Ilaaa96 di Ilaaa96
Ominide 787 punti


 INTRO
“Il Grande Gatsby”, è un film diretto dal regista Baz Luhrmann e proiettato nelle sale cinematografiche nel 2013. E’ ambientato a New York, Long Island, nel 1922 ed è tratto dal romanzo di Francis Scott Fitzgerald, pubblicato nel 1925.
• Trama
Il film, così come il romanzo, racconta la storia di un aspirante scrittore, Nick Carraway, che, lasciato il Midwest Americano, arriva a New York nella primavera del 1922; un’epoca in cui regna la dubbia moralità, la musica jazz e la delinquenza. In cerca del suo Sogno Americano, Nick ritrova sua cugina Daisy con l’infedele marito Tom Buchanan ed entra in confidenza con un misterioso milionario, Jay Gatsby, il protagonista, che lo catapulta nell’accattivante mondo dei ricchi, delle loro illusioni, amori e drammi di cui Nick diventa testimone.
 FILM & ROMANZO
Avendo sia letto il romanzo, sia guardato il film, ho potuto notare come dialoghi e intreccio della storia siano molto simili in entrambe le opere mentre si differenziano su alcuni punti:

1. La cornice narrativa, rappresentata dal diario di Nick, ad esempio nel romanzo è assente;
2. Nel film, la vita quotidiana e lavorativa di Nick è quasi trascurata: non viene fatto cenno alle sue brevi avventure amorose e il suo rapporto con Jordan, una cara amica di Daisy, è più vago;
3. Ci sono inoltre alcune incongruenze sullo svolgimento di un episodio riguardante la vendetta di George, marito dell’amante di Tom, nei confronti dell’assassino della moglie: nel film Tom spinge George alla vendetta sul luogo dell’incidente, nel romanzo avviene il giorno seguente quando George si presenta a casa di Tom per ucciderlo credendolo colpevole;
4. Lo svolgimento della parte finale del film, quella che narra il periodo seguente la morte di Gatsby, nel film è molto più sintetica. Nick infatti non incontra né Wolfsheim né il padre di Gatsby, come accade nel romanzo.
 Curiosità
a. Possiamo inoltre notare alcune scene del film, è possibile vedere l'Empire State Building in costruzione, cosa che risulta impossibile per l’epoca (1922) poiché la costruzione del grattacielo non iniziò prima del 1930.
b. Stesso discorso vale per le prime scene del film in cui Nick prende in mano l'Ulisse di Joyce. Che però fu pubblicato negli Stati Uniti nel 1934.
 Francis Scott Fitzgerald
Autore del romanzo in questione, è vissuto tra il 1896 – 1940 ed era uno scrittore e sceneggiatore statunitense.
Sin dall'adolescenza fu attratto dal mondo aristocratico. Egli non poteva tuttavia fare a meno di osservare la corruzione e l'apatia che spesso si associava a quello stile di vita. Da qui nacque la lotta interna tra l'idealista romantico ed il moralista scettico che costituì il principale tema delle sue opere.
Si trasferì anche a New York e, qui, come Gatsby, darà favolose e dispendiose feste che diventeranno leggendarie.
 PERCHE’?
Sotto consiglio della docente di inglese ho avuto modo di leggere il libro in lingua originale, essendo rimasta colpita dalla storia e avendo saputo che pochi anni prima era uscito il film ho deciso di guardarlo.
 ANALISI DEL FILM
Il Grande Gatsby non nasce per descrivere la storia amorosa tra i due protagonisti, bensì viene sfruttata per spiegare le differenze economiche che si riscontrano nella società. È uno specchio fedele dei nostri tempi moderni e delle nostre quotidiane battaglie.
Il film, essendo ambientato negli anni immediatamente successivi al primo conflitto mondiale, vuole rappresentare un’America alle prese con la ricostruzione. Tocca il tema dell’emigrazione verso paesi più prosperosi in cerca di fortuna. Con il concetto di Sogno Americano ci si riferisce, appunto, alla speranza che, attraverso l’emigrazione, il duro lavoro, il coraggio e la determinazione sia possibile raggiungere un migliore tenore di vita e la prosperità economica. Gli anni ruggenti detti anche età del jazz, sono il periodo fra il 1918 e il 1928.
L'età prende il nome dal noto genere musicale jazz che in quegli anni ha visto un enorme incremento di popolarità in molti strati della società. La tendenza principale di quel periodo è quella di protendere verso il progresso, la modernità e il benessere economico, proprio in virtù del desiderio di allontanarsi dallo scenario della guerra appena passata.
La letteratura, così come l’arte e la musica, si rinnova; uno degli autori più rappresentativi di questa età è lo scrittore Fitzgerald la cui opera più rappresentativa è “Il grande Gatsby (1925)”, in cui espose ed esaminò i problemi della sua generazione, con il suo vittimismo e la sua tragicità.
• PERSONAGGI
Nick Interpretato da Tobey Maguire, è uno scrittore non realizzato, che arriva a New York alla ricerca del suo Sogno Americano. Lavora come broker finanziario alla Wallstreet Banck. È un personaggio scarsamente carismatico e legato ai sani principi della moralità che si trova però a fare da testimone alle lussuriose vicende del suo fedele amico Jay Gatsby.
Il Grande Gatsby Interpretato da Leonardo di Caprio, si può considerare come un "eroe romantico". È un personaggio destinato alla sconfitta, appare inadeguato al mondo che lo circonda. Gatsby vive solo per un sogno ed è perfino disposto a morire per questo, un sogno chiamato Daisy, il suo amore esistenziale. Nel film il sogno di Gatsby coincide con la speranza. Questo concetto astratto viene concretizzato con una luce verde costantemente accesa e lontana. Gatsby incarna la più istintiva purezza della natura umana ed è proprio il suo desiderio così genuino che non gli darà scampo portandolo all’ autodistruzione. La fine di Gatsby è infatti emotivo-passionale.
CRITICA
Il film ha ricevuto recensioni contrastanti da parte della critica.
Rotten Tomatoes gli attribuisce una valutazione media e afferma: «Anche se certamente ambizioso, Il grande Gatsby di Baz Luhrmann, sottolinea lo splendore visivo a spese del cuore pulsante della sua opera d'origine».
Per quanto riguarda il protagonista, Ty Burr del The Boston Globe definisce la performance di Leonardo DiCaprio come “magnifica”.
Il ruolo di Nick ha invece ricevuto, con Philip French del The Guardian, una critica negativa: lo giudica, infatti, <<non idoneo al ruolo o male diretto>>.
Nonostante questo film abbia subito molte critiche negative da parte degli intenditori, personalmente trovo che sia una fedele rappresentazione del romanzo, in quanto riesce a rendere al meglio il messaggio che Fitzgerald voleva lasciare. Il tema della speranza, il lusso sfrenato e il clima festaiolo rendono giustizia al contesto storico e sociale dell’epoca. Inoltre ho apprezzato il fatto che il regista abbia voluto mescolare elementi moderni, come le colonne sonore, ad una scenografia prettamente anni ’20.
 Video Finale

