Seconda prova maturità matematica 2016: cosa devi ripassare ora

cosa ripassare per la prova di matematica degli esami di maturità

La seconda prova maturità 2016 è sempre più vicina e davvero poche ore ormai ti separano da lei. Se domani dovrai sostenere la seconda prova maturità matematica, allora nella tua testa regnerà una confusione assurda di numeri e formule. A questo punto l'ideale sarebbe chiudere tutti i libri e prepararti alla partita dell'Italia: ormai quello che è fatto è fatto: incontra i tuoi amici e allenta la tensione accumulata in vista della seconda prova maturità 2016. Se però l'ansia ti attanaglia lo stomaco impedendoti di goderti a pieno il momento calcistico, meglio se riservi ancora un po' del tuo tempo al ripasso mirato. Noi di Skuola.net non solo capiamo benissimo il momento, ma abbiamo addirittura intervistato uno dei tutor storici di Skuola.net nonchè prof di matematica: Donato A. Ciampa, meglio conosciuto come Ciampax, ti dice quello che devi ripassare in vista della tua seconda prova maturità 2016 per il liceo scientifico.

Cosa bisogna studiare / ripassare per essere tranquilli nell’affrontare al meglio la prova di matematica della maturità?
"Ripasso generale dell’algebra di I e II liceo (equazioni, disequazioni, polinomi, radicali, ecc.) in quanto sono argomenti di cui si continua a fare ampiamente uso nel corso dei 5 anni scolastici. Rivedere solo le formule principali riguardanti la geometria analitica (equazioni della retta e delle coniche). Riguardare invece la geometria Euclidea riguardo le proprietà di triangoli, poligoni, teoremi di Pitagora, Euclide, Talete, criteri di congruenza e similitudine, formule di aree e volumi. Per la trigonometria, sono sufficienti le definizioni di funzioni trigonometriche, della formula fondamentale, e quella di somma e differenza per seno e coseno. Tutte le altre si ricavano da queste. Inoltre ripetere le relazioni sui triangoli rettangoli e i teoremi dei seni e di Carnot. L’analisi infinitesimale (e quella numerica per i PNI) fanno parte del programma dell’anno e quindi dovrebbero essere note (in teoria)".

Nel momento in cui ci si ritrova la traccia davanti, come è consigliabile comportarsi riguardo alla gestione del tempo a disposizione?
"Spendere 20 minuti a leggere con attenzione tutta la traccia, selezionando il problema e i 5 quesiti da affrontare. Dedicare un massimo di 2 ore al problema e un massimo di 20 minuti a quesito. Le restanti due ore vanno usate per riguardare punti lasciati a metà, ricontrollare i calcoli, riordinare dove possibile i risultati".

Scopri tutto sulla seconda prova di matematica 2016

Quale può essere il metodo migliore per scegliere il problema e i quesiti da affrontare nella seconda prova di matematica?
"Preparare a casa una classifica delle proprie conoscenze, magari consultando l’indice di un buon testo di matematica. Per il problema, va scelto quello il cui primo quesito vi risulta più facile da affrontare: il resto verrà di conseguenza. Per i quesiti, consiglio di selezionar prima di tutto quelli di analisi, poi guardare se ci sono definizioni o note storiche e, se si ricordano, affrontare queste. Infine, scegliere gli altri quesiti in base alla propria classifica personale".

Quali sono i passi da seguire per risolvere le prove proposte?
"Prima di tutto siate sicuri di aver compreso esattamente quello che il quesito richiede. A tal fine, vi consiglio di appuntare, su un foglio da usare come carta straccia, i dati in vostro possesso, le richieste seguite da un punto interrogativo, Schizzar eventualmente un grafico che (spesso) vi aiuta nella risoluzione, e che inserirete in seguito nella copia da consegnare realizzato nella maniera più corretta possibile. Quando affrontate il problema, affrontate le domande una per una, senza affrettarvi o cercare di passare avanti. Fate attenzione perché spesso, in una domanda, è contenuta la risposta alla domanda precedente. Per i quesiti, invece, risolveteli in ordine crescente di difficoltà in base alla vostra classifica".

Secondo lei, è più consigliabile preoccuparsi della forma o del contenuto della prova?

"Sicuramente bisogna concentrarsi sul contenuto, cercando di risolvere quanto più possibile nella maniera migliore. Per la forma, consiglio vivamente di operare come segue: usare un foglio per il problema e un foglio per i quesiti (non scriveteli mai sullo stesso foglio). Tenete poi dei fogli da parte da usar come carta straccia, per eseguire calcoli, disegnare schemi e grafici, scriverci tutte le possibili idee che vi vengono in testa e che poi, quasi sicuramente, non userete nella loro totalità. Ricordate di numerare le pagine dei fogli che consegnerete, di evidenziare per bene quale problema state affrontando e, magari, incorniciar i risultati che ottenete volt per volta (sarà più facile sia per voi che per chi corregge capire cosa state facendo). Cercate di scrivere le cose in ordine: pagina 1, quesito 1 del problema, pagina 2, quesito 2, ecc. e non affannatevi a scrivere una bella copia: porta via tempo prezioso e, se avete lavorato con metodo, risulta un lavoro inutile!"

Come è strutturata in genere la prova?
"Nelle prove degli ultimi anni, sono sempre state presenti, per i problemi, le seguenti questioni: problema trigonometrico o geometrico, studio di funzione, ricerca di massimi e minimi, calcolo di aree o volumi sia con la geometria che con gli integrali, calcolo di limiti. Nei problemi del PNI è sempre presente poi una richiesta i applicazione di un metodo di approssimazione per calcolare una certa radice o un certo valore numerico. Nei quesiti si trovano sempre una o due domande teoriche o storiche. Almeno due quesiti di analisi (c’è sempre una domanda riguardo agli zeri di un polinomio), due o tre domande di geometria (che a volte mischiano richieste di trigonometria ed analisi). Uno o due quesiti sulla probabilità, il calcolo combinatorio, o la statistica. Nei quesiti PNI si trovano sempre un paio di quesiti riguardo l’analisi numerica e i metodi di approssimazione".

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta