili materie della prova sono tre e sono:
  • Tecnologie dei processi di produzione e laboratorio;
  • Impianti di cartiera e disegno;
  • Laboratori tecnici.

  • Andiamo a vedere insieme in cosa consisterà la prova nelle varie materie.

    Maturità seconda prova 2019 Grafica e Comunicazioni opzione tecnologie cartarie: i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per Tecnologie dei processi di produzione e laboratorio

    Come già visto per l’altro indirizzo, anche in questo caso il Miur ha fornito alle scuole sia i nuclei tematici fondamentali che gli obiettivi da raggiungere. Andiamo quindi a vedere quelli di Tecnologie dei processi di produzione e laboratorio di Grafica e Comunicazioni opzione tecnologie cartarie:
  • Procedimenti utilizzati nei processi di stampa.
  • Prodotti cartari e classificazione in rapporto alle problematiche tecnologiche di produzione.
  • Gestione dei principi della colorimetria in rapporto alle varie specificità cartarie.
  • La gestione dell’automazione, della sicurezza e del controllo di qualità di processi e prodotti grafico-cartario.

  • Mentre gli obiettivi della prova sono i seguenti:
  • Conoscere le varie fasi operative tipiche di un processo di stampa in relazione al supporto cartaceo utilizzato.
  • Applicare le norme tecniche ISO e in particolare quelle per “Tecnologia Grafica” con adeguata capacità operativa in rapporto al supporto di stampa.
  • Conoscere ed applicare i sistemi di regolazione e automazione vista la complessità dell’ambiente operativo cartario.

  • Maturità seconda prova 2019 Grafica e Comunicazioni opzione tecnologie cartarie: i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per Impianti di cartiera e disegno

    Anche per la materia di Impianti di cartiera e disegno sono stati diffusi dal Miur le linee guida e i nuclei tematici fondamentali su come sarà strutturata la prova scritta:
  • I processi industriali del settore cartario.
  • Nozioni di organizzazione e risultati economici di un’azienda cartaria.
  • Layout di un processo di produzione cartaria.
  • La rappresentazione grafica e la determinazione energetica per un impianto cartario.
  • La gestione dell’automazione e della sicurezza di un impianto cartario.

  • E invece di seguito potrete prendere visione degli obiettivi della prova:
  • Conoscere e applicare le fasi operative tipiche di un processo di realizzazione della carta (raffinazione, patinatura, controllo, ecc.).
  • Disporre adeguatamente i dispositivi di un processo produttivo e individuare appropriatamente gli elementi economici tipici, in rapporto alle competenze acquisite nel corso di complementi di matematica.
  • Conoscere e utilizzare norme UNICHIM relative al disegno di impianti del settore, mediante l’utilizzo di software avanzati, 3D CAD/CAM.
  • Applicare le procedure di calcolo di bilancio energetico e di massa impegnata per la produzione.
  • Predisporre adeguate condizioni di sicurezza nell’ambito dei sistemi di regolazione e automazione.

  • Maturità seconda prova 2019 Grafica e Comunicazioni opzione tecnologie cartarie: i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi per Laboratori Tecnici

    E per ultimo ecco i nuclei tematici fondamentali della materia di Laboratori Tecnici per l’opzione tecnologie cartarie:
  • Procedimenti e processi di realizzazione e elaborazione di prodotti filigranati.
  • Strumenti e impianti di riproduzione per i vari prodotti cartari: carte filigranate, carte valori, carta per la stampa, carta tissue, cartoncino.
  • Gestione di macchinari automatizzati per l’output di prodotti grafici-filigranati.
  • Metodi di misurazione e valutazione tecnologica dei prodotti realizzati.
  • Gestione della sicurezza e del controllo di processi di utilizzo di strumenti e programmi di acquisizione di immagini e testi per prodotti grafici-filigranati.

  • Mentre di seguito troverete i suoi obiettivi:
  • Conoscere le diverse fasi operative tipiche di un processo di realizzazione di un prodotto cartario.
  • Conoscere i macchinari (pantografi o software implementati specifici) per la grafica della filigrana e la sua realizzazione.
  • Applicare le pratiche della verifica dei prodotti.
  • Utilizzare i sistemi di acquisizione delle immagini e della riproduzione su carta.

  • Valutazione Seconda Prova 2018: Grafica e Comunicazioni opzione tecnologie cartarie

    La durata di svolgimento della seconda prova sarà dalle sei alle otto ore di tempo. Inoltre quest’anno, per la prima volta, per entrambe le articolazioni, per la valutazione della prova i commissari dovranno utilizzare una griglia di valutazione per attribuire il punteggio, e sommando tutte le seguente voci, si arriverà al voto complessivo, che prevede un massimo di 20 punti. Vediamo insieme quali sono i criteri per l’articolazione di enogastronomia opzione prodotti dolciari artigianali e industriali:
  • Padronanza delle conoscenze disciplinari relative ai nuclei tematici oggetto della prova e caratterizzante/i l’indirizzo di studi: 5 punti.
  • Padronanza delle competenze tecnico-professionali specifiche di indirizzo rispetto agli obiettivi della prova, con particolare riferimento all’analisi e comprensione dei casi e/o delle situazioni problematiche proposte e alle metodologie/scelte effettuate/procedimenti utilizzati nella loro risoluzione: 6 punti.
  • Completezza nello svolgimento della traccia, coerenza/correttezza dei risultati e degli elaborati tecnici e/o tecnico grafici prodotti: 6 punti.
  • Capacità di argomentare, di collegare e di sintetizzare le informazioni in modo chiaro ed esauriente, utilizzando con pertinenza i diversi linguaggi tecnici specifici secondo la normativa tecnica unificata di settore: 3 punti.
  • Skuola | TV
    I MARNIK ospiti della Skuola Tv!

    Emanuele Longo e Alessandro Martello, dj e producers, saranno gli ospiti della videochat di martedì prossimo! Non perdere la puntata!

    22 gennaio 2019 ore 15:30

    Segui la diretta