BIBLIOGRAFIA
• Il Grande Gatsby, F. Scott Fitzgerald, edizione integrale, traduzione di Bruno Armando, New Compton Editori, Roma, Marzo 2013.
• The Great Gatsby, F. Scott Fitzgerald, Retold by Gina D. B. Clemen, Black Cat 2007, Printed in Italy by Litoprint, Genoa.
• Biografia di FRANCIS SCOTT FITZGERALD, libro PIPER HENRY della volpe editore.
• Racconti dell’età del jazz di F. Scott Fitzgerald, Oscar Mondadori, introduzione di Fernanda Pivano.
• Le età del jazz, I contemporanei, editore Il Saggiatore, collana Opere e libri, 2009.
SITOGRAFIA
 Il Grande Gatsby (romanzo), Wikipedia, in https://it.wikipedia.org/wiki/Il_grande_Gatsby_, consultato il 3 giugno.
 Il Grande Gatsby (film 2013), Wikipedia, in https://it.wikipedia.org/wiki/Il_grande_Gatsby_, consultato il 5 giugno.
 Trovacinema, in http://trovacinema.repubblica.it/film/il-grande-gatsby-3d, consultato il 2 giugno.
 Natalia Aspesi, La Repubblica e Fabio Farzetti, Il Messaggero: critica, in http://trovacinema.repubblica.it/film/critica/dettaglio/il-grande-gatsby-3d, consultato il 6 giugno.

 Età del jazz, in https://paveseggiando.wordpress.com/2014/04/08/il-grande-gastby-la-ruggente-eta-del-jazz/, consultato il 4 giugno.
 Età del Jazz, Wikipedia, in https://it.wikipedia.org/wiki/Et%C3%A0_del_jazz, consultato il 4 giugno.
FILMOGRAFIA
 Il Grande Gatsby di Baz Luhrmann del 2013, Village Roadshow Pictures, A&E Television, Warner Bros.

Hai bisogno di aiuto in Percorso maturità 2018: idee per mappe concettuali?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email