Vuoi indossare la divisa? Ecco come diventare VFP 1 nell’Esercito Italiano

Esercito Italiano
In collaborazione con Esercito Italiano


La divisa, è risaputo, ha mantenuto negli anni un certo fascino, attirando sempre più ragazzi e ragazze. Tantissimi infatti i giovani che ogni anno tentano di intraprendere la carriera militare. Se anche tu vuoi indossare la divisa, già in questi giorni puoi provare a realizzare il tuo desiderio: per questo 2019 è infatti indetto il reclutamento nell’Esercito Italiano di ben 8.000 VFP 1 (volontario in ferma prefissata di 1 anno). Ecco tutto quello che c’è da sapere per partecipare alla selezione…affrettati e consulta le scadenze per non rischiare di perdere questa grande opportunità!
Clicca qui per inviare subito la domanda per VFP 1

Reclutamento VFP 1: i posti disponibili

I posti disponibili per indossare l’uniforme dell’Esercito, 8.000 in tutto, sono suddivisi in quattro blocchi di incorporamento:

  • il 1° blocco, di 2.000 posti, prevede l’incorporazione a maggio 2019. La domanda di partecipazione deve essere consegnata tra il 18 dicembre 2018 e il 16 gennaio 2019. Possono partecipare tutti coloro che sono nati tra il 16 gennaio 1994 e il 16 gennaio 2001.
  • il 2° blocco prevede l’incorporazione nel settembre del 2019 e comprende 2.000 posti. La domanda dovrà essere presentata tra il 25 febbraio e il 26 marzo 2019. Può partecipare chi è nato tra il 26 marzo 1994 e il 26 marzo 2001.
  • il 3° blocco, con incorporazione a dicembre 2019, conta 2.000 posti. La domanda, che può essere inoltrata dai nati tra il 19 giugno 1994 e il 19 giugno 2001, può essere presentata già dal 21 maggio 2019 fino al 19 giugno 2019.
  • il 4° blocco prevede 2.000 posti l’incorporazione nel mese di marzo del 2020. La domanda di partecipazione, da inviare tra il 3 settembre e il 2 ottobre 2019, può essere inoltrata dai nati nel periodo che va dal 2 ottobre 1994 e il 2 ottobre 2001.

Per ciascuno di questi blocchi, è prevista la riserva di 50 posti per quanto riguarda questi incarichi:
  • 10 per “Elettricista Infrastrutturale”;
  • 10 per “Idraulico Infrastrutturale;
  • 10 per “Muratore”;
  • 5 per “Fabbro”;
  • 10 per “Falegname”;
  • 3 per “Meccanico di mezzi e piattaforme”;
  • 2 per “Operatore Equestre”.

Reclutamento VFP 1: chi può partecipare

Per poter partecipare al reclutamento, ed essere quindi tra gli 8.000 fortunati, bisogna essere in possesso di determinati requisiti:
  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il giorno del compimento del 25° anno di età;
  • non essere stati condannati;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una Pubblica Amministrazione;
  • aver conseguito il diploma di istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore);
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • aver tenuto condotta incensurabile;
  • idoneità psico-fisica e attitudinale per l’impiego nelle Forze;
  • esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool e per l’uso di sostanze stupefacenti e psicotrope.

Ciascuno di questi requisiti dovrà essere posseduto alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande e fino alla data della effettiva incorporazione.
Chi intende accedere al reclutamento attraverso i posti previsti per gli incarichi di “Elettricista Infrastrutturale”, “Idraulico infrastrutturale”, “Muratore”, “Operatore Equestre”, “Falegname”, “Meccanico di mezzi e piattaforme” e “Fabbro” deve possedere anche i titoli che attestino tale professione.

Reclutamento VFP 1: dove e come presentare la domanda

Per poter partecipare al reclutamento dovrai collegarti direttamente ai siti https://concorsi.difesa.it oppure http://www.esercito.difesa.it/Concorsi.
Per usufruire dei servizi offerti dal portale, i candidati dovranno essere in possesso di credenziali rilasciate da un gestore di identità digitale nell’ambito del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) ovvero di apposite chiavi di accesso che saranno fornite al termine di una procedura guidata di accreditamento necessaria per attivare il proprio univoco profilo nel portale medesimo.

Reclutamento VFP 1: tutte le fasi del reclutamento

Il reclutamento per volontario in ferma prefissata di un anno prevede diverse fasi. La prima è l’inoltro della domanda, seguita dalla valutazione dei titoli di merito. Dopodiché vi è la convocazione dei candidati presso i Centri di Selezione o Enti o Centri sportivi indicati dalla Forze Armate dove di svolgeranno le seguenti fisiche:
  • Svolgimento delle prove di efficienza fisica: simulazione del sollevamento di una bomba da mortaio da 120 mm., simulazione dell’armamento di una mitragliatrice, simulazione di un trascinamento di un ferito, corsa piana 2.000 mt.;
  • Accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica e attitudinale.
In seguito, avverrà l’assegnazione ai vari Reggimenti addestrativi della Forza Armata da parte dello Stato Maggiore dell’Esercito.

Reclutamento VFP 1: come fare carriera

Tutti i VFP 1 in servizio o in rafferma annuale, quelli prosciolti a domanda o per inidoneità psico-fisica nel periodo di rafferma o in congedo per fine ferma, potranno partecipare alle procedure di reclutamento dei VFP 4. In seguito, attraverso concorsi interni è possibile diventare Volontario in Servizio Permanente e se in possesso dei requisiti richiesti, è possibile accedere alle carriere per diventare Sergente, Maresciallo o Ufficiale dell’Esercito. Ai VFP 1, ai volontari in rafferma annuale e a quelli cui è stato prolungato il periodo di ferma di un anno sono riservati i posti messi a concorso nelle carriere iniziali delle Forze di Polizia a ordinamento militare e civile. Se vuoi maggiori informazioni su tutte le possibilità per raggiungere la tanto agognata divisa ti basterà collegarti al sito http://www.esercito.difesa.it/concorsi-e-arruolamenti e accedere nella sezione “concorsi e arruolamenti”.

Ulteriori info su esercito Italiano?

Per ulteriori informazioni sull’Esercito Italiano visita la pagina www.esercito.difesa.it.