Ominide 11268 punti

I principali tipi di carte


Le carte geografiche rappresentano il mezzo più idoneo per uno studio efficace e particolareggiato dei fenomeni geografici. La carta geografica può essere definita una rappresentazione approssimata, ridotta e simbolica di tutta o di una parte della superficie terrestre su di un piano. è una rappresentazione approssimata, perché non si può far aderire la superficie della Terra, che è sferica, a un piano senza commettere errori e senza deformarla.
Tra i molti tipi diversi di carte geografiche ne ricordiamo solo alcuni dei più importanti:
- Le carte fisiche: illustriamo soprattutto gli elementi fisici del territorio, per esempio le montagne, le pianure, il corso dei fiumi, le profondità dei mari ecc. (in queste carte si usano di solito i colori altimetrici, tratteggi e curve di livello).
- Le carte politiche: mettono in evidenza gli elementi politici e forniscono le informazioni relative all’organizzazione umana del territorio come i confini di stato, regione, provincia ecc.
- Le carte storiche: sono praticamente le carte politiche del passato e per questo riportano sempre l’indicazione precisa del periodo a cui si riferiscono.
- Le carte stradali: sono certamente le carte più usate, danno maggiore importanza alle strade e alle altre vie di comunicazione: autostrade, raccordi, tangenziali.
- Le carte ferroviarie: riportano le linee ferroviarie e le stazioni che si trovano sul percorso compiuto dai treni.
- Le carte nautiche: sono quelle carte che riportano le indicazioni necessarie ai naviganti per seguire correttamente le rotte.
- Le carte automatiche: vengono eseguite con i computer utilizzando dati che provengono da rilevamenti a distanza compiuti per mezzo di satelliti o appositi aerei.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove