Modello relazionale


Il modello relazionale è il modello al momento più utilizzato per quanto riguarda le basi di dati nei più svariati campi dell’informatica.
Esso si basa su tabelle contenenti tutti i record (anche chiamati n-uple) di un determinato tipo, relazionate tra di loro attraverso delle relazioni e dei vincoli; i vincoli vengono determinati dalle relazioni intercorrenti tra le tabelle interessate.
Il modello relazionale presenta notevoli vantaggi in quanto evita la duplicazione delle informazioni (se la base dati è ben progettata) e risulta indipendente dalle strutture fisiche, con notevoli benefici per quanto riguarda la portabilità tra sistemi di diversa natura.
Alcune n-uple possono presentare degli attributi (campi contenenti un’informazione specifica) non ancora valorizzati, per facilitarne il riconoscimento si possono adottare differenti tecniche, come l’assegnazione di un dato all’infuori dello spazio del dominio di appartenenza (dominio = possibili valori per l’attributo in questione), o di un dato di valore nullo all’interno dello spazio del dominio (esempio lo 0 per una quantità di qualcosa).
Per evitare problemi con le due tecniche precedenti è anche possibile utilizzare uno speciale valore denominato valore nullo (NULL) che non fa parte di nessun dominio e rappresenta sia valore ignoto, sia valore non definito.
Hai bisogno di aiuto in Informatica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email