Questo appunto contiene un allegato
Seneca, Lucio Anneo - Stile Opere scaricato 1 volte

L’ipotassi connota lo stile di Cesare e Cicerone. In Seneca invece la struttura è paratattica cioè ci sono proposizioni semplici. Questa concezione riflette la condizione che questi uomini vivono. Gli uomini riconoscono un punto di complessità ma anche armonia ed è lo stato. Nello stato l’individuo ha uno scopo e ciò dà una stabilità esistenziale. Questa concezione si trasferisce nella forma. L’uomo deve cercare di rimotivare il suo essere simbolo nel mondo. L’uomo si deve chiedere quale è il suo posto quando viene a mancare lo stato. La scelta stilistica di Seneca è una somma di frasi quindi una somma di un individuo. Su cosa stanno riflettendo gli uomini. Legate fra loro con congiunzioni, con l’asindeto, con l’anafora o con l’antitesi. Si cerca di condensare il pensiero nella singola frase, sottintendendo qualche verbo. L’uso di strutture brevi che condensano il pensiero, lo a usando il participio futuro. Usa un aggettivo che dice una qualità in senso sintetico. La singola proposizione è molto carica di significato.

La lingua dell’interiorità: un movimento che dall’esterno arriva all’interno, es: “Vindica te tibi”. Lavora sull’uso del pronome. Interiorità come unico possesso che si ha, l’unico vero patrimonio. Interiorità anche come rifugio, l’unico luogo dove puoi trovare gioia è l’interiorità. Le forme in cui si esprime l’interiorità, prende una dimensione concreta attraverso il linguaggio metaforico (linguaggio giuridico o economico). La ricerca del colloquio tra anime, intimità con sé e con l’interlocutore.

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità