Tutor 47032 punti
Recensioni di libri
Recensioni di libri scritti da voi

I misteri della jungla nera di Emilio Salgari


I misteri della jungla nera è un celebre romanzo rientrante nel genere del romanzo di avventura scritto dall'autore italiano Emilio Salgari nel corso dell’anno 1887. Le vicende che vengono raccontate ne I misteri della jungla nera sono ambientate in un’India puramente frutto della fantasia dell'autore. I paesaggi tipicamente esotici che vengono presentati da Salgari in questo suo romanzo sono frutto di uno studio e di una ricerca molto accurata sulla base di libri, carte geografiche, saggi e anche diari. La cosa sorprendente è come l’autore del libro sia riuscito a descrivere minuziosamente dei luoghi e dei paesaggi che non ha mai personalmente visto, ma che ha soltanto conosciuto sulla base di alcune ricerche effettuate.

Trama de I misteri della jungla nera di Emilio Salgari


• Il romanzo dal titolo I misteri della jungla nera di Emilio Salgari, nello sviluppo degli eventi che vengono raccontati, si articola in due parti che possono essere sintetizzati con questa sorta di titoli: “Le gesta di strangolatori” e “La rivincita di Tremal-Naik”.



Le gesta degli strangolatori


• In questa prima parte viene descritto come nella giungla, la quale risulta essere circondata da paludi qua e là isolate, e vicino alla foce del fiume Gange che si chiama Sunderbands vi è un’isola chiamata Raimangal, in cui è presente una pagoda dove si nascondono i cosiddetti Thug, setta sanguinaria di cui fanno parte gli strangolatori che praticano il culto della dea indiana Kali. I Thug capeggiati da Suyodhana tengono in ostaggio una donna che si chiama Ada Corishant, chiamata anche con lo pseudonimo “La vergine della Pagoda”; la ragazza è figlia di un ufficiale britannico ed stata costretta a diventare la sacerdotessa della dea Kali. Sarà un cacciatore bengalese, Tremal-Naik, che, in compagnia del suo servitore Kammamuri, porterà avanti una lotta violenta contro i Thug al fine di liberare la ragazza.
Già dalle prime pagine del romanzo un altro servitore di Tremal-Naik noto con il nome di Aghur rivela al suo padrone come, nel corso di una battuta di caccia, il suo compagno di caccia sia stato brutalmente ucciso. Nel corso del romanzo Tremal-Naik e il suo servitore Kammamuri trovano il corpo dell’uomo che è stato soffocato con un lacciuolo fatto di seta e con la testa completamente fracassata. Si pensa che l’uomo sia stato ucciso dai Thug, in quanto viene scoperto là nei pressi dell’assassinio il nascondiglio dei presunti strangolatori. Il cacciatore bengalese vede Ada per la prima volta e se ne innamora perdutamente.
Tremal-Naik esce allo scoperto, uccide il capo dei Thug, viene scoperto ed è costretto a darsi alla fuga perdendo anche le tracce del fedele servo Kammamuri; si ritrova poi nei pressi di una grande pagoda. Sarà proprio all'interno della grande pagoda che ritrova Ada, ma nel luogo di culto dovrà scontrarsi anche con il thug Suyodhana che cerca in tutti i modi di ucciderlo. Tremal-Naik riceve una pugnalata al cuore dall’uomo che lo lascia agonizzante nel cuore della foresta. Fortunatamente interviene Kammamuri che lo salva, riuscendo anche a farlo curare.
I Thug però hanno come obiettivo quello di sbarazzarsi di Tremal-Naik, Aghur e Kammamuri, pertanto decidono di inviare una talpa che riesce ad uccidere Aghur, ma non gli altri due cacciatori, dato che viene ucciso da Kammamuri. Dopo essere guarito, Tremal-Naik ha come unico obiettivo quello di liberare Ada. In una notte tempestosa questi, accompagnato dal fedele servitore e dalla tigre ammaestrata Darma, riesce ad entrare nel nascondiglio dei Thug e a liberare l’amata fanciulla. Purtroppo sfortunatamente il piccolo gruppo si perde nelle gallerie del sotterraneo e i membri del gruppo vengono fatti prigionieri dai Thug.

La rivincita di Tremal-Naik


• In questa seconda parte del romanzo il piano degli strangolatori è quello di far entrare forzatamente i membri del gruppo all’interno della loro setta. Suyodhana ha già capito che Tremal-Naik è innamorato della ragazza, pertanto gli propone un patto: se lui uccide il capitano inglese Harry Macpherson che ha da sempre portato avanti una lotta senza quartiere contro i Thug, restituirà la libertà alla ragazza. Il cacciatore bengalese tenta quindi per ben due volte di assassinare l’uomo, per poi scoprire che questi altri non è che il padre di Ada.
Dopo aver scoperto l’identità del capitano Macpherson, Tremal-Naik si allea con lui contro il comune nemico, i Thug. Alla fine del romanzo Ada viene finalmente liberata ed il covo dei Thug viene preso di mira. Suyodhana però riesce a farla franca e a scappare insieme ad altri strangolatori che sono riusciti a sopravvivere.
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email