Ominide 353 punti

India

Il territorio


L'India confina a ovest con il Pakistan, a nord con la Cina, il Nepal e il Bhutan e a nord-est con il Bangladesh. Il Paese è bagnato dalle acque dell'Oceano Indiano, che a sud-ovest prende il nome di Mar Arabico e a sud-est di Golfo del Bengala.
Possiamo dividere l'India in tre regioni naturali:
• A nord le catene montuose del Karakoram e dell'Himalaya, dove troviamo il monte più alto della regione, l'Everest.
• Al centro si trova la pianura alluvionale del fiume Gange che è formata dai detriti dei fiumi Gange e Brahmaputra.
• A sud l'Altopiano del Deccan che costituisce la Penisola indiana vera e propria. Ha origini antichissimi ed è elevato di circa 1000 m.
I fiumi principali sono l'Indo, il Gange e il Brahmaputra. L'Indo nasce dal Karakoram e sfocia nel Mar Arabico. Il Gange insieme al Brahmaputra si getta nel Golfo del Bengala.

Il clima e gli ambienti


In India il clima prevalente è quello monsonico con la presenza delle due stagioni: una secca e una piovosa.
Per la lontananza dal mare e le varie altitudini del territorio, il clima cambia. Vicino alle catene montuose del Nord, la temperatura diminuisce. Mentre negli altopiani centrali, durante la stagione secca, il clima raggiunge temperature molto elevate
Gli ambienti in India sono in condizioni tragiche a causa, nelle città, dell'inquinamento idrico e atmosferico. Tuttavia in India c'è molta presenza di parchi naturali e grotte suggestive e particolari.

La popolazione


L'India è stata abitata da numerose e successive ondate migratorie che nel tempo si sono susseguite. Il gruppo più numeroso è, senza dubbio, quello degli Indù che si è stabilito, in maggioranza, nella pianura del Gange e lungo le coste. Coloro che abitano nella Penisola del Deccan appartengono al gruppo dravidico. In tutte le altre regioni periferiche vivono gruppi etnici simili alle popolazioni dei paesi con cui confinano.
Con più di un miliardo di abitanti, l'India è uno dei Paesi più popolati al mondo e la popolazione aumenta di anno in anno.
La maggior parte della popolazione vive nella capitale, Delhi che si trova a nord della regione ed è situata al centro della pianura del Gange.
La città presenta due nuclei distinti: Delhi, la parte più antica, dove prevale l'attività tradizionale; Nuova Delhi, la parte moderna, la quale è centro politico e amministrativo.

L'economia


Il settore primario sta adottando metodi moderni ma non in tutte le regioni: a Nord, l'irrigazione ha consentito un aumento delle superfici coltivate e ha reso possibile coltivare anche durante il periodo secco; in altre regioni le rese sono ancora bassisime.
Il prodotto più coltivato nelle zone monsoniche è il riso, base dell'alimentazione della popolazione locale. Dalle foreste si ricava molto legno pregiato e l'allevamento di bovini è il più diffuso della regione.
Nel settore secondario, l'industria è affiancata da ''distretti industriali'', aree dove si trovano piccole e medie imprese specializzate in particolari settori produttivi. Notevole è lo sviluppo dell'industria aerospaziale.
L'India, inoltre, è un paese molto ricco di risorse energetiche tra cui il petrolio, del quale si è aumentata la produzione.
Il settore terziario si è sviluppato per la ricerca scientifica che ha portato ai settori dell'elettronica e dell'informatica. Molto attiva nel Paese è l'industria cinematografica.
Per quanto riguarda il commercio, in India, è ancora limitato mentre il turismo è molto importante per l'economia.
L'India possiede una delle reti ferroviarie più estese al mondo mentre, le reti stradali sono anche loro, molto sviluppate.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email