Il verbo e la coniugazione

Il verbo
Il verbo è la parte variabile del discorso che esprime azioni, eventi, situazioni, informazioni relative al soggetto, collocandoli nel tempo.

Il verbo:
- Può indicare l'azione compiuta dal soggetto, l'azione subita dal soggetto;l'esistenza, il modo di essere o uno stato del soggetto.

- è variabile nella persona, nel modo, nel tempo.

- concorda con il soggetto nel genere e nel numero.

L'insieme ordinato di tutte le variazioni che i verbi assumono si chiama
coniugazione.

La coniugazione
La parte che rimane invariata si chiama radice ed esprime il significato del verbo; la parte che si modifica si chiama desinenza e ci dà informazioni relative alla persona, al modo e al tempo del verbo.
Ad eccezione dei verbi ausiliari essere e avere, tutti i verbi della lingua italiana possono essere divisi in tre gruppi o coniugazioni, riconoscibili dalla vocale tematica che caratterizza l'infinito.

- Prima coniugazione, vocale tematica a
- Seconda coniugazione, vocale tematica e
- Terza coniugazione, vocale tematica i

I verbi regolari appartenenti alla medesima coniugazione seguono, nella loro flessione, le stesse regole; nella lingua italiana vi sono, però, molti verbi irregolari che nella coniugazione si staccano dalla regola per assumere forme diverse nella radice nella desinenza o in entrambe le parti.

Hai bisogno di aiuto in Grammatica italiana?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email