Maturità seconda prova 2019: novità Miur e guida liceo Linguistico

lucy.t.997
Di lucy.t.997

La Maturità 2019 sta piano piano prendendo forma e sta facendo trapelare non poche sorprese. Una delle notizie più stravolgenti, resa pubblica nella giornata di lunedì 26 novembre 2018 proprio dal sito del Miur è quella che riguarda la seconda prova dell’esame di Stato 2019. Infatti, dopo aver eliminato la terza prova, aver rivisto e rinnovato la prima prova d’esame, lunedì è toccato alla seconda prova cambiare aspetto e contenuto. E infatti ecco che la prova volta a testare le conoscenze specifiche sulla materia di indirizzo di ogni istituto diventa dal 2019 una prova multidisciplinare. Questa notizia potrebbe sconvolgere molti studenti; al classico si potrebbe avverare un esame con greco e latino in un solo scritto, allo scientifico l’incubo diventa realtà con matematica e fisica da risolvere; ma anche i ragazzi del Liceo Linguistico avranno delle belle sorprese. Scoprite insieme a noi cosa vi riserverà il prossimo giugno.



Maturità 2019: cosa cambia al Linguistico

Purtroppo i ragazzi che dovranno affrontare l’esame di Maturità nel 2019 stanno vedendo l’esame svelarsi poco a poco, senza ancora aver chiaro come e cosa si presenterà loro davanti il prossimo giugno. Infatti a differenza dei loro colleghi degli anni passati, che hanno affrontato una Maturità già testata e ormai assimilata dai professori che li dovevano preparare a quest’ultimo grande esame scolastico, i maturandi di quest’anno stanno avanzando, insieme ai docenti, completamente al buio, con qualche luce diramata di tanto in tanto contenente le indicazione che il Ministero dell’Istruzione sta frammentando dall'inizio dell’anno.
Il primo tassello si era palesato il 4 ottobre, con la circolare che sanciva il rinnovamento e quindi il nuovo paradigma secondo il quale andrà svolta la nuova prima prova. Alla classica prima prova degli anni passati è stato aggiunto un testo per l’analisi del testo, portando così le tracce tra cui i maturandi potranno scegliere a due, è stato eliminato il tema storico e la classica formula del saggio breve è stata rimpiazzata dal testo argomentativo. Questa prima prova, come è sempre stato, è uguale per tutti gli istituti superiori e si svolgerà il 19 giugno 2019.

Maturità 2019: seconda prova Linguistico

Invece la rivelazione di come sarà la seconda prova 2019 si è fatta attendere. Infatti più di un mese e mezzo dopo l’annuncio di come sarà la prima prova del nuovo esame di Stato, è finalmente arrivata un’altra comunicazione ufficiale direttamente dal Miur. Quali saranno i cambiamenti?
Nella giornata di lunedì 26 novembre 2018 tra i maturandi si sono diramati panico e sconforto: il Miur ha annunciato in modo ufficiale che la seconda prova potrà essere una prova multidisciplinare, ovvero potrà contenere al suo interno più di una materia per ciascun istituto.
La seconda prova era la prova che andava a testare le conoscenze del maturando riguardo la materia di indirizzo scelta ogni gennaio dal Ministero dell’Istruzione tramite un comunicato ufficiale. Dal prossimo giugno invece non sarà più così; o meglio, non sarà limitata a testare la conoscenza specifica di una sola materia, ma di più materie, sempre tra quelle che caratterizzano l’indirizzo dell’istituto scelto dallo studente.
Al liceo Linguistico quindi il prossimo 20 giugno gli studenti potrebbero trovare una prova che testerà le loro conoscenze non più su una singola lingua straniera, ma su ben due.

Seconda prova 2019: maturità Linguistico

Quindi, con la terza prova cancellata, ovvero il così detto quizzone, l’unica prova scritta che racchiudeva al suo interno domande riguardanti più materie, sarà la seconda prova a mantenere questo elemento di multidisciplinarietà all'interno delle prove scritte dell’esame di Stato dal 2019 in poi, si presume. Infatti è sempre bene sottolineare che, nonostante le linee guide per la seconda prova siano state rilasciate e includano effettivamente la possibilità di vedere più materie coinvolte in questo secondo scritto, l’ultima parola spetta ancora al Miur, che non prima di gennaio 2019 dovrà rendere note le materie effettivamente oggetto della prova. Ma se dovessero uscire due materie, cosa cambierebbe al Liceo Linguistico?
La seconda prova del Liceo Linguistico prevede per il suo svolgimento da quattro a sei ore e si divide in due parti:
  • 1. comprensione di due testi scritti, uno di genere letterario e uno di genere non letterario, complessivamente di 1.000 parole (10% in più o in meno) con risposte a 15 domande aperte e/o chiuse; il numero complessivo di parole può essere inferiore nel caso in cui il testo letterario sia un testo poetico.
  • 2. produzione di due testi scritti, uno di tipo argomentativo e l’altro di tipo narrativo o descrittivo (ad esempio: saggio, articolo, recensione, relazione, e così via), ciascuno della lunghezza di circa 300 parole.
  • Le materie che potrebbero essere oggetto di seconda prova al Liceo Linguistico sono la lingua straniera 1,2 e 3, e nel caso in cui per la seconda prova il Miur decida di adottare la tipologia multidisciplinare e quindi la prova verta su due lingue straniere, i maturandi si troveranno davanti i testi di comprensione scritta proposti uno in una lingua e uno nell’altra, così come le tracce per la produzione scritta saranno proposte per lo svolgimento una in una lingua e una nell’altra.
    Quindi ancora nulla è deciso; non ci resta che aspettare gennaio 2019 per saperne di più, tramite l'annuncio ufficiale del Miur sulle materie argomento della seconda prova 2019.
    Skuola | TV
    Alessandro Montesi ospite della Skuola Tv!

    Lo youtuber, amatissimo dai giovani, sarà ospite della nostra videochat! Non perdere la puntata!

    13 dicembre 2018 ore 14:30

    Segui la diretta