Ominide 2393 punti

I verbi transitivi e intransitivi


In riferimento al generale il verbo può essere: transitivo o intransitivo.

Il verbo transitivo indica un'azione che passa ovvero transita direttamente dal soggetto sul complemento oggetto (ad esempio: Luigi MANGIA una mela).
I verbi transitivi si forma nei tempi composti con l'ausiliare avere.
I verbi transitivi possono essere usati in senso assoluto, ovvero senza l'indicazione dell'oggetto su chi passa l'azione, ad esempio: Marina legge.
In questo caso, comunque, si capisce che il verbo è transitivo in quanto l'azione del leggere presuppone l'esistenza di un oggetto, ovvero un libro, un racconto o un giornale, su cui deve passare l'azione.

I verbi intransitivi sono quei verbi che indicano un'azione che rimane sul soggetto oppure che passa indirettamente, ovvero tramite le preposizioni, su un complemento indiretto.
Ad esempio: Luigi ritorna. - Luigi ritorna a casa.
I verbi intransitivi formano i tempi composti o con l'ausiliare essere o con l'ausiliare avere.

Per capire se un verbo è transitivo o intransitivo basta farlo seguire immediatamente dal pronome indefinito qualcosa.
Se la frase ha un senso compiuto il verbo è transitivo (ad esempio: Cinzia beve qualcosa).
Se la frase non ha senso compiuto, il verbo è intransitivo (ad esempio camminare è un verbo intransitivo, poiché non ha senso dire: Marco cammina qualcosa; bisogna infatti dire: Marco cammina su qualcosa o in qualcosa).

Hai bisogno di aiuto in Grammatica per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email