TITOLO: Per questo mi chiamo Giovanni
AUTORE: Luigi Garlando
CASA EDITRICE: Rizzoli
ANNO DI PUBBLICAZIONE: Prima edizione 2004, seconda edizione 2012
GENERE: Romanzo
TRAMA:
Questo libro descrive la storia di Giovanni, un bambino che vive a Palermo. Nella scuola di Giovanni, c’è un bambino di nome Toni che si comporta in modo prepotente. Giovanni e i suoi compagni di scuola hanno paura di questo bambino, per cui lo accontentano nelle sue minacciose richieste. Giovanni racconta al padre questi episodi e lui vuole spiegare al figlio cosa sia la prepotenza, la paura, la mafia e come la si può combattere fin da bambini. Per questo motivo decide di fargli un regalo di compleanno speciale. Padre e figlio percorrono le strade di Palermo e dintorni, visitando alcuni luoghi importanti per un uomo che ha combattuto la mafia: Giovanni Falcone.

Fin da piccolo Giovanni proteggeva i suoi compagni di scuola dai prepotenti. Ha continuato a farlo da grande diventando prima avvocato, poi magistrato nelle Procure di Trapani, Palermo e Roma. Nel suo lavoro Giovanni Falcone ha cercato di assicurare alla giustizia i mafiosi e insegnare ai giovani la cultura del rispetto reciproco e il valore delle “leggi giuste”. Il 23 maggio 1992 sono accaduti due eventi gravi causati dagli uomini di mafia: Giovanni Falcone, la moglie e la scorta sono stati uccisi da un gruppo di mafiosi e la nascita del piccolo Giovanni, protagonista di questo libro. Il padre del bambino è stato vittima della mafia, perché costretto a pagare il pizzo per poter gestire un negozio. Ma, grazie all’esempio di Giovanni Falcone, è riuscito a ribellarsi. Per questo motivo ha chiamato il figlio Giovanni.

Un film documentario, Talk!La memoria ritrovata, è stato girato, traendo spunto dal seguente romanzo.

LUOGHI: I luoghi dove si svolge la storia sono Palermo e dintorni. Luoghi affascinanti e ricchi di storia.

EPOCA: contemporanea

PROTAGONISTA/I:

    - Giovanni, un bambino di dieci anni che riceve come regalo per il suo compleanno una bellissima lezione di vita che lo renderà più forte, coraggioso e giusto.

    - Giovanni Falcone, magistrato ucciso dalla mafia. E’ un eroe italiano che, con il suo lavoro, ha cercato di far rispettare le leggi.

ALTRI PERSONAGGI: Papà (padre di Giovanni), Mamma (madre di Giovanni), Francesca (moglie di Giovanni Falcone), Maria Falcone (sorella di Giovanni Falcone), Rocco (amico di Giovanni Falcone), Zia Nuccia (zia di Giovanni), Toni (compagno di scuola di Giovanni).

PERSONAGGIO PRINCIPALE: Il padre di Giovanni (piccolo), che è un uomo che come tanti altri è stato vittima della mafia, ma grazie all’esempio dato da Giovanni Falcone e al suo coraggio si è liberato da questa “prigione”. Lui vuole raccontare questa storia al figlio per fargli capire cos’è la mafia e come si può combatterla fin da piccoli.

PERSONAGGIO MINORE: Un altro personaggio importante dell romanzo è la moglie di Giovanni Falcone, Francesca. Lei, sposando Giovanni, ha messo in pericolo la sua vita, ma l'ha spostato ugualmente, perché animata dalla forza dell’amore e dalla voglia di aiutarlo nella sua missione; l’ha portata a compiere questa scelta.

NELLA NARRAZIONE L’AUTORE HA RISPETTATO UN ORDINE CRONOLOGICO DEGLI EVENTI? No, perché passava dal presente al passato.

FLASHBACK? Sì, ci sono stati dei flashback, si può dire che quasi tutta la storia è un flashback, perché si passa dalla narrazione del padre ai fatti avvenuti nel passato.

LINGUAGGIO: La narrazione è in prima persona. Lo stile è molto interessante, perché vengono raccontate allo stesso tempo due storie simili. Il linguaggio è abbastanza semplice.

MORALE: Secondo me questo libro vuole far capire al lettore che le idee e le buone azioni sono più importanti di chi le trasmette; cioè come dice Giovanni Falcone: “Gli uomini passano ma le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini”, ciò significa che le idee che una persona trasmette con tanta convinzione non muoiono, ma continuano ad esserci sulle menti di altri uomini.

COMMENTO: Questo libro l’ho “conosciuto” l’anno scorso, quando in televisione parlavano della mafia, mi ha talmente incuriosita che sono andata a comprarlo subito.
Grazie a questo libro ho capito cos’è realmente la mafia e chi era Giovanni Falcone. Ho capito anche dei concetti molto importanti e fondamentali per la convivenza e il rispetto reciproco. Ho compreso anche cheche nel mondo tutti gli uomini sono uguali e vanno rispettati tutti allo stesso modo.

Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email