Ominide 4533 punti

Terminale remoto, streaming e cloud computing


Il terminale remoto


Il terminale remoto fornisce una modalità standardizzata di comunicazione bidirezionale con un host remoto, consentendo di impartire comandi come se la postazione sulla quale si lavora fosse collegata localmente al sistema geograficamente distante. Tale servizio è descritto dal protocollo Telnet, che sfrutta anche il protocollo TCP.


Lo streaming

Nello streaming i dati vengono immediatamente riprodotti non appena giungono a destinazione. Il flusso di dati deve quindi essere continuo, altrimenti vi è un video/audio a scatti. Gli errori di trasmissione vengono gestiti dal lettore, ad esempio con la tecnica del FEC che consiste nella trasmissione di un pacchetto ridondante che può consentire di procedere al recupero dell’errore. Oppure si urilizza l’interleaving che distribuisce su un tempo più lungo il vuoto causato dalla perdita di un pacchetto.

Cloud computing


Il cloud computing è la possibilità di memorizzare ed elaborare i dati che non utilizzano server locali e apparati privati, ma risorse condivise fornite da un provider. L’accesso ai server, alle unità di memorizzazione e alle applicazioni avviene pertanto attravero internet. Il vantaggio è che le aziende possono accedere ad aree di memoria in rete senza costenere costi legati all’acquisto e alla manutenzione dell’hardware e del software.
Hai bisogno di aiuto in Informatica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email