Video appunto: Manzoni, Alessandro – L’Assalto al Forno

Manzoni – L’assalto al forno



Il brano “L’assalto al forno” è un passo tratto dal romanzo “I Promessi Sposi”, ed è stato scritto da Alessandro Manzoni, uno dei principali esponenti del Romanticismo italiano.
Questo brano ci racconta che, quando Renzo arrivò a Milano, la gente era molto arrabbiata per la mancanza di pane, ed era dietro le porte dei forni, gridando che volevano il pane.

Quando il popolo vedeva uscire dalle botteghe dei fornai i garzoni, ovvero i ragazzi che portavano con delle ceste il pane ai nobili, questi garzoni scappavano via e lasciavano le ceste piene di pane, in questo modo la gente faceva una grande scorpacciata; invece quelli che non avevano avuto niente a gruppi andavano alla ricerca di altri garzoni da saccheggiare.
Poi il popolo, non ancora sazio, andarono in un forno per saccheggiarlo, questo forno in toscano veniva chiamato “il forno delle grucce”.

Appena quelli che erano nella bottega sentirono le grida del popolo che chiedeva del pane, chiusero tutto a chiave e uno di loro chiamò il capitano di giustizia.
Quando arrivò il capitano di giustizia cercò di calmare la folla ma non ci riuscì, dovette entrare nella bottega e serrarono nuovamente tutto.
Intanto si scatenò una rivolta, dove ci furono alcuni feriti e due morti. Alla fine la folla sfondò la porta, quelli che erano dentro la bottega si rifugiarono in soffitta, così il popolo ne approfittò per rubare tutto quello che poteva, come per esempio: pane, farina e pasta già pronta per il pane.
Dopo questo avvenimento tutti i forni della città stavano all'erta, infatti quando le persone si affollavano dietro le porte della bottega i fornai distribuivano pane alla gente.