Ominide 8039 punti

Popoli e culture- Regno Unito

Questo Paese è contraddistinto da una notevole omogenità culturale: la grande maggioranza della popolazione è di origine anglosassone,anche se sono presenti ancora le testimonianze dell'antica cultura celtica. Vi sono poi numerose comunità di stranieri, africani e asiatici che in complesso sono circa 2500000; popolano soprattutto la fascia periferica di Londra e delle altre grandi città e la loro integrazione rappresenta spesso un problema, anche se molti di loro provengono dalle ex colonie dell'impero.
La storia ha fatto della Gran Bretagna,tra il Settecento e l'Ottocento, la più forte e ricca nazione del mondo, padrona di un vasto impero; la sua lingua si è diffusa a tal punto da diventare la più parlata nel mondo. Nonostante ciò, le regioni storiche del Regno Unito sono riuscite e mantenere vive le loro tradizioni culturali, ben differenti le une dalle altre grazie alle origini molto diverse, come accade in Cornovaglia e in Scozia.

La Cornovaglia è la penisola meridionale che si protende nell'Oceano Atlantico tra il Canale di Bristol e La Manica. Questa regione, dove secondo la tradizione nacque re Artù, non è stata toccata dalle grandi trasformazioni economiche e sociali dei secoli XVIII e XIX e fino alla metà dell'Ottocento era abitata quasi solo da pescatori e naviganti che parlavano i "cornico", lingua di derivazione celtica. Ancora oggi la regione conserva una sorta identità separata, tanto da considerare gli inglesi come stranieri. Qui le tradizioni sono strettamente legate al mare, dato che nessuna località dista più di 40 chilometri dal mare.
La Scozia è la più montuosa delle regioni del Regno Unito. Qui giunsero nell'antichità popoli diversi: i primi furono i celti, intorno al 500 dopo Cristo, seguiti poi dai vichinghi e dai normanni; questi ultimi introdussero una particolare organizzazione feudale incentrata sui clan, raggruppamenti di numerose famiglie che usufruivano in comune della terra loro assegnata dai nobili. Questo tipo di società sopravvisse a lungo, fino al Settecento, e la popolazione di questa regione ancora oggi difende con orgoglio le proprie tradizioni: la più famosa delle quali, almeno all'estero riguarda l'abbigliamento maschile, con il tipico "plaid", una striscia di stoffa che veniva drappeggiata intorno al corpo come una gonna,lasciando pendere il tessuto rimanente dalla spalla.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email