Genius 7419 punti

Uno sfortunato felice

Gli uni lo chiamano sfortunato, gli altri dicono, lui è un fortunato. Peter Ertl, 35 anni, era soggetto a continui incidenti e panne. Ma ha sempre fortuna nella sfortuna.
Incontriamo peter nel suo giardino. Lui sa che siamo del giornale e che vogliamo scrivere un articolo su di lui poichè è conosciuto in ogni luogo come sfortunato. Attulamente è intento a costruire una casa sull'albero per i suoi figli. Un attimo! Sono subito da voi, ci grida dall'alto e ci saluta contento. Si regge ad un ramo, ma il ramo si spezza e Peter cade proprio davanti ai nostri piedi. Ma si rialza subito e ride: Successo niente! Anche stavolta è andata bene!
Mentre andiamo insieme in casa, inizia a raccontarci delle sue avventure. Una mattina stava aggiustando un tubo dell'acqua in cantina. Quando ha preso una pinza dalla cassetta degli attrezzi, è sbattuto con la spalla contro un vecchio scaffale di legno. La mensola cadde e Ertl stava sotto allo scaffale attorniato da barattoli rotti di marmellata. La sua mano sinistra sanguinava e subito chiamò sua moglie. Mentre lei gli stava fasciando il dito, lui vide che la linea della corrente dietro allo scaffale era completamente nera. Ma questa non l'ha voluta riparare da solo, ma chiamò un elettricista. Il quale disse: Il filo era completamente guasto. Dietro ad uno scaffale di legno è molto pericoloso. Lei ha avuto fortuna che non è scoppiato un incendio.

Due giorni dopo Ertl stava pulento con una grande scopa lo spazio dinanzi al suo garage. Nel fare ciò scivolò sulle foglie bagnate e cadde con la schiena sul cancello del garage. Ebbe molti lividi e la schiena gli fece male per giorni. Ma anche questo incidente ebbe un lato positivo: Di solito il cancello si bloccava quando lo si voleva aprire. Ora dopo la caduta, il cancella si apriva e chiudeva senza problemi.
Solo poco temp dopo gli successe la prossima sventura. Un pomeriggio, dopo aver concluso i lavori di giardinaggio, salì nella sua auto per andare in città. In macchina voleva cambiarsi le scarpe. quando si abbassò la sua teste si incastrò nel volante. Gli fu impossibile liberarsi. E quindi iniziò a chiedere aiuto a gran voce. Finalmente dei vicini sentirono le sue urla d'aiuto ma neanche a loro fu possibile liberarlo. Allora chiamarono un meccanico che smontò il volante.
Ora peter sedeva diritto in macchina, ma aveva ancora la testa incastrata nel volante. Comunque ora poteva scendere dalla macchina, ma improvvisamente divenne nervoso. Anche perchè gli spalmarono sui capelli testa e collo delle crema e iniziarono a tirare forte e finalmente fu libero. Quel giorno Peter non volle più prendere la sua macchina e festeggiò con i vicini il suo salvataggio.
Il venerdì seguente la moglie andò con i figli per 2 giori dalla nonna e Ertl volle farsi un fine settimana rilassante. Ma poi avvenne il contrario. Di pomeriggio la sua vicina citifonò alla porta, perchè era sparito il suo gatto. Peter aiutò subito nelle ricerche. Andò con la bici attraverso tutto il quartiere chiamando il gatto, ma non lo trovò. Di sera tardi era seduto nel suo soggiorno e stava leggendo un libro. Improvvisamente sentì un rumore provenire da sopra. Si alzò e andò in soffitta. Li trovò il gatto in un angolo. Naturalmente voleva catturarlo subito e riportarlo alla vicina.
Ma la pesante porta di Ferro s chiuse dietro di lui. La porta dall'interno la si può aprire solo con una chiave, ma questa stava in cucina. Quindi era prigioniero nella sua stessa casa. Nonostante gridasse sempre aiuto, nessuno lo sentiva. Solo la mattina seguente il postino lo liberò grazie ad una scala. E' stata una notte interessante, dice Ertl, Poichè per ore ho riordinato la soffitta e ho trovato una scatola con delle bellissime vecchie foto. Inoltre in una cassa ho trovato dei bei francobolli stranieri. Ne ho regalato uno anche al postino.
La signora Etl esce dalla casa e porta una compressa con dei bicchieri e del succo e dice" quella del gatto e dei francobolli è tutta una storia". Ma volete sapere come ho conosciuto mio marito?E' stato in un grande albergo al mare del nord. Stavo tornando dalla spiaggia e volevo andare con l'ascensore al 19simo piano. Al quarto piano salì un uomo nell'ascensore pigiando anche lui il piano 19. L'ascensore partì ma improvvisamente si fermò.
L'uomo sciacciò il pulsante dell'allarme, ma il pulsante si ruppe e si spense anche la luce. Primo stemmo zitti, ma poi iniziammo entrambi a ridere. Mentre aspettavamo per più di un ora nell'ascensore, colloquiavamo, e mi accorsi, che peter fosse molte simpatico. Il giorno seguente ci incontrammo in spiaggia. Dopo qualche mese ci siamo sposati.
Proprio così dice Ertl, ma aspettate un momento. Ho una sorpresa. Oggi è il....Peter, dove vai? domanda sua moglie! Dopo qualche minuto Peter torna con una compressa e una torta. Questa l'ho fatta io. Per te. Per l'anniversario. Taglia la torta e dice: Ecco la prima fetta è per te tesoro, assaggia...mhm sembra buona, dice lei e affonda la forchetta nella torta. Ed allora si sente un rumore strano. Ma guarda, cos'è questo? La signora ertl capisce subito: Eccolo di nuovo qui, la chiave della cassetta della posta! L'ho cercata in ogni posto per tutta la mattinata.

Hai bisogno di aiuto in Grammatica tedesca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email