Ominide 8039 punti

Lo Stato Italiano

Lo Stato Italiano nasceva il 17 marzo 1861, quando una legge, votata dal Parlamento di Torino, proclamava l'unità e l'indipendenza del Paese sotto la sovranità della dinastia sabauda. Al Regno d'Italia furono annessi poi i territori mancanti per il completamento dell'unità nazionale: nel 1866, con la terza guerra di indipendenza, il Veneto; nel 1870, il Lazio e Roma; con la conclusione della prima guerra mondiale, la Venezia Tridentina e la Venezia Giulia. In seguito alla seconda guerra mondiale l'Italia perdeva gran parte della Venezia Giulia portando i suoi confini ai limiti attuali.
Il 2 Giugno 1946 il popolo italiano veniva chiamato ad esprimere, attraverso un referendum, il suo voto per una forma monarchica o repubblicana dello Stato Italiano. In seguito ai risultati del referendum l'Italia fu proclamata una Repubblica democratica.
Ai due rami del Parlamento, Camera dei deputati e Senato, è affidato il potere legislativo mentre il potere esecutivo è affidato al Governo. Capo dello Stato è il presidente della Repubblica.

Allo Stato Italiano appartengono anche altri territori:
-La Città del Vaticano, Stato sovrano retto dal Pontefice, la cui indipendenza fu riconosciuta dall'Italia l'11 febbraio 1929. La Città del Vaticano comprende la Basilica di San Pietro, con la piazza antistante e i Palazzi Vaticani;
-La Repubblica di San Marino, una delle più antiche repubbliche del mondo, la cui indipendenza fu riconosciuta dall'Italia nel 1861, al momento della proclamazione del Regno d'Italia.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email