Persa («Il persiano»)
Lo schiavo Tòssio, in assenza del padrone, fa l’amore con Lenmiselènide, una cortigiana. Essa è soggetta ad un ruffiano, Dòrdalo, e per riscattarla occorre del denaro. Sagaristiòne, un altro schiavo, generosamente glielo fornisce (stornando a questo scopo una somma ricevuta dal padrone per certi acquisti) e Tossilo riscatta l’amata.
Nel frattempo, però, ha ordito un inganno per recuperare il denaro sborsato. Fa vestire in modo esotico la figlia di Saturiòne, un parassita suo amico, e finge che sia una schiava invia— tagli dal padrone che sta in Arabia (Sagaristione, travestito da persiano, è l’accompagnatore).
Hai bisogno di aiuto in Arcaica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